IKEA aumenterà i prezzi del 9%, e probabilmente sarà in buona compagnia

Buona si fa per dire...
IKEA aumenterà i prezzi del 9%, e probabilmente sarà in buona compagnia
Lorenzo Delli
Lorenzo Delli

IKEA, una società che in questi ultimi anni sta sposando sempre di più la domotica e la tecnologia, aumenterà presto i prezzi in tutta Europa, Italia compresa. L'annuncio arriva da Ingka Group, la società a cui fanno capo i negozi della linea IKEA, con una lettera aperta destinata anche agli investitori.

Potete leggere la lettera completa qui (in inglese), ma il pezzo che più ci interessa riguarda appunto quello dell'aumento dei prezzi che colpirà proprio i negozi IKEA. L'aumento riportato nella lettera ammonta a circa il 9% a livello globale, con variazioni che dipenderanno da paese a paese.

Durante la pandemia la società ha cercato di mantenere stabili i prezzi, ma allo stato attuale delle cose, IKEA si vede appunto costretta ad aumentare i prezzi. La colpa è da ricercarsi soprattutto nell'aumento delle spese di trasporto e delle materie prime, cause che porteranno tante altre società ad aumentare i prezzi.

Volgendo lo sguardo sempre al nord Europa ci viene infatti in mente LEGO, che in Europa sta modificando dei prezzi (come Piazza dell'Assemblea, aumentato di 20€ in Italia) e che attualmente sembrerebbe avere problemi di approvigionamento, dettati forse dall'aumento dei prezzi dei trasporti.

Gli aumenti colpiranno sicuramente anche altri marchi noti. A complicare la situazione infatti non ci sono solo le spese di trasporto e le materie prime, ma anche la crisi energetica che presto porterà spese maggiori per società e privati. Federconsumatori ha stimato per l'Italia una serie di aumenti che riguardano, genericamente, anche internet, beni alimentari e tanto altro:

  • +1,8% per le comunicazioni
  • +2,1% per i servizi bancari
  • +2,3% per le assicurazioni auto
  • +2,6% per i servizi di ristorazione
  • +2,7% per prodotti e servizi per la casa
  • +3,2% per i trasporti
  • +3,4% per le prestazioni sanitarie
  • +3,4% per le tariffe autostrade e caselli
  • +4,2% per i beni alimentari

Mostra i commenti