Apple potrebbe differenziare ulteriormente i diversi modelli dei prossimi iPhone 15

Secondo Kuo, Apple creerà un'ulteriore separazione non solo tra versioni "Pro" e "non Pro", ma anche tra Pro e Pro Max
Apple potrebbe differenziare ulteriormente i diversi modelli dei prossimi iPhone 15
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari

Con il lancio dei nuovi iPhone 14, Apple ha introdotto per la prima volta alcune differenziazioni hardware importanti tra modelli Pro e non Pro, dotando i primi del nuovo processore A16 Bionic, oltre che della nuova Dynamic Island, di fotocamere aggiornate e molto altro. 

Abbiamo già capito come questo segnerà un nuovo corso nella strategia di mercato della casa di Cupertino, ma il noto Ming-Chi Kuo è andato ancora oltre, pensando già agli iPhone 15. Secondo l'analista, Apple separerà i prossimi iPhone con caratteristiche ancora più marcate.

Il perspicace Kuo, infatti, ha pubblicato una serie di Tweet in cui afferma come la casa della mela prevede non solo di aumentare la differenziazione tra modelli Pro e non Pro, ma anche tra iPhone 15 Pro e iPhone 15 Pro Max.

Secondo l'analista, lo scopo di Apple è creare una "precisa strategia di segmentazione del prodotto" in modo da "generare più vendite/profitti in un mercato maturo".

In poche parole, fornendo ai prossimi iPhone 15 funzionalità diverse, si occuperanno precise nicchie di mercato ed evitare la competizione e cannibalizzazione all'interno del catalogo. O forse solo per spingere maggiormente le vendite del modello più costoso

Al momento, le uniche caratteristiche che differenziano le due coppie di modelli iPhone 14/iPhone 14 Plus e iPhone 14 Pro/iPhone 14 Pro‌ Max sono le dimensioni del display e l'autonomia, troppo poco probabilmente per spingere all'acquisto dei modelli più cari. 

Non è chiarissimo come potrebbero essere concretizzate queste previsioni. La nuova Dynamic Island dovrebbe infatti arrivare su tutta la linea di iPhone del futuro ma, come succede nel mondo Android, alcune caratteristiche come l'atteso teleobiettivo a periscopio potrebbero arrivare solo sul top iPhone 15 Pro Max.

Secondo Kuo e altri analisti, Android non è ancora una minaccia per Apple nel mercato degli smartphone di fascia alta, quindi l'azienda di Cupertino può permettersi queste strategie al rialzo, ma le cose potrebbero cambiare presto. L'esplosione dei pieghevoli, nonché la scelta di Qualcomm di passare da Samsung a TSMC per la produzione di chip (lo stesso fornitore di Apple), potrebbero aiutare Android a riconquistare terreno.

Mostra i commenti