Alexa si aggiorna: impara dai suoi errori e diventa prima della classe

Emanuele Cisotti - Ovvero tutte le novità dal lancio di oggi, con auto-apprendimento e strumenti per l'insegnamento ai più piccoli.

Sono tante le novità raccontate stasera durante la presentazione Amazon, fra tutte spiccano i nuovi Echo, Echo Show, Fire TV, servizi Ring e anche un drone che gira per casa per tenerla al sicuro. Ma al centro di molti di questi servizi c’è ovviamente l’assistente vocale Alexa che oggi diventa ancora più intelligente e più vicina alle persone.

La prima novità è parte dall’hardware. Con l’arrivo degli Echo Dot Kids l’azienda ha voluto creare una personalità di Alexa pensata specificatamente per rispondere ai più piccoli. Tutti i dispositivi potranno ora supportare i profili dei figli e riconoscerli come tali, fornendo loro risposte a tono e consigliando contenuti adatti alla loro età. Una nuova funzione li aiuterà poi ad imparare a leggere, ascoltandoli nella lettura e supportandoli nell’apprendimento.

Un’altra grande novità è una rinnovata capacità di imparare dai suoi errori. Adesso l’apprendimento automatico cercherà di migliorarsi sul momento e correggere il tiro di una risposta errata se gli si fa notare che non si è soddisfatti dalla “reazione” dell’assistente vocale. Alexa si adatterà poi anche al contesto, fornendo risposte con toni e frasi diverse in base a quelle usate da chi la ha interpellata.

In più una nuova modalità di conversazione mostrerà i muscoli permettendo di inserirsi in un dialogo fra umani e comprendere quali delle frasi vengono rivolte effettivamente al dispositivo Echo, senza necessità di usare il termine Alexa. Nella demo mostrata Alexa veniva interpellata con un “Alexa, inserisciti nel discorso” e veniva utilizzata per ordinare una pizza, senza però comprendere messaggi errati quando le due amiche parlavano fra di loro per decidere che pizza scegliere.

Molto interessante poi il lancio del nuovo servizio Guard Plus che permetterà di creare routine di sicurezza relative al riconoscimento dei suoni. Si potranno quindi attivare reazioni, come l’accensione di luci o la riproduzione di un suono, se viene rilevato un suono particolare, come il rumore di passi, l’apertura di porte o il rumore di vetri rotti. Il servizio ha un costo di 4,99$ al mese.

All’interno di Alexa ci sarà poi un Care Hub che vi permetterà di collegare in modo più stretto due account. Questo vi permetterà di monitorare parenti con necessità particolari. Si potrà avere una cronologia delle sue interazioni con Alexa e potrete programmare delle routine in base alle sue azioni (per esempio se non usa Alexa da molto tempo). Infine si potrà impostare un collegamento rapido fra due account e ricevere una chiamata drop in in caso si dica ad Alexa di aver bisogno di aiuto.

A chiudere la carrellata di novità troviamo dei miglioramenti nell’ambito della privacy. Si potrà chiedere ad Alexa di controllare le impostazioni di privacy e addirittura di cancellare tutta la cronologia dei comandi fino a quel momento. Si potrà anche attivare una nuova funzione per cancellare non solo tutta la cronologia del passato ma anche di cancellare istantaneamente i comandi futuri, dopo che questi sono stati recepiti da Alexa.

Le novità per la privacy saranno disponibili da subito anche in Italia, mentre tutte le altre novità verranno lanciate per adesso negli USA. Non conosciamo ancora le tempistiche per l’Italia, ma l’azienda è al lavoro per portare più funzioni possibili nel minor tempo possibile anche nella nostra lingua.

  • tomita

    Non ho capito se questi miglioramenti nella comprensione e nelle risposte arriveranno anche per l’italiano…