I server di Smart Life crollano e le prese e le luci intelligenti lo sono un po' meno

I server di Smart Life crollano e le prese e le luci intelligenti lo sono un po' meno
Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti

È stata una notte e una giornata di tribolazione per i moltissimi possessori di accessori per la domotica controllati tramite l'app Smart Life. La maggior parte di questi prodotto sono venduti da brand di terze parti, ma il controllo è in tantissimi casi realizzato tramite questo software. Basta una semplice ricerca su Amazon, per scoprire quanti brand economici di illuminazione domotica utilizzino quest'app.

Il software controlla principalmente lampadine e prese intelligenti, ma sembra che i server siano diventati poco responsivi nel corso della notte e tanti utenti hanno ancora problemi a controllare le proprie luci, con casi in cui le luci rimangono forzatamente accese o spente (almeno finché le si alimenta, ovviamente). Un disservizio per qualcuno, una noia ben più grande per altri. Pensiamo a chi per esempio a chi ha installato interruttori controllati da Smart Life direttamente nel proprio impianto.

Il problema si ripercuote ovviamente anche per chi controllava queste luci tramite servizi come Alexa o Google Home. Dopo molte ore di silenzio l'azienda fa sapere che:

A causa di problemi di rete, potreste incontrare problemi con dispositivi disconnessi o non controllabili. Se succede, per favore provate a aggiornare la lista dei dispositivi o a riconnettere l'alimentazione.

Un messaggio un po' vago ma che immaginiamo significhi che il problema sia in via di risoluzione e possiamo confermarvi che già da qualche ora il nostro unico dispositivo "Smart Life" in possesso era già funzionante. Ma non tutti sembrano star avendo la stessa fortuna.

Aggiornamento 3 ottobre 2021

Ci arrivano molte segnalazioni riguardanti i server di Smart Life nuovo non accessibili.

Commenta