Come creare un bot Telegram: guida passo per passo

Bastano poche e mirate azioni per creare un bot Telegram funzionante e di successo. Ecco come fare e alcuni consigli utili per ottimizzarlo
Come creare un bot Telegram: guida passo per passo
SmartWorld team
SmartWorld team

Telegram è una delle più popolari applicazioni di messaggistica istantanea. Oltre alle conversazioni con amici e conoscenti, parenti e colleghi di lavoro, permette di creare bot. Questi programmi si rivelano strategici soprattutto sul fronte lavorativo per via delle numerose facilitazioni che sono in grado di offrire. Pensiamo alla possibilità di inviare una risposta automatica a una richiesta di contatto che arriva nel cuore della notte e dunque non facilmente gestibile in tempo reale. Oppure alle opzioni di lanciare campagne promozionali in un periodo dell'anno particolarmente fecondo o di automatizzare i processi aziendali.

Gli utenti possono interagire con i bot inviando messaggi, comandi e richieste. In buona sostanza, i bot di Telegram sono chat di terze parti che in molti casi possono migliorare e completare il servizio proposto. I passaggi da seguire per creare un bot Telegram sono basilari e non richiedono grandi conoscenze tecniche. Sono cioè alla portata di tutti. Non ci resta che esaminarli.

Indice

Il prerequisito fondamentale per creare un bot Telegram

C'è un grande vantaggio operativo che deriva dalla creazione di un bot Telegram. A differenza delle app o di qualunque altro tipo di software, non ha bisogno di essere scaricato, installato e periodicamente aggiornato. In pratica, dettaglio di primaria importanza, non occupa spazio nella memoria del terminale. Allo stesso tempo, Telegram consente di avere più bot integrati nella stessa chat così da soddisfare esigenze multiple.

C'è però un prerequisito fondamentale di cui tenere conto quando si tratta di creare un bot Telegram: è necessario che il sito web sia abilitato con il protocollo https, l'unico con cui Telegram riesce a comunicare. Ricordiamo che https (hypertext transfer protocol secure) è il protocollo per la comunicazione su Internet che protegge l'integrità e la riservatezza dei dati scambiati tra i computer e i siti.

Perché creare un bot Telegram

I campi di applicazione di un bot Telegram che giustificano la sua creazione sono sterminati fino a raggiungere più aree di business. Provando a fare solo alcuni esempi, un bot Telegram aiuta ad automatizzare le attività ripetitive, a raccogliere dati sui clienti su cui effettuare mirate campagne di marketing, ad aumentare la presenza online.

Entrando più nello specifico di un caso concreto, i clienti di un negozio hanno spesso bisogno di un supporto al di fuori dell'orario lavorativo e qui entra in funzione il bot per rispondere alle domande frequenti, aiutarli a effettuare ordini e persino a fissare un appuntamento. La logica di questo strumento è presto detta: più comandi si impostano, più intelligente, utile e completo sarà il bot. Quando l'utente interagisce con il bot, la comunicazione avviene secondo uno scenario predefinito basato sui trigger e sulle parole chiave configurate.

Bot su Telegram, come fare a crearlo

La prima azione da compiere per creare un bot Telegram è avviare l'applicazione di messaggistica istantanea sul device. A seconda delle impostazioni, potrebbe essere necessario aggiungere una password per accedere al proprio account. Il passo successivo è connettersi a BotFather. Si tratta del bot sviluppato da Telegram che consente agli utenti di creare altri bot. Per farlo, cliccare nel campo di ricerca nell'angolo in alto a sinistra di Telegram. Quindi cercare BotFather e selezionarlo dal menu. Per accedere, fare tap sul pulsante Start nella parte inferiore dello schermo.

A questo punto dovrebbe comparire un muro di testo con un elenco di comandi. Quello da utilizzare è /newbot: andare avanti e selezionarlo. BotFather chiede di nominare il nuovo bot. Basta digitare il nome nella finestra del messaggio e quindi premere il tasto Invio. Il passaggio successivo è invece l'aggiunta di un nome utente. Per farlo, digitare il nome nella casella di testo e premere Invio. Affinché sia valido, il nome utente deve terminare con la parola bot. Dopo aver creato il nome utente del bot, BotFather fornisce un token univoco per accedere all'api https. Il suggerimento è di copiare il token e conservarlo in un luogo sicuro per utilizzi futuri.

Come deve essere configurato un bot Telegram di successo

La creazione di un bot Telegram non si ferma con l'ultima fase della programmazione. Affinché sia davvero utile e funzionale dovrebbe avere una denominazione che rappresenti ciò che fa realmente. In pratica quando leggiamo il nome, l'utente dovrebbe immediatamente rendersi conto di cosa si tratta. Dovrebbe offrire opzioni chiare in modo che ogni volta che qualcuno entra possa trovare rapidamente quello che sta cercando.

La possibilità di impostare diverse lingue è un plus da tenere in considerazione per sviluppi futuri o per allargare sin da subito il perimetro di coinvolgimento di nuovi utenti. Oltre a essere user-friendly, il bot Telegram deve essere funzionale. Deve cioè rispettare ciò che promette in pochi passaggi e consentire di accedere alle informazioni e soddisfare il bisogno espresso o latente dell'utente di Telegram.

Mostra i commenti