Adobe Spark, le funzioni per trasformare le immagini in slideshow

Adobe Spark, le funzioni per trasformare le immagini in slideshow
SmartWorld team
SmartWorld team

L'utilità di Adobe Spark è presto detta: permette di trasformare le immagini in slideshow animati. La versatilità è tale da permettere anche di adattare il contenuto creato alla piattaforma per cui verrà utilizzato l'output finale.

Prima di entrare nel dettaglio delle funzioni di Adobe Spark per trasformare le immagini in slideshow, ricordiamo che si tratta di una web app per PC, disponibile anche per smartphone e tablet Android e iOS. Si rivela versatile per la creazione di presentazioni con animazioni, testi e musiche e con estrema facilità in quanto sono sufficienti pochi click per fare un ottimo lavoro.

Come impostare un progetto in Adobe Spark

La prima cosa da fare per usare Spark è collegarsi al sito ufficiale ed effettuare il login, anche via Google, Apple, Facebook. L'alternativa è aggirare le piattaforme di terze parti e creare un nuovo account con la propria email. Dopo aver effettuato l'accesso compare una schermata con le varie funzioni di Spark. A quel punto non resta altro da fare che cliccare su Diaporama.

Prima di mettersi alla prova occorre però individuare il titolo della produzione. In termini pratici significa digitare un nome per il progetto e cliccare su Avanti. Quindi decidere il tema della presentazione, anche con i template predefiniti. Oppure cliccando su Inizia da zero. Il lavoro vero e proprio con nel diaporama inizia in questo momento. Compare una schermata minimale e al centro di ogni slide sono presenti quattro opzioni: Video, Testo, Foto e Icona. Cliccare sulla prima o sulla seconda per importare il primo contributo. Successivamente è possibile ritagliarlo e importarlo definitivamente nel progetto.

Sin da subito è permesso di aggiungere una scritta sul video o sulla foto. Per farlo cliccare sulla croce al centro, poi su Testo e quindi iniziare a digitare. L'utente può ridimensionare o cancellare il testo premendo sulle icone sopra all'area di editing. Per confermare le modifiche cliccare su un'area esterna e trascinare il testo per disporlo nel punto preferito.

Adobe Spark: layout, audio, stili e formati video

Tra le possibilità più interessanti offerte da Adobe Spark c'è la modifica del layout. In questo modo diventa possibile rendere più dinamiche le slide. Le opzioni disponibili sulla destra sono Schermo intero, Schermo diviso, Didascalia, Titolo e testo. Il passo in più è invece un altro ovvero l'aggiunta di una registrazione audio, ad esempio la voce da utilizzare per commentare il progetto. Per sfruttare questa opzione occorre cliccare sul pulsante rosso con l'icona del microfono al centro dell'area di editing e tenerlo premuto mentre si parla.

Ecco quindi i numerosi template per cambiare lo stile del progetto. Per farlo cliccare sulla voce Tema in alto a destra. Quindi scegliere tra gli stili diversi per font, colori dominanti e tipo di transizioni nella barra laterale. I differenti effetti di passaggio tra le slide possono essere modificati. Naturalmente tra i contenuti audio ci cono anche le canzoni. La libreria audio di Adobe Spark propone numerosi brani. Dopo aver scelto quello adatto, cliccare sulla voce Musica in alto a destra. Dopodiché occorre lavorare sul rapporto video. Basta un clic su Ridimensiona per decidere se creare un filmato in formato widescreen o nel formato quadrato.

Dai ringraziamenti al download dello slideshow di Adobe Spark

Ci sono ancora due passaggi da curare prima di concludere il lavoro di trasformazione delle immagini di Adobe Spark in slideshow animati. Proprio al termine del diaporama è infatti presente una slide dedicata ai ringraziamenti. L'edit è molto semplice: basta fare clic sulla scheda Ringraziamenti alla fine della timeline e selezionare i vari campi per modificarli. Per eliminarla, cliccare sui tre puntini della preview e scegliere Nascondi ringraziamenti.

Prima di scaricare il progetto, l'utente può naturalmente visualizzarlo online con un click sul pulsante Anteprima. Dopodiché è possibile salvarlo sul computer con il pulsante Scarica presente nella parte superiore dell'interfaccia. Il programma di navigazione avvia così il download dello slideshow, salvato in locale nel formato MP4. Per completezza, ricordiamo che Adobe Spark consente

  • il ridimensionamento delle immagini
  • la rimozione dello sfondo
  • la conversione da JPG a PNG
  • la conversione da PNG a JPG
  • il ridimensionamento dei video
  • il ritaglio di file video
  • il taglio di file video
  • l'unione di file video
  • l'inversione dei video
  • la modifica della velocità dei video
  • il rallentamento dei video
  • la conversione di video in GIF
  • la conversione in MP4
  • la conversione di MP4 in GIF
  • la conversione di GIF in MP4
  • la conversione di MOV in MP4

Mostra i commenti