iRobot ci crede di nuovo: Roomba Combo j7+ il panno se lo mette "in testa"

Il nuovo Roomba vuole battere la concorrenza sul lavaggio "smart" e lancia anche un nuovo iRobot OS 5.0.
Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti Tech Master
iRobot ci crede di nuovo: Roomba Combo j7+ il panno se lo mette "in testa"

Abbiamo più volte fatto questo esempio: iRobot ha praticamente inventato l'intero mercato dei robot aspirapolvere, tanto da aver fatto entrare il termine Roomba nel vocabolario comune di molti, così come Apple fece con iPod per i lettori mp3. Negli anni la concorrenza si è però fatta super agguerrita, con brand come Ecovacs e Roborock che magari senza dover tenere alto un nome come quello di Roomba hanno osato di più e lanciato svariati robot aspirapolvere innovativi sul mercato.

iRobot ci è andata un po' più cauta, lanciando spesso ottimi prodotti, dai prezzo però alti e che non sempre avevano le funzioni dei concorrenti, puntando più sulla bontà della pulizia. Fino ad oggi. iRobot Roomba Combo j7+, nonostante il nome forse un po' troppo simile a prodotti già in commercio, vuole dare ai suoi prodotti un nuovo deciso slancio in avanti.

Le qualità dei prodotti Roomba sono conosciute ai più e come detto puntano più che altro sull'efficenza.

Chi non segue in modo continuativo questo mercato potrebbe stupirsi di scoprire che fino ad oggi non esisteva un robot aspirapolvere iRobot che lavasse il pavimento (o una sua variante), ma che per questo compito serviva un prodotto specifico della famiglia Braava. Combo j7+ vuole colmare questo divario (fra le due famiglie e con la concorrenza) e vuole farlo con una soluzione che non si era mai vista prima. Una soluzione che possa "parlare per il brand".

Il robot in questione infatti aggiunge un blocco con un panno bagnato che viene costantemente inumidito da un serbatoio da riempire prima del lavaggio. Il vero punto distintivo che è questo panno viene portato sulla parte superiore quando inutilizzato, grazie a due bracci meccanici che lo spingono prima sul retro e poi verso l'alto. Questo sistema si avvia poi in automatico durante la pulizia quando il robot incontra un tappeto. Il robot prima aspirerà l'intera stanza e poi la laverà evitando il tappeto e sollevando il panno quando vi ci dovesse passare sopra, permettendovi di pulire stanze che altrimenti sarebbero virtualmente "bloccate" da un tappeto.

Può sembrare una soluzione inutilmente complessa se guardiamo ad alcuni concorrenti che semplicemente ritraggono di qualche centimetro i loro panni verso l'alto, ma la verità è che queste soluzioni sono efficaci solo in parte sui tappeti e totalmente inefficaci sui tappeti a pelo più lungo di circa 3-4 centimetri. Questo principalmente perché evitare del tutto il contatto del panno bagnato con il tappeto è pressoché impossibile, soprattutto quando il robot sale o scende da questo. Fino ad oggi.

Per il resto è molto simile all'ottimo J7+ già in commercio ed è disponibile anche con la pratica base di auto svuotamento per lo sporco. Non è invece previsto nessun sistema per il riempimento automatico della tanica e il lavaggio del panno sul robot, operazioni che andranno inevitabilmente fatte a mano.

In più J7+ sarà il primo robot iRobot a godere del nuovo OS 5.0 che porta in dote il riconoscimento di oltre 80 oggetti (un numero estremamente più alto di quello della concorrenza) e che permetterà non solo di evitare che il robot urti o danneggi oggetti fragili o pericolosi e anche di poter avviare la pulizia di un'area precisa (come un tavolo, o vicino alla ciotola del cibo del vostro cane) grazie ad i comandi vocali.

In più sarà possibile pulire queste specifiche zone anche tramite comandi vocali di Alexa e Google Home: che noi sappiamo è una "prima volta". L'aggiornamento permetterà anche di far sì che il robot eviti in automatiche stanze della casa affollate di più persone.

L'aggiornamento a iRobot OS 5.0 è già iniziato per tutti i modelli attualmente in commercio. Le funzioni disponibili dipenderanno poi dall'hardware del prodotto.

iRobot Roomba Combo J7+ è disponibile da oggi al prezzo di 799€, che diventano 999€ nella versione con la base di svuotamento automatica. Prezzi non alla portata di tutti ma che riteniamo essere davvero "aggressivi" come l'azienda ci ha comunicato. Basti pensare ai 1.499€ di listino richiesti per Roomba S9+ o per il top di gamma di Ecovacs, brand di qualità ma non certo conosciuto come iRobot.

Mostra i commenti