App

WhatsApp Beta per iOS: finalmente è in arrivo la possibilità di chattare "con sé stessi"

Sì, c'era già su Telegram
WhatsApp Beta per iOS: finalmente è in arrivo la possibilità di chattare "con sé stessi"
Vito Laminafra
Vito Laminafra

Spesso e volentieri, gli utenti mettono a paragone le diverse app di messaggistica presenti sul mercato, evidenziando le differenze o soprattutto le cose "simili" tra le app: ovviamente, il più delle volte si parla di Telegram e WhatsApp, e delle funzioni che arrivano sull'app di Zuckerberg ma che già abbiamo avuto modo di provare sul competitor principale.

Offerte Amazon

Una delle funzioni più interessanti di Telegram è sicuramente quella dei Messaggi salvati: essenzialmente, si tratta di una chat "con sé stessi", nella quale è possibile inoltrare messaggi, salvare immagini, video e documenti, in modo tale da ritrovare il tutto più facilmente e soprattutto anche su altri dispositivi.

In tantissimi vorrebbero questa funzionalità anche su WhatsApp, e finalmente ci siamo: da pochissimo è disponibile una nuova versione beta di WhatsApp per iOS (più precisamente la versione 22.23.74) che porta proprio questa richiestissima feature, anche se c'è comunque qualche piccola differenza rispetto all'implementazione di Telegram.

La più importante è quella che su WhatsApp arriva effettivamente la possibilità di mandare messaggi al proprio numero: questo vuol dire che per utilizzare questa funzione sarà necessario avere il proprio numero di telefono salvato in rubrica, mentre su Telegram si tratta essenzialmente di un archivio "esterno" e collegato al proprio account.

Per il resto, il funzionamento sembra identico a quello visto su Telegram: è possibile inviare messaggi o inoltrarli a questa particolare chat, inviare foto e video, note vocali e probabilmente anche altri contenuti come posizione o contatti (aspettiamo che arrivi sul canale stabile per avere un quadro generale).

In passato, era possibile chattare con sé stessi creando un gruppo con qualcuno e poi rimuovendo tutti i partecipanti, ma questa nuova implementazione ha una marcia in più: la chat infatti sarà ora sincronizzata con tutti i dispositivi sul quale è installato WhatsApp (grazie al multi-device di cui tanto si è parlato) e dunque è possibile ripescare file o messaggi anche da PC o da un altro smartphone senza la necessità di avere il proprio dispositivo principale a portata di mano.

Come detto in precedenza, per il momento questa funzione è disponibile solo in beta e solo per gli utenti iOS, nel giro di qualche giorno dovrebbe però arrivare anche sul canale stabile e anche su Android: prestate attenzione ad eventuali aggiornamenti su Play Store o App Store.

Mostra i commenti