Come aumentare il segnale del router Wi-Fi con la stagnola

Un pezzo di stagnola e un po' di tempo a disposizione: ecco tutto quello che vi serve per provare a migliorare il segnale del Wi-Fi!
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari
Come aumentare il segnale del router Wi-Fi con la stagnola

Avete problemi di segnale Wi-Fi debole in casa? Non è necessario cercare un nuovo router o un sistema mesh, ma potete provare una soluzione semplice ed economica, usando la carta stagnola!

Attenzione, però, prima di vedere come aumentare il segnale del router con la stagnola, ci sono alcune considerazioni da fare, anche perché potreste rischiare di peggiorare, e non migliorare la situazione.

L'idea nasce da un vero e proprio articolo scientifico del 2017, in cui alcuni ricercatori hanno scoperto che utilizzando una struttura creata con una stampante 3D e poi ricoperta di alluminio potevano migliorare il segnale di un router Wi-Fi in maniera economica.

La soluzione "casalinga" che proponiamo noi è forse meno efficiente, ma visto che si utilizzano materiali che avete in casa, perché non provare? 

Indice

Perché la stagnola migliora il segnale del Wi-Fi

Partiamo dal problema.

Idealmente, quando posizionate il router in una casa dovreste metterlo al centro, in modo da distribuire il segnale in maniera equa.

Certo, a questo punto possono intervenire altri aspetti a causare una degradazione del segnale o causare interferenze, come la distanza, i muri, o anche gli elettrodomestici (microonde, telecamere wireless o ricevitori TV satellitari). 

Cosa fare se il segnale è debole? Investire in un nuovo router, o in un amplificatore del segnale, in una rete mesh o in un Powerline. C'è però un metodo più economico: un foglio di stagnola.

Nel 2017, Xi Xiong e colleghi del Darmouth College hanno pubblicato un articolo in cui dimostrano che un semplice foglio di alluminio migliora la portata del segnale. 

In realtà questa non è una novità, da tempo si sa che i fogli di alluminio, che sono usati per l'isolamento termico, riflettono gli infrarossi e le onde elettromagnetiche dei segnali del Wi-Fi, che come qualsiasi altro tipo di onde radio, possono essere infatti riflessi e diretti.

Posizionando infatti strategicamente la carta stagnola intorno al router, potete creare un'antenna direzionale improvvisata per renderla più adatta al vostro ambiente.

I ricercatori però hanno quantificato questo fenomeno considerando il signal-to-interference ratio (SINR, una misura della capacità di un canale o sulla velocità di trasferimento delle informazioni nei sistemi di comunicazione wireless) e sviluppato un algoritmo che consente di creare una forma adatta per le esigenze. 

Quindi utilizzando questo algoritmo si può mettere un pannello rivestito di alluminio dietro un router per amplificare il segnale in certe zone e ridurlo in altre. Con l'effetto non solo di migliorare la portata, ma anche ridurre il rischio di intrusioni nella rete. 

Diminuendo il segnale in certe zone, come vicino alle finestre, è possibile rendere più difficile per persone all'esterno della casa connettersi al vostro punto di accesso.

Informazioni preliminari

Prima di vedere come usare la stagnola per migliorare il segnale del router, bisogna tenere presente che mettendo un foglio di stagnola lo bloccheremo in qualche modo.

Quindi, se volete che il segnale vada in qualunque parte della casa non è la soluzione per voi. Se invece il router è contro un muro perimetrale o volete aumentare il segnale in zone specifiche, allora potete provare a "puntarlo" dove avete effettivamente bisogno. Proprio come si farebbe con una torcia per illuminare un angolo e non l'intera stanza.

Tornando all'articolo, i ricercatori hanno messo un router al centro della stanza (immagine sotto) e verificato la portata del segnale Wi-Fi. 

segnale wi-fi in una stanza

Poi hanno deciso dove aumentare il segnale e dove invece diminuirlo, come si vede nell'immagine sotto.

stanze dove aumentare il segnale Wi-Fi

A questo punto, usando il loro algoritmo, creato testando diverse forme per le "antenne" di stagnola, hanno creato una antenna con una stampante 3D e l'hanno rivestita di stagnola. 

antenna per wi-Fi fatta con la stagnola

Quello che vedete è il risultato. 

router con antenna di stagnola per migliorare il segnale del Wi-Fi

Come aumentare il segnale del router con la stagnola

Come vedremo nel capitolo successivo, i risultati migliori si ottengono con una stampante 3D utilizzando lo strumento creato da Xi Xiong e colleghi, ma in mancanza del programma per creare l'antenna, potete provare a casa creandovene una fatta a mano.

Tagliate un pezzo di carta stagnola e modellatelo a forma di "C" o di antenna parabolica dietro le antenne del router. La cosa migliore è usare un cartoncino che serva da struttura e poi rivestirlo da entrambi i lati con la stagnola. Per modellarlo, potete usare una lattina o una palla.

Adesso posizionatelo in modo che la parte concava lo abbracci e sia indirizzata di fronte all'area mirata, assicurandovi che il lato lucido della carta stagnola sia rivolto nella direzione in cui volete aumentare il segnale. Questo aiuterà a dirigere i segnali verso i dispositivi.

Nel caso il router sia al centro della casa, potete provare a indirizzare il segnale usando un'antenna a forma di "S" e non di "C", un po' come quella dell'articolo.

Potete sperimentare eseguendo più test di rete per vedere se le cose sono migliorate. Per configurare questo potenziatore di segnale, è fondamentale tenere a mente la posizione del router, il layout della casa e le parti della casa dove volete aumentare il segnale.

Un'alternativa ancora più efficace

wiprint router wi-fi

I ricercatori del Dartmouth College nel New Hampshire hanno dimostrato come, tenendo conto di calcoli adeguati per un ambiente, potevano stampare in 3D un'antenna utilizzando un programma chiamato WiPrint che tenesse conto della disposizione delle stanze nell'appartamento, della posizione del router, delle aree in cui si desidera che il segnale aumenti e delle aree in cui si desidera che diminuisca. E poi rivestirla di stagnola.

Nel complesso, sono stati in grado di migliorare la potenza del segnale, in alcune aree, fino al 55,1%, e di indebolirlo in altre fino al 63,3%, dimostrando che il concetto almeno funziona.

I ricercatori hanno inoltre spiegato che pur funzionando anche con rame o argento, l'alluminio è molto efficace, e costa meno. Purtroppo, nonostante il lavoro sia stato presentato nel 2017, WiPrint non è stato rilasciato al pubblico, quindi non c'è modo di usarlo per creare una versione ottimizzata dell'antenna per il Wi-Fi. 

Tips, tricks e news!
Tutto il meglio della tecnologia in video brevi!
Seguici