Google disabilita la condivisione nelle vicinanze come impostazione predefinita sui profili di lavoro

L'azienda ha preso questa decisione per motivi di sicurezza
Antonio Lepore
Antonio Lepore
Google disabilita la condivisione nelle vicinanze come impostazione predefinita sui profili di lavoro

La condivisione dei file è stata sempre più semplice su Android che su iOS e, in tal senso, le operazioni sono state ulteriormente semplificate grazie al lancio di Condivisione nelle vicinanze (Nearby Share). Tuttavia, per le aziende una condivisione più semplice dei file non sempre rappresenta un vantaggio: difatti, tutto ciò potrebbe innescare delle criticità nell'ambito della sicurezza dei dati. Google, quindi, lo avrebbe capito e per questo motivo sta apportando delle modifiche ad Android.

In particolare, Google sta disabilitando la condivisione nelle vicinanze per impostazione predefinita sui profili di lavoro aggiunti su smartphone e tablet Android. In precedenza, invece, non era facile disabilitare tale impostazione. A questo proposito, Samsung aveva individuato una soluzione alternativa e cioè la disabilitazione del Bluetooth, della posizione o del Wi-Fi per impedire a Nearby Share di funzionare sui telefoni Android. In ogni caso, le aziende non dovranno più dipendere da questo "trucco" poiché Google ha introdotto un modo ufficiale per fermare la condivisione nelle vicinanze.

Secondo la documentazione degli aggiornamenti di sistema di Google, la società ha apportato una modifica all'impostazione sui profili di lavoro Android: questa modifica verrà implementata in tutto il mondo con l'aggiornamento v23.41. Infine, si spera che il colosso di Mountain View migliori ulteriormente la funzione visto che Quick Share di Samsung sembra agire più velocemente rispetto alla condivisione nelle vicinanze.

Su WhatsApp le breaking news tech!
Solo il meglio della tecnologia
Seguici