Come condividere lo schermo su WhatsApp

WhatsApp ha recentemente lavorato a un aggiornamento che presto consentirà a tutti di condividere lo schermo durante una videochiamata: vediamo come fare
SmartWorld team
SmartWorld team
Come condividere lo schermo su WhatsApp

Negli ultimi tre anni la condivisione dello schermo durante le videochiamate è diventata una funzionalità molto apprezzata non soltanto per questioni personali, ma anche lavorative. Molte applicazioni consentono di farlo, così da facilitare la comunicazione in caso di presentazioni o comunque di situazioni in cui uno dei partecipanti alla chiamata ha la necessità di mostrare agli altri cosa vede sul suo schermo.

Anche WhatsApp si è unito alla lista delle app che supportano questa funzionalità, complice un nuovo aggiornamento (per ora disponibile solo nelle versioni beta di WhatsApp su Android e Windows, e neanche per tute) che consentirà a chi usa l'app della galassia Meta per fare videochiamate di condividere lo schermo. Vediamo allora come fare, ma prima vi ricordiamo come fare una videochiamata col cellulare.

Indice

Cosa vuol dire condividere lo schermo

Prima di spiegare come condividere lo schermo su WhatsApp (il procedimento è semplice, ed è stato spiegato dal sito statunitense wabetainfo.com in anteprima), è bene ricordare cosa significa condividere lo schermo e perché è utile.

Condividere lo schermo con qualcuno significa mostrare in tempo reale tutto ciò che viene visualizzato sul proprio dispositivo, che si tratti di uno smartphone, di un tablet o di computer, ad altre persone durante una videochiamata. Quando si condivide lo schermo, la propria attività sul dispositivo viene registrata e trasmessa agli altri partecipanti alla chiamata. Questo significa che le persone con cui si sta condividendo lo schermo possono vedere tutto ciò che accade sul dispositivo, inclusi i messaggi, le mail, le applicazioni, le presentazioni e qualsiasi altra cosa si stia stia visualizzando o facendo sullo schermo.

Questa funzione può essere utile in molte situazioni, perché consente di revisionare e collaborare a documenti, mostrare una presentazione, insegnare qualcosa a distanza o ricevere assistenza tecnica mostrando il problema direttamente sul proprio schermo. Chiaramente, la condivisione dello schermo comporta una particolare attenzione a ciò che si sta facendo sul proprio dispositivo, per evitare di condividere inavvertitamente informazioni sensibili, private o personali.

Come condividere lo schermo su WhatsApp

Ricordato cosa significa condividere lo schermo, possiamo passare a illustrare come, tra qualche tempo, chiunque usi WhatsApp potrà farlo anche da app, semplicemente avviando una videochiamata.

Per condividere lo schermo su WhatsApp bisogna:

  • Aprire WhatsApp
  • Scorrere le chat e individuare il contatto con cui si vuole avviare la videochiamata
  • Una volta avviata, nella parte inferiore del display dovrebbe apparire l'icona di condivisione dello schermo (un telefono con una freccia)
  • A questo punto è necessario confermare che si desidera condividere lo schermo
  • Toccare "Stop Sharing", "Stop alla condivisione" ogni volta che si desidera interrompere la condivisione dello schermo
  • La condivisione dello schermo viene comunque interrotta quando si interrompe la chiamata

App che consentono di condividere lo schermo

Come detto, al momento la condivisione dello schermo su WhatsApp non è disponibile per tutti gli utenti che utilizzano l'app. Ci sono però diverse altre applicazioni che già consentono di condividere lo schermo su dispositivi mobili e computer. Tra le più diffuse e utilizzate ci sono:

  • Zoom: la popolare piattaforma di videoconferenza consente di condividere lo schermo durante le videochiamate o le riunioni virtuali
  • Microsoft Teams: Teams è un'applicazione di comunicazione e collaborazione di Microsoft che supporta la condivisione dello schermo durante le videochiamate e le riunioni di gruppo
  • Skype: anche l'app di messaggistica e chiamate vocali e video permette di condividere lo schermo durante le chiamate
  • Google Meet: è il servizio di videoconferenza di Google, che consente di condividere lo schermo durante le riunioni virtuali.
  • Webex: app di videoconferenza e collaborazione di Cisco che supporta la condivisione dello schermo durante le chiamate e le riunioni
  • TeamViewer: software che consente di accedere in remoto ad un altro dispositivo e di condividere lo schermo per fornire assistenza tecnica o collaborare

Altre guide su WhatsApp

Mostra i commenti