Ring alza prezzi del piano Basic negli Stati Uniti, dobbiamo iniziare a temere anche noi?

L'obiettivo è spingere gli utenti a passare al piano Plus
Ring alza prezzi del piano Basic negli Stati Uniti, dobbiamo iniziare a temere anche noi?
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari

Ring di Amazon è uno dei sistemi di video sorveglianza più diffusi (qui trovate una nostra guida su come collegare Ring Doorbell ad Amazon Echo Show) e propone, oltre all'acquisto dei dispositivi, dei piani di protezione in abbonamento: gratuito, Basic e Plus.

La scorsa settimana, l'azienda ha annunciato l'arrivo di nuove funzionalità proprio per il piano Basic, almeno negli Stati Uniti, che consentirà, oltre alla cronologia video per 30 giorni e all'acquisizione di istantanee, anche il rilevamento di un pacco lasciato all'ingresso o di rumori tipo vetri rotti (oltre l'elenco completo). Il problema è che tutto questo avrà un costo, che farà lievitare l'abbonamento mensile da 3 a 3,99 dollari e quello annuale da 30 a 39,99 dollari. A questo punto, gli utenti hanno reagito inferociti.

Ovviamente l'obiettivo di Amazon è spostare i clienti con due o tre dispositivi (per cui era più conveniente avere più piani Basic) verso il piano Plus, cosa a cui saranno praticamente obbligati almeno quelli con tre. Negli Stati Uniti poi c'è anche il piano Pro, che offre ulteriori vantaggi. 

E da noi? Come abbiamo anticipato, l'aggiornamento dei prezzi, che partirà dal 1° luglio, è previsto solo negli Stati Uniti (anche se a sentire gli utenti inglesi è stato introdotto anche in UK). La pagina italiana non riporta nessuna novità, quindi noi possiamo stare tranquilli, ma se questo è l'inizio di un cambiamento generale, per quanto?

Via: The Verge
Fonte: Ring
Mostra i commenti