Il 30 aprile termina il supporto per Philips Hue Bridge v1, ma continuerà (in parte) a funzionare

Matteo Bottin

Se in casa avete installato qualche prodotto Philips Hue, dovreste avere anche un “centro di controllo”, ovvero Bridge. Di questo ne sono state fatte due versioni, e la prima sta per andare in pensione: Philips ha infatti annunciato che il 30 aprile Philips Hue Bridge v1 smetterà di ricevere aggiornamenti software e non potrà più collegarsi ai servizi online di Philips.

In ogni caso, non perderete improvvisamente la capacità di controllare le vostre luci: la funzionalità di controllo “locale” rimarrà disponibile tramite l’app dedicata. L’azienda ha dichiarato a CNET come l’hardware “vecchio” 4 anni non abbia le risorse hardware necessarie per stare dietro allo sviluppo di nuove funzionalità.

LEGGI ANCHE: WindTre al via: le offerte MIA, le nuove SIM, i servizi unificati e i primi spot pubblicitari

Questa notizia ha risentito sia i possessori di Bridge v1 che i possessori di Bridge v2. Quest’ultimi vorrebbero conoscere l’aspettativa di vita del proprio prodotto, ma Philips ha risposto dichiarando che non è stata ancora definita la data di pensionamento di Bridge v2 e che, soprattutto, non sta lavorando ad un nuovo bridge al momento, e per questo continuerà a sviluppare su v2.

Via: 9to5MacFonte: Philips Hue