Gli AirPods Pro 2 vanno trattati con molta cura, parola di iFixit

Gli AirPods Pro 2 vanno trattati con molta cura, parola di iFixit
Vito Laminafra
Vito Laminafra

Durante l'evento Far Out del 7 settembre, Apple non ha presentato solo i nuovi iPhone 14 o i nuovi Apple Watch Series 8 e Ultra: un po' a sorpresa, l'azienda di Cupertino ha lanciato anche delle nuove cuffie wireless, ovvero le AirPods Pro di seconda generazione. iFixit non ha perso tempo e ci ha messo subito le mani sopra, anche se il verdetto circa la riparabilità era prevedibile.

Offerte Amazon

Come sempre accade per prodotti di questo genere, accedere all'hardware delle cuffie o del case è praticamente impossibile senza "distruggere tutto": iFixit ha utilizzato una morsa per riuscire a "separare" le due parti di plastica che formano l'auricolare e ad inserire un plettro nella fessura appena creata.

Purtroppo, non c'è quasi nulla da fare dopo essere riusciti ad accedere all'interno della cuffia: i connettori e tutte le componenti (tra cui i microfoni) sono ricoperti da uno strato abbastanza spesso di colla e risulta impossibile effettuare riparazioni fai da te di qualsiasi tipo.

Stessa cosa per la custodia: anche in questo caso è necessario ricorrere ad una morsa per riuscire a dare uno sguardo all'interno (anche se iFixit dichiara che è impossibile smontare il case senza causare danni ad esso). In poche parole, non è possibile sostituire alcun componente all'interno della custodia senza rompere irrimediabilmente quest'ultima.

In definitiva, com'era lecito aspettarsi, iFixit ha dato un punteggio di riparabilità pari a 0 punti a queste AirPods Pro di seconda generazione: è dunque impossibile eseguire riparazioni fai da te, e probabilmente neppure i centri autorizzati Apple sono in grado di riparare eventuali danni (in caso di guasti, la scelta più logica risulta quella di sostituire del tutto la cuffie danneggiata o la custodia).

Mostra i commenti