Chrome, Firefox, Edge: impostazioni, trucchi ed estensioni per renderli più sicuri e veloci

Chrome, Firefox, Edge: impostazioni, trucchi ed estensioni per renderli più sicuri e veloci
SmartWorld team
SmartWorld team

Anche i programmi di navigazione nascondono impostazioni, trucchi ed estensioni che aiutano a rendere più soddisfacenti l'esperienza d'uso. Occorre andare a cercarli perché non sono immediatamente visibili, ma la loro utilità è evidente. Pensiamo ad esempio all'opzione di velocizzare l'apertura delle pagine oppure all'innalzamento del livello di sicurezza. Che si tratti di Microsoft Edge, Mozilla Firefox o Google Chrome c'è sempre qualcosa da scoprire.

Detto in altri termini, rispetto alle impostazioni di base, l'utente conserva un ampio margine di personalizzazione. Non c'è alcunché di segreto, ma semplicemente funzioni che difficilmente sono notate se non sono conosciute. Ecco allora alcuni degli stratagemmi più interessanti da provare.

Microsoft Edge: ripristino tasto Home e apertura più veloce delle pagine

A proposito di trucchi che si rivelano preziosi nell'ottimizzazione dell'esperienza di navigazione, ce n'è uno in Microsoft Edge che permette di ripristinare il tasto Home. In pratica, sul browser è disabilitato il pulsante con visualizzare la pagina iniziale. Poca roba? Fino a un certo punto perché potrebbe rallentare la navigazione in Rete. Basta quindi Cliccare sul pulsante Menu, selezionare la voce Impostazioni dal menu visualizzato, cliccare Visualizza impostazioni avanzate e mettere l'interruttore presente in corrispondenza della voce Mostra pulsante Home su Attivato. A questo punto, con il menu diventa possibile regolare il modo d'uso.

Al pari degli altri programmi di navigazione, pure Microsoft Edge consente di velocizzare l'apertura delle pagine web. Per farlo bisogna digitare about:flags nella barra degli indirizzi di Edge e premere Invio sulla tastiera. Quindi scorrere verso il basso la pagina visualizzata, e individuare la voce Abilita TCP Fast Open in corrispondenza della sezione Rete per poi apporre il segno di spunta sulla relativa casella. Dopodiché riavviare il browser per applicare le modifiche. L'abilitazione del protocollo consente di aumentare la velocità del caricamento delle pagine fino al 40%.

Mozilla Firefox: come aumentare le prestazioni del browser

Mozilla Firefox porta in dote una serie di impostazioni nascoste per migliorare le prestazioni del browser. Proviamo ad esempio a digitare about:config nella barra degli indirizzi e quindi a premere invio. Dopo aver cliccato su Accetto i rischi, possiamo usare la barra di ricerca in alto per individuare queste voci:

  • browser.download.animateNotifications
  • browser.fullscreen.animatebrowser.preferences.animateFadeIn
  • browser.tabs.animate

Ciascuna di esse fa apparire la dicitura false in corrispondenza della colonna Valore. L'utilità? Aumenta la velocità di navigazione in Rete. Le voci network.http.pipelining e network.http.proxy.pipelining permettono invece di fare apparire la voce true in Valore. In parallelo possiamo anche disattivare add-on e plug-in che non servono per guadagnare velocità nell'utilizzo di Firefox. Occorre cliccare sul pulsante Menu in alto a destra e quindi Componenti aggiuntivi e Estensioni o Plugin. A quel punto individuare l'elemento da rimuovere e cliccare sul pulsante per disattivarlo o quello con cui poter accedere alle opzioni e disabilitarne l'utilizzo.

Una curiosità: con Test Pilot è possibile provare in anteprima le nuove funzioni di Mozilla Firefox. Per farlo occorre digitare testpilot.firefox.com nella barra degli indirizzi, premere Invio e installare l'estensione Test Pilot.

Google Chrome tra stampanti sempre disponibili e comandi rapidi

Tra i punti di distinzione del programma di navigazione Chrome c'è il supporto a Google Cloud Print da parte delle nuove stampanti. Si tratta della tecnologia con cui stampare via web da ogni dispositivo. Il programma di navigazione di Mountain View integra questa opzione. Per sfruttarla, dopo aver collegato la stampante al computer, basta digitare chrome://devices nella barra degli indirizzi e premere Invio. A quel punto cliccare su Aggiungi stampanti sotto la voce Stampanti classiche. Quindi deselezionare tutte le opzioni di scelta, tranne la stampante da aggiungere e cliccare proprio su Aggiungi stampante.

Da una funzione all'altra, per forzare la chiusura di un sito basta premere Shift+Esc, andare nel menu e spostarsi in Altri strumenti/Task Manager. Sotto la voce Scheda sono elencati i siti, ma attraverso il task manager sono visualizzati i plug-in e le app attive in background. Per chiudere la pagina del sito preso di mira, ad esempio perché non risponde, basta selezionarla e cliccare Termina processo. Per bloccare la raccolta di dati di telemetria in Google Chrome, con tanto di ripercussioni sulle risorse impiegate, occorre digitare chrome://settings nella barra degli indirizzi. Quindi cliccare su Mostra impostazioni avanzate e togliere la spunta da Invia automaticamente a Google statistiche sull'utilizzo e rapporti sugli arresti anomali.

Commenta