Apple annuncia nuovi MacBook Pro e Mac mini: debuttano i chip M2 Pro e Max

Nicola Ligas
Nicola Ligas Tech Master
Apple annuncia nuovi MacBook Pro e Mac mini: debuttano i chip M2 Pro e Max

Apple annuncia quest'oggi i nuovi chip M2 Pro ed M2 Max, subito al debutto su MacBook Pro 14 e 16, aggiornati per l'occasione con gli ultimi Apple Silicon. Si rinnova anche Mac Mini, in parte anche nel design, con M2 (lo stesso chip già visto lo scorso giugno su MacBook Air e Pro 13) ed M2 Pro.

M2 Pro e Max

m2 pro max

CPU e GPU più potenti, fino a 96 GB di memoria unificata, ed il consueto, strabiliante, rapporto prestazioni/Watt: questi sono in sintesi M2 Pro ed M2 Max, non una rivoluzione, ma piuttosto l'ennesimo tassello nella line-up Apple Silicon, che poggia sulle solide basi di M2.

I nuovi SoC M2 Pro a 5 nm hanno CPU fino a 12-core e GPU fino a 19-core, con un massimo di 32 GB di memoria unificata, con 200 GBps di banda.

M2 Max ha la stessa CPU 12-core, ma arriva fino a 38-core sulla GPU e fino a 96 GB di memoria unificata, per di più con il doppio della banda.

  Entrambi i chip hanno un Neural Engine a 16-core più veloce e il media engine già apprezzato nei precedenti Apple Silicon (codifica e decodifica video H.264, HEVC e ProRes con accelerazione hardware - M2 Max ha due motori di codifica video e due motori ProRes, per una codifica video fino a due volte più veloce rispetto al chip M2 Pro). 

MacBook Pro con chip M2 Pro e M2 Max

I nuovi MacBook Pro 14 e 16 non cambiano l'abito, ma il monaco che c'è sotto. Fuor di metafora, si tratta di un aggiornamento per lo più solo a livello di Apple Silicon, sfruttando appunto i nuovi SoC M2 Pro e Max.

Il nuovo MacBook Pro supporta inoltre il Wi-Fi 6E, inoltre, grazie alla nuova porta HDMI 2.1, supporta per la prima volta i monitor 8K fino a 60Hz e i monitor 4K fino a 240Hz. Non cambia invece il meraviglioso display Liquid Retina XDR, né la webcam FaceTime HD a 1080p, o il sistema audio a sei altoparlanti, e nemmeno il numero di porte presenti a bordo.

"MacBook Pro con chip Apple ha cambiato completamente le cose, consentendo all'utente pro di superare i limiti dei propri flussi di lavoro ovunque si trovi e di fare cose che mai avrebbe ritenuto possibili con un portatile. Oggi MacBook Pro compie un ulteriore passo avanti. Prestazioni più veloci, connettività migliorata e l'autonomia migliore mai vista su Mac, insieme al miglior display di sempre in un portatile, lo rendono semplicemente unico.

Alcuni degli highlight per MacBook Pro con M2 Pro sono:

  • Il rendering di titoli e animazioni in Motion è fino al 20% più veloce rispetto alla generazione precedente.
  • La compilazione di codice in Xcode è quasi il 25% più veloce rispetto alla generazione precedente.
  • L'elaborazione delle immagini in Adobe Photoshop è fino al 40% più veloce rispetto alla generazione precedente.

Allo stesso modo, i MacBook Pro con M2 Max possono vantare:

  • Il rendering degli effetti in Cinema 4D fino al 30% più veloce rispetto alla generazione precedente.
  • Il color grading in DaVinci Resolve è fino al 30% più veloce rispetto alla generazione precedente.

Prezzi

In Italia MacBook Pro 14 con SoC M2 Pro parte da 2.499€, con CPU 10‑core, GPU 16‑core, 16GB di memoria unificata, ed SSD da 512GB.

Per la versione M2 Max sono necessari almeno 3.799€, con CPU 12-core, GPU 30-core, 32GB di memoria unificata ed 1 TB di SSD. MacBook Pro 16 parte invece da 3.099€ nella versione M2 Pro, e da 4.249€ con M2 Max. Tutto è come di consueto personalizzabile sul sito Apple.

Mac mini con chip M2 e M2 Pro

Si aggiorna anche Mac Mini, che oltre ai nuovi SoC Apple porta anche un rinnovato sistema di porte posteriori: 2 Thunderbolt 4, 2 USB-A, HDMI, Gigabit Ethernet e jack audio per il modello con M2 (supporto fino a 2 monitor), e ben 4 Thunderbolt 4 per il modello con M2 Pro (supporto fino a 3 monitor, di cui uno 8K). Su entrambi arrivano il Wi-Fi 6E ed il Bluetooth 5.3.

Grazie alle straordinarie funzioni e all'ampia gamma di opzioni di connettività racchiuse in un design compatto, Mac mini viene utilizzato in tantissimi posti e modi diversi. Oggi siamo entusiasti di andare ancora oltre con i chip M2 e M2 Pro.

Con performance ancora maggiori a un prezzo di partenza più basso, Mac mini con chip M2 offre un incredibile rapporto qualità-prezzo. E per chi è in cerca di prestazioni pro potenti, Mac mini con chip M2 Pro è un desktop che non conosce rivali nella sua categoria.

Il chip M2 introduce l'accelerazione ProRes su Mac mini, in grado di riprodurre simultaneamente fino a due stream di video ProRes 422 8K a 30 fps, o fino a 12 stream di video ProRes 422 4K a 30 fps. Rispetto ai precedenti Mac mini con M1 la nuova versione con M2 può vantare:

  • Transcodifica dei file ProRes fino a 2,4 volte più veloce in Final Cut Pro.
  • Prestazioni di filtri e funzioni il 50% più veloci in Adobe Photoshop.
  • Gameplay fino al 35% più veloce (es. Resident Evil Village).

Mac mini con chip M2 ha una CPU 8-core con 4 high-performance core e 4 high-efficiency core, e una GPU 10-core, e parte da 729€, con 8 GB di memoria e 256 GB di archiviazione.

Mac mini con M2 Pro parte invece da 1.579€, con CPU 10-core (personalizzabile fino a 12-core) con 8 high-performance core e 4 high-efficiency core, ed una GPU 16-core (personalizzabile fino a 19-core), e fino a 32GB di memoria unificata (16GB di base), con il doppio di banda di memoria rispetto al chip M2 (200 GBps). Tutto ciò gli permette, rispetto al Mac mini con chip M1:

  • Prestazioni grafiche fino a 2,5 volte più veloci in Affinity Photo.
  • Transcodifica di file ProRes fino a 4,2 volte più veloce in Final Cut Pro.
  • Gameplay fino a 2,8 volte più veloce in Resident Evil Village.

Potete confrontare le varie versioni e personalizzarle, come sempre, sul sito Apple. Per una prova su strada vi invitiamo a tornare prossimamente sulle pagine di SmartWorld.

Mostra i commenti