Secondo Amazon, Alexa sta iniziando ad annoiare gli utenti (con smentita)

Secondo Amazon, Alexa sta iniziando ad annoiare gli utenti (con smentita)
Vito Laminafra
Vito Laminafra

Dopo un grande boom degli smart speaker, sembrerebbe che gli utenti si stiano stancando degli assistenti vocali: in particolare, Amazon ha notato come il mercato legato ad Echo e Alexa sia cresciuto davvero di poco se confrontato ad altri anni.

Le stime del 2021 parlano di una crescita di solo l'1,2% per quanto riguarda il mercato dei dispositivi Echo: si tratta di un valore estremamente basso se confrontato con quanto visto gli scorsi anni, quando il mercato di Alexa cresceva anche del 15% e del 25%. Secondo l'azienda, le motivazioni di questo abbassamento d'interesse riguardano la privacy e la mole di funzioni disponibili su Echo.

Nell'ultimo periodo il tema privacy e sicurezza online è diventato molto importante e tantissimi utenti sono ora "spaventati" dalla possibilità di essere ascoltati tutto il tempo. Inoltre, le tante funzioni di Alexa (ma il problema riguarderebbe anche Google Assistant) sono spesso poco sfruttate, visto che la maggior parte dei possessori di smart speaker usa questi dispositivi solo per ascoltare musica o impostare promemoria.

Infine, in tanti si lamentano del fatto che gli assistenti vocali a volte facciano fatica a comprendere alcuni comandi (soprattutto se sono collegati a comandi precedenti) e dunque gli utenti sono "costretti" ad utilizzare lo smartphone invece che chiedere all'assistente.

Aggiorniamo l'articolo con la smentita di Amazon:

"The assertion that Alexa growth is slowing is not accurate. The fact is that Alexa continues to grow—we see increases in customer usage, and Alexa is used in more households around the world than ever before. Tens of millions of customers use Alexa every day, and we are as optimistic about Alexa's future today as we have ever been."

Via: Neowin
Mostra i commenti