Google si impegna sul tema sicurezza: fornirà almeno 5 anni di supporto per i dispositivi Nest

Filippo Morgante

Una delle principali armi di difesa in possesso degli utenti per contrastare gli attacchi informatici è rappresentata dai continui aggiornamenti software dei loro dispositivi. Questo fattore diventa ancor più importante quando i temi privacy e sicurezza vanno a fondersi con i dispositivi di sicurezza domestica come per esempio le telecamere. In questo senso un’importante novità arriva da Google, che si sta impegnando per aumentare la sicurezza dei suoi dispositivi Nest anche attraverso una promessa di aggiornamenti che garantiscano il supporto per almeno cinque anni dalla data di lancio.

LEGGI ANCHE: Samsung promette 5 anni di aggiornamenti per alcuni dispostivi Galaxy

Tramite un post sul blog ufficiale, Google ha ricapitolato tutte le soluzioni che attualmente impiega per garantire la privacy e la sicurezza per i proprietari di dispositivi Nest, come il programma di ricompensa per la vulnerabilità o l’account Security Checkup di Google. Nello stesso post sono contenute però anche altre informazioni interessanti, come la promessa per tutti i dispositivi Nest di almeno cinque anni di supporto per le correzioni di bug e patch di sicurezza. Ci sono comunque prodotti, come il Nest Cam Indoor rilasciato nel 2015, che tuttora ricevono ancora manutenzione da parte di BigG. Inoltre, Google ha annunciato che ogni prodotto rilasciato sotto il marchio Nest dal 2019 in poi, è stato convalidato utilizzando standard di sicurezza di terze parti come ioXt.

“Rilasciamo correzioni di bug critici e patch per almeno cinque anni dopo il lancio. Lavoriamo duramente per rispondere alla tecnologia in continua evoluzione e al panorama della sicurezza costruendo molte linee di difesa, compresa la fornitura di aggiornamenti automatici della sicurezza del software che affrontano le questioni critiche note a Google Nest. I dispositivi smart home connessi di Google Nest introdotti nel 2019 o successivamente sono ora convalidati utilizzando standard di sicurezza di terze parti e riconosciuti dal settore, come quelli sviluppati da Internet of Secure Things Alliance (ioXt). E pubblichiamo i risultati della convalida in modo che tu possa vedere come i nostri prodotti reggono secondo questi standard. Prima del lancio di nuovi prodotti, li valutiamo rispetto a questi standard per assicurarci che li soddisfino o li superino.”

Google

Via: 9to5google