Nuovo Nest Wifi in lavorazione: il Wi-Fi 6 è d'obbligo

Nuovo Nest Wifi in lavorazione: il Wi-Fi 6 è d'obbligo
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari

Google ha nel suo catalogo due sistemi Wi-Fi Mesh, il Google Wi-Fi, ormai lanciato nel lontano 2018 e il Nest Wi-Fi, lanciato in Italia nel 2020. I due prodotti hanno costi differenti e ovviamente vengono incontro a diverse esigenze. Il secondo, più moderno, è più potente e integra per esempio l'assistente Google, rendendolo in qualche modo il centro dell'esperienza Google casalinga.

I ragazzi di 9to5Google hanno scovato nella loro rubrica APK Insight delle righe di codice all'interno di un'app di Google che fanno riferimento a un nuovo prodotto hardware di rete. Il gigante della ricerca infatti si riferisce sempre a dispositivi di questo tipo con nomi riferiti a venti. I prodotti delle generazioni precedenti erano chiamati con i nomi in codice "Mistral" e "Vento", e ora è spuntato un nuovo nome, "Sirocco" che sembra suggerire l'arrivo di un nuovo dispositivo della famiglia Nest.

Ma cosa ci possiamo aspettare da "Sirocco"? Nella nostra recensione di due anni fa, avevamo riportato come una delle mancanze più evidenti del Nest Wi-Fi fosse il Wi-Fi 6, che consente di connettere in modo efficiente più dispositivi nella stessa rete. Ora la tecnologia è stata ulteriormente migliorata grazie al Wi-Fi 6E, che introduce una banda a 6 Ghz grazie alla quale le interferenze di segnale tra dispositivi sono ulteriormente ridotte. Il nuovo sistema Wi-Fi Mesh di Google non potrà quindi fare a meno almeno del Wi-Fi 6. 

Per quanto riguarda le altre caratteristiche, se dovessimo compilare una lista dei desideri, ci aspetteremmo una sempre maggiore espansione delle possibilità dell'Assistente Google, come per esempio più controlli. Ma soprattutto vorremmo che si correggesse un altro punto dolente del Nest Wi-Fi, cioé la mancanza di porte Ethernet nei satelliti, cosa che li renderebbe molto più versatili.

Per il momento purtroppo non si hanno altre indicazioni, possiamo solo sperare, ma restate collegati perché vi aggiorneremo non appena ne sapremo di più! 

Via: 9to5Google
Mostra i commenti