App

Addio alla dipendenza da smartphone: Minimalist Phone è la soluzione?

Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca
Addio alla dipendenza da smartphone: Minimalist Phone è la soluzione?

Spesso parliamo di come la tecnologia ci accompagna ormai in ogni fase della giornata, con gli smartphone che ci supportano in gran parte delle nostre attività quotidiane.

Questo spesso è un risvolto positivo, con i dispositivi mobili che ci permettono di essere sempre connessi e produttivi. Allo stesso tempo ci sono anche degli aspetti negativi, i quali possono corrispondere a una vera e propria dipendenza dallo smartphone. In questo contesto vi parliamo dell'app Minimalist Phone. L'abbiamo provata per qualche giorno e vi raccontiamo come è andata.

Il minimalismo è la soluzione alla dipendenza da smartphone?

L'app Minimalist Phone cerca proprio di rispondere alla domanda che dà il titolo a questa sezione. L'app si configura come un launcher concepito per minimizzare la dipendenza da smartphone, la quale passa per la riduzione di tutti gli stimoli che i dispositivi di oggi ci forniscono.

Al primo utilizzo l'app richiedere alcuni permessi per funzionare al meglio, come quello di accedere in overlay al sistema e quello di funzionare come launcher predefinito.

Un aspetto non da poco che chiariamo subito è che l'utilizzo dell'app in pianta stabile è a pagamento, dopo un periodo di prova gratuito.

Come vedete dagli screenshot presenti nella galleria in basso e in questa sezione, l'app Minimalist Phone consiste in un launcher estremamente minimale. L'interfaccia grafica è costituita dalla totale assenza di icone, da elementi grafici molto semplici e da tonalità di colore corrispondenti essenzialmente al bianco e al nero. Andiamo a vedere nel dettaglio le caratteristiche principali di questo launcher:

  • Nessuna icona, nessun colore. Questo approccio ha lo scopo di minimizzare gli stimoli visivi spesso non necessari per l'utente. Questo dovrebbe contribuire a minimizzare l'affaticamento della vista durante l'utilizzo dello smartphone e le distrazioni.
  • Nessuno scorrimento infinito dell'interfaccia. Lo scorrimento, nel launcher e nelle app, avverà quindi secondo step predefiniti.
  • Possibilità di impostare dei filtri per le notifiche. Si riceveranno quindi notifiche esclusivamente dalle app che si intende usare in ogni specifico scenario. Durante il lavoro o lo studio ad esempio si potranno disabilitare le notifiche provenienti dalle app social.
  • Possibilità di impostare dei limiti temporali di utilizzo delle app. All'apertura delle app social si visualizzerà un popup automatico dal launcher che proporrà di impostare un limite temporale di utilizzo dell'app. Non è possibile aggirare questo popup, sarà quindi obbligatorio impostare il timer di utilizzo per usare l'app.
  • Nessun widget disponibile.

Minimalist Phone è un launcher piacevole

Una volta comprese le caratteristiche principali che rendono praticamente unico Minimalist Phone come launcher, andiamo a vedere come funziona.

  • La schermata home è molto semplice, troviamo un orologio, un collegamento rapido all'app Telefono e uno all'app Fotocamera. Nessuno sfondo, nessun widget.
  • Scorrendo verso destra si accede all'elenco delle app installate. Nessuna icona in questo caso. Vediamo solo un anonimo elenco verticale con tutte le app installate ordinate per nome. In basso troviamo anche il collegamento alle impostazioni del launcher.
  • Il launcher permette la personalizzazione delle tonalità di colore principali, la personalizzazione del font, la personalizzazione dei collegamenti nella schermata home e quella delle gesture di navigazione.

Nel complesso Minimalist Phone è un launcher piacevole. Non abbiamo rilevato criticità o impuntamenti. Le animazioni sono minime ma ben strutturate.

Funziona davvero?

Minimalist Phone è sicuramente un launcher originale nel panorama Android. Il suo aspetto estremamente minimale aiuta concretamente nel ridurre l'utilizzo inefficiente dello smartphone. Questo significa che, durante il nostro utilizzo, spesso ci siamo ritrovati nella situazione di rinunciare all'aprire un'app di cui non avevamo bisogno.

Questo spesso accade quando si prende il telefono per controllare un'informazione o consultare una specifica app, ma poi si finisce per aprire un social e spendere del tempo che non avevamo preventivato inizialmente.

Il launcher aiuta anche nelle sessioni di studio o lavoro, contribuendo a evitare di usare lo smartphone e le distrazioni che contiene senza una reale necessità dettata dall'attività che stiamo svolgendo.

Difficile dire se basta un launcher a ridurre la dipendenza da smartphone. Di certo possiamo dire che aiuta. L'aspetto dell'utilizzo più o meno efficiente e salutare del proprio smartphone è soggettivo, quindi per alcuni potrebbe essere efficace usare uno strumento come Minimalist Phone mentre per altri potrebbe non essere adeguato o sufficiente. Da mettere in conto c'è anche il fatto di dover rinunciare a personalizzazioni grafiche e widget.

Minimalist Phone non costa poco

Veniamo all'aspetto che potrebbe frenare nell'adottare Minimalist Phone. Il launcher è disponibile al download gratuito sul Play Store ma potrà essere usato per 3 giorni.

Dopo la prova sarà necessario abbonarsi (l'abbonamento si rinnova automaticamente al termine del periodo di prova) pagando 4,99€ al mese oppure 29,99€ una tantum.

Sicuramente si tratta di prezzi non bassi, soprattutto considerando i prezzi medi dei launcher premium per dispositivi Android. L'aspetto positivo è che il periodo di prova di 3 giorni sicuramente è più che sufficiente per capire se è il launcher che fa per voi e se vale il prezzo che chiede.

Scarica da Play Store

Tutte le news sulla tecnologia su Google News
Ci trovi con tutti gli aggiornamenti dal mondo della tecnologia
Seguici