Come configurare una TV con Android

Che sia Android TV o Google TV non cambia molto: ci vogliono un telefono Android o iPhone con l'app Google o Google Home, oppure tanta pazienza.
Nicola Ligas
Nicola Ligas Tech Master

Configurare una nuova TV con Android può sembrare un processo relativamente semplice, soprattutto a chi già mastichi quotidianamente tanta tecnologia, ma non è così per tutti, e siccome ci sono diversi passaggi da compiere, alternandosi fra telefono e televisore, in questa (video) guida andremo a esplorare tutti i vari modi per configurare un televisore (o un box) con Android TV o Google TV, sia usando l'app Google Home o l'app Google (a seconda del caso), disponibili per Android ma anche per iPhone, che direttamente dal televisore stesso, senza l'ausilio di alcun telefono. Prima di cominciare vi ricordiamo i nostri articoli dedicati a come funziona Google TV, quali sono i migliori Android TV e i migliori TV box in commercio, almeno avrete già un'ottima base di partenza.

Indice

Come configurare una TV con Android

I passaggi per configurare una Android TV o una Google TV sono molto simili tra loro, ma possono comunque differire un po' a seconda del caso.

Il software non è sempre lo stesso, i produttori sono diversi, e quindi qualcosa qua e là può cambiare. In linea di massima comunque ci sono sempre delle istruzioni a schermo, in italiano, che dovrebbero aiutarvi. Cercheremo comunque di coprire ogni caso possibile; in ogni caso il video a inizio articolo, che vi invitiamo comunque a guardare come prima cosa, dovrebbe togliere eventuali dubbi residui.

In particolare in alcuni casi sarà prima necessario accoppiare il telecomando alla TV o al box esterno (questo nel caso il telecomando fosse solo Bluetooth). Questo passaggio è ovviamente necessario perché senza telecomando non potrete interagire in alcun modo con la TV, pertanto è obbligatorio. Si tratta di tenere premuti un paio di pulsanti (solitamente freccia indietro e tasto home - quello con la casina) per circa 5 secondi. Dovete comunque seguire per forza le indicazioni a schermo in questo caso, perché i pulsanti da premere potrebbero differire o la procedura stessa potrebbe essere lievemente diversa.

Nel caso di molti TV con sistema operativo Android, questo passaggio non è necessario, dato che si presenta soprattutto nel caso di box TV esterni.

Una volta che il telecomando sarà in grado di interagire con la TV, localizzate il cerchio direzionale. Ormai un po' tutti i telecomandi, per quanto diversi tra loro, dispongono o di un cerchio con al centro un pulsante, o di quattro frecce con al centro un pulsante. Il concetto non cambia: il cerchio/frecce vi servono per muovervi su / giù / destra / sinistra nell'interfaccia, mentre col tasto OK confermate l'opzione scelta. E durante la configurazione iniziale sarà tutto uno scegliere opzioni e confermare: siete avvertiti!

La prima parte della configurazione è quindi piuttosto lineare: dovrete scegliere la lingua (c'è sempre l'italiano) da un lunghissimo elenco, e successivamente l'area geografica. Vi spostate con le frecce e confermate con il tasto centrale. Dopo pochi passaggi arriverete al primo vero snodo fondamentale.

Potete infatti procedere nella configurazione vera e propria in tre modi: con l'app Google Home, con l'app Google, o senza telefono. Le prime due opzioni in realtà non le potete decidere voi: sarà la TV / box a dirvi se usare una o l'altra, a seconda del software al suo interno. Nel caso in cui non voleste usare alcuna app, sarà sempre presente un'opzione per proseguire direttamente solo col televisore. La differenza è che, in quest'ultimo caso, dovrete inserire password e altri dati con il telecomando, spostandovi su una tastiera a schermo (procedura lenta), mentre in caso contrario farete tutto dal telefono (procedura veloce). Vediamo quindi le differenze principali tra le due app.

Con Google Home (Android e iPhone)

Nel caso di configurazione tramite app Google Home (scaricabile da qui per Android e da qui per iPhone), dovrete avviare l'app e se siete fortunati troverete subito una notifica, o comunque un avviso all'interno dell'app, che vi invita a configurare un nuovo dispositivo.

Se così non fosse, premete in alto a sinistra sul tasto + e selezionate "configura dispositivo" e successivamente "nuovo dispositivo", scegliendo poi la casa in cui andrete a installarlo tra quelle in elenco (eventualmente createne una nuova se volete).

Partirà la ricerca automatica di nuovi dispositivi, che dovrebbe durare pochi secondi e trovare subito la TV / box da configurare, e al termine dovrete inquadrare con lo smartphone il codice QR che è mostrato sul televisore. Da lì in poi è tutta discesa, nel senso che trasferire la connessione Wi-Fi del telefono sulla TV sarà questione di pochi tap, così come copiare il vostro account Google sul televisore. Basterà seguire le istruzioni sullo schermo del telefono, e confermare via via i vari passaggi, al massimo inserendo il metodo di sblocco dello smartphone per confermare il trasferimento.

Alla fine vi verranno anche proposte una serie di app da installare sulla TV, che potrete scegliere a piacimento, e da ultimo dovrete decidere se usare o meno l'Assistente Google sulla TV, oltre a confermare una serie di opzioni di privacy.

Sono tutte cose che possono essere cambiate anche in un secondo momento, a configurazione terminata, quindi sentitevi pure liberi di negare (o confermare) tutto senza troppi indugi, perché in ogni caso non è niente di definitivo.

Con Google App (Android e iPhone)

In alternativa all'app Google Home, la vostra TV / box potrebbe proporvi di usare l'app Google (qui il download per Android, qui quello per iPhone). La procedura è simile ma non identica. Se sapete come avviare l'assistente Google è sufficiente farlo e poi dirgli "configura il mio dispositivo"; in alternativa potete avviare l'app Google e cliccare sul microfono nella barra di ricerca, dicendo la stessa frase. Potete anche scrivere "configura dispositivo" nella barra di ricerca, per evitare di dover parlare.

In ogni caso partirà una procedura automatica, che non prevede di inquadrare un QR code ma solo di confermare un codice alfanumerico mostrato sulla TV, e da lì in poi è come usare l'app Google Home.

Dovrete cioè scegliere la rete Wi-Fi a cui collegare la TV e successivamente trasferire l'account Google, esattamente con le stesse modalità, inclusa la configurazione finale di Assitente e app.

Senza telefono

Se non aveste uno smartphone Android o iPhone a portata di mano, o se proprio non lo voleste usare, potete procedere anche selezionando l'opzione "configura sulla TV" tramite il telecomando. I vari passi da compiere in linea di massima non cambiano, cambia però il metodo di input. In particolare dovrete inserire la password del Wi-Fi e i dati di login del vostro account Google tramite il telecomando, cioè spostandovi con le frecce su una tastiera virtuale che comparirà sulla TV. Non è niente di difficile, è solo una procedura lunga e prona agli errori, che allungheranno ancora di più i tempi.

La selezione delle app da installare, e tutte le varie opzioni per Assistente e privacy saranno sempre presenti: dovrete solo confermarle sullo schermo della TV, tramite i soliti tasti del telecomando.

Tutte le news sulla tecnologia su Google News
Ci trovi con tutti gli aggiornamenti dal mondo della tecnologia
Seguici