IKEA 2020: ecco come cambierà la sua esperienza smart home (video)

Matteo Bottin

IKEA è entrata ormai da tempo nel campo della domotica, ma l’azienda stessa è consapevole del fatto di avere delle carenze, e con il 2020 ha intenzione di sistemare le due “più gravi”: la mancanza di alcune funzionalità base e il fatto che la piattaforma ha qualche bug ed è confusionaria da impostare.

Per risolvere il primo problema, l’azienda lancerà gli Shortcut Buttons, pulsanti smart (dei quali avevamo già parlato) in grado di automatizzare alcuni processi con un singolo tap. Questi costeranno 7$ l’uno e verranno spediti a partire da febbraio. I processi verranno creati tramite l’app Home Smart.

Il secondo cambiamento riguarda il modo con il quale i prodotti vengono associati all’app Home Smart. Il problema nel software attuale risiede nel modo in cui l’app è stata progettata (puntando ad un target di utenti molto più esperti). Ecco quindi che il sistema è stato completamente ridisegnato.

The Verge ha potuto provare una demo con il nuovo software, e tutto è andato a gonfie vele: il collegamento è avvenuto in maniera semplice e intuitiva. Insomma, pare che IKEA abbia fatto i compiti a casa: non ci resta che aspettare il 2020.

Fonte: The Verge
  • Alessandro Tischer

    Quando mi faranno un bridge zigbee-wifi (e non l’attuale zigbee-ethernet), avranno i miei soldi per le tende e parecchia altra roba… Fino ad allora, mi tengo la frustrazione di avere il modem lontano dalla camera.

    • Osram produce il bridge. Ti basta attaccarlo presa