Apple conferma il bug del copia / incolla in iOS 16

Il problema sembra affliggere solo i nuovi iPhone 14
Apple conferma il bug del copia / incolla in iOS 16
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari

iOS 16 (ecco la nostra recensione) è in generale un ottimo aggiornamento che pur non distaccandosi nettamente da iOS 15 introduce molte funzioni interessanti che arricchiscono l'esperienza utente. 

Su tutte, la personalizzazione del blocco schermo, associabile a diversi profili Full Immersion, la possibilità di scontornare le figure nelle foto e Passkey

Canale Telegram Offerte

Ogni aggiornamento porta con sé inevitabilmente dei bug e iOS non è da meno. Ecco quindi che dall'introduzione di iOS 16 alcuni utenti lamentano un fastidioso messaggio quando tentano di copiare e incollare qualcosa.

In pratica il loro iPhone chiede il permesso di effettuare l'azione (nel caso sotto "Snapchat" vorrebbe incollare da "TikTok"), senza però dare l'opzione di non chiederlo più.

La funzione è in realtà una nuova misura di sicurezza aggiunta a iOS 16 come misura di privacy per gli utenti, e prevede che le app chiedano il permesso per accedere agli appunti, che potrebbero contenere dati sensibili. Ma quale dovrebbe essere il funzionamento corretto? La finestra di dialogo Consenti dovrebbe essere visualizzata solo quando le app tentano di accedere agli appunti senza il coinvolgimento diretto dell'utente.

Allo stato attuale, sembra che invece non distingua questa situazione dall'intervento diretto dell'utente. La cosa curiosa è che il bug non interessa tutti i dispositivi aggiornati a iOS 16 ma solo i nuovi iPhone 14 (standard e Pro). 

Interpellata sul problema, Apple ha confermato che il comportamento non era previsto. Anzi, Ron Huang, un ingegnere senior dell'azienda coinvolto attivamente nello sviluppo della funzione (come si può vedere da questa domanda di brevetto), ha risposto direttamente a un utente che aveva inviato un reclamo nientemeno che a Tim Cook e al capo dello sviluppo software Craig Federighi. Scrive Huang:

Questo non è assolutamente un comportamento previsto e andremo fino in fondo

Si allunga quindi la lista di problemi di gioventù dei nuovi iPhone 14, dopo il bug delle app Messaggi e FaceTime (già risolto) e della fotocamera se usata da app di terze parti, anche se come abbiamo visto con l'app Messaggi, Apple è in genere piuttosto veloce a rilasciare fix una volta riconosciuto il difetto.

Mostra i commenti