Come avere le nuove emoji su Android 2022

Come avere le nuove emoji su Android 2022
Antonio Lepore
Antonio Lepore

Sempre più spesso comunichiamo attraverso le emoji, le quali riescono a sintetizzare quasi sempre in maniera perfetta ogni nostro pensiero ed emozione. Difatti, ci sono quelle che esprimono felicità, ansia e tristezza; quelle che comunicano il nostro assenso o dissenso verso una proposta e quelle che, invece, simboleggiano un alimento oppure un drink.

Inoltre, con il trascorrere del tempo, sono state rilasciate nuove emoji, per la conseguente gioia degli utenti che, in questo modo, possono risparmiare un po' di tempo per la scrittura di un messaggio: spesso, infatti, è sufficiente rispondere con un'emoji.

In questa guida, quindi, vedremo quali passaggi occorre seguire per avere sempre a disposizione sui nostri cellulari le ultime emoji disponibili.

Indice

Cosa sono le emoji

Le emoji, così come spiegato su Wikipedia, sono dei piccoli simboli pittografici, la cui popolarità è particolarmente esplosa sul finire degli anni '90, in particolare modo in Giappone.

Sono particolarmente utilizzate sugli smartphone – grazie ad app di messaggistica piuttosto note come WhatsApp – ma anche su PC.

A proposito di emoji, se volete più chiarimenti su cosa significhi una determinata emoji, può tornare utile visitare questo elenco contenente tutte le emoji (versione 14.0). Dare una lettura, infatti, può rivelarsi prezioso per capire se, eventualmente, utilizziamo un'emoji nel contesto giusto oppure no.

Dopo aver spiegato in maniera sintetica cosa siano le emoji e come scoprire il loro significato, è il caso di capire come poter aggiornare il set di emoji a nostra disposizione. Non di rado, infatti, sia su Android che su iOS vengono rilasciate nuove emoji, così come accade su diverse applicazione, come ad esempio WhatsApp.

A riguardo, sul finire del 2021, la nota app di messaggistica si aggiornò con nuove emoji più inclusive. Tra queste, infatti, furono rilasciate due nuove emoji per rappresentare le coppie omosessuali, compatibili con la personalizzazione della tonalità della pelle già da tempo disponibile su WhatsApp.

Tra l'altro, sia su Telegram che su WhatsApp, da qualche mese, è possibile utilizzare le emoji anche per reagire ai messaggi. Insomma, nella nostra quotidianità stanno assumendo sempre più importanza.

Ma ora, torniamo alla domanda di partenza: come si possono aggiornare le emoji? La prima risposta in merito consiste nell'aggiornare il sistema operativo del nostro cellulare Android all'ultima versione. Si tratta del primo passo da effettuare visto che quando il Consorzio Unicode – ovvero l'organizzazione no-profit che cura lo sviluppo delle emoji – ne rilascia di nuove è necessario che i vari sistemi operativi che includono questi simboli vengano aggiornati.

Per aggiornare i dispositivi, nel caso di dispositivi Android, è sufficiente:

  • Recarsi in "Impostazioni";
  • Premere su "Sistema";
  • Premere su "Aggiornamento sistema".

In alcuni casi, ad esempio Samsung, dopo aver effettuato l'accesso alle impostazioni, è sufficiente premere sull'apposita voce "Aggiornamenti software".

Può capitare, infine, che il vostro dispositivo non è più supportato dall'azienda produttrice.

In poche parole non riceverà più alcun aggiornamento software. In questo caso, può tornare utile procedere all'installazione di una custom ROM, una procedura che però può arrecare vari pericoli al vostro cellulare.

Come aggiornare le emoji delle app

Per poter utilizzare sempre le emoji più recenti, è importante anche aggiornare le diverse app che contemplano l'utilizzo degli smile. Come abbiamo già detto in precedenza, tra queste rientrano certamente app di messaggistica come WhatsApp, Telegram e Facebook Messenger.

Dunque, è fondamentale procedere all'aggiornamento dei software che abbiamo installato sui nostri dispositivi. Per portare a termine con successo questa operazione in maniera manuale su cellulare Android, ad esempio Samsung oppure Xiaomi, occorre:

  • Accedere al "Play Store";
  • Premere sull'icona del nostro profilo in alto a destra;
  • Premere su "Gestisci app e dispositivo" e poi su "Aggiorna tutto".

Tra le app di cui monitorare gli aggiornamenti, rientra anche quella della tastiera che utilizziamo.

Difatti, gli emoji utilizzati ad esempio dalla tastiera Gboard non sempre sono gli stessi di quelli disponibili su WhatsApp. E sempre a proposito della tastiera, potrebbe capitare che non vi consentirà di utilizzare le emoji. In tal caso occorre aprire la tastiera- ad esempio la Gboard di Google – e cliccare su Impostazioni (l'icona con la rotellina). Da qui è sufficiente:

  • Premere su "Emoji, adesivi e GIF";
  • Mettere la spunta accanto alla voce "Emoji".

Dunque, fino ad ora abbiamo compreso l'importanza di aggiornare sia il sistema operativo che le varie applicazioni così da poter utilizzare le emoji più recenti. Ora non ci resta che sciogliere un ultimo dubbio: è possibile utilizzare le emoji presenti su iPhone su Android? Ebbene, la risposta è "nì".

Ci spieghiamo meglio: sconsigliamo l'utilizzo di tastiere di parti terze piuttosto diffuse sul Play Store. Difatti, non sempre rappresentano il "top" sotto il piano della sicurezza.

Quindi, non perdendoci troppo in chiacchiere, un modo sicuro sarebbe quello di creare, ad esempio, i "Memoji" di iOS – ovvero le tipiche emoji di Apple – direttamente dall'iPhone o iPad di un vostro amico o famigliare e di inviarli tramite WhatsApp sul vostro telefono Android.

In questo modo, infatti, potrete utilizzarli senza dover necessariamente installare tastiere di terze parti o software potenzialmente pericolosi per il vostro dispositivo. Insomma, a riguardo occorre prestare la massima attenzione.

Mostra i commenti