Come evitare il surriscaldamento della batteria dello smartphone

Sono tanti i motivi che provocano il surriscaldamento batteria smartphone. Ecco quali sono, come evitarli e prolungare la vita dei nostri dispositivi
Come evitare il surriscaldamento della batteria dello smartphone
SmartWorld team
SmartWorld team

Alle prese con il surriscaldamento dello smartphone? Niente paura, cerchiamo di venirne a capo. La prima cosa da fare è definire con precisione cosa significa "surriscaldamento della batteria dello smartphone". Non basta un semplice aumento della temperatura, avvertibile con il contatto, per poter far suonare un campanello d'allarme.

È normale che un device in uso si scaldi con l'utilizzo o anche semplicemente perché è in corso il download o l'aggiornamento di un'app. La temperatura può raggiungere, a seconda del modello, tra 36 e 44 gradi senza che il dispositivo venga danneggiato.

D'altra parte, uno smartphone che si surriscalda senza una ragione apparente, anche e soprattutto se avviene con una certa regolarità, dovrebbe essere un segnale da tenere in considerazione e da non sottovalutare per preservarne la salute.

Indice

Processore o chip grafico iper utilizzati: causa più comune del surriscaldamento batteria smartphone

La prima causa del surriscaldamento batteria smartphone è l'intenso utilizzo di software o applicazioni che sfruttano in modo considerevole il processore o il chip grafico del device. Giocare ai videogiochi per un lungo periodo di tempo, soprattutto quelli più impegnativi, può infatti causare con molta rapidità il surriscaldamento del telefono.

Lo streaming è un altro dei motivi del surriscaldamento di un dispositivo: con il proliferare di contenuti facilmente accessibili su smartphone come Netflix, Amazon Prime Video o anche YouTube e Vimeo, sono innumerevoli le occasioni per cui l'uso dello schermo o la luminosità finiscano per incidere sulla temperatura generale. Non serve alcuna misurazione perché è sufficiente impugnare il terminale o stendere la mano lungo lo chassis per rendersene conto.

Surriscaldamento batteria smartphone, attenzione ai malware

Il surriscaldamento dei batteria smartphone potrebbe derivare da una causa di cui non si conosce l'esistenza. E qui la questione diventa più preoccupante. Le ragioni possono essere numerose, ma tra le più comuni c'è la presenza di malware all'interno del device. Alcuni utilizzano una parte significativa delle funzionalità del dispositivo anche quando è in stand-by.

Fortunatamente per gli utenti iPhone, questo tipo di problema è in genere più comune su Android. Apple con iOS non consente generalmente di installare software diversi da quelli convalidati dall'App Store e i controlli sono più rigidi. Tuttavia la prudenza non è mai sufficiente e il consiglio è di verificare sempre con estrema consapevolezza se le app da installare sul proprio device siano davvero utili e se siano certificate. Anche informalmente dalla comunità degli utenti che rilasciano una recensione.

L’importanza di aggiornare app e software

Al di là della presenza di malware o dell'installazione di app inutili in quanto poco utilizzate, le applicazioni dovrebbero essere aggiornate regolarmente. Gli update consentono alle app e allo smartphone in generale di rimanere ottimizzati nel migliore dei modi, limitando le possibilità del surriscaldamento.

I software non più utilizzati possono essere forzatamente arrestati o anche disinstallati per evitare di utilizzare inutilmente le funzionalità dello smartphone. Ricordiamo infatti che conserviamo sempre la possibilità di installare le app una seconda o una terza volta. Proprio la mancata ottimizzazione del dispositivo è infatti una delle cause ricorrenti del surriscaldamento della batteria dello smartphone. In pratica, l'aggiornamento regolare del sistema operativo dello smartphone e delle applicazioni consente al processore di non dover gestire elementi non ottimizzati. Il cellulare sarà così in grado di produrre meno calore.

Come ricaricare lo smartphone per evitare surriscaldamento batteria

È necessario prestare attenzione alla fase della ricarica dello smartphone. Spesso trascurata è in realtà un passaggio fondamentale per la conservazione del device nel lungo periodo. Fare quindi attenzione alla scelta del caricabatterie affinché sia in buone condizioni e compatibile.

Evitare quindi di posizionare lo smartphone su una superficie che trattiene il calore, come il letto. C'è anche chi sconsiglia di utilizzare lo smartphone durante il processo di ricarica per evitare il surriscaldamento ma anche il danneggiamento della batteria. Tra l'altro la ricarica sarà più rapida e la vita dello smartphone si allungherà.

Disabilitare gli strumenti non utilizzati

Un modo utile per consentire al telefono di raffreddarsi è disabilitare alcuni strumenti che non servono così da limitare il numero di attività per il processore. Ad esempio, Wi-Fi, bluetooth o geolocalizzazione. L'attivazione della modalità aereo può anche permettere di abbassare la temperatura interrompendo tutte le connessioni allo smartphone. In questo modo si utilizza meno energia e il dispositivo è in grado di raffreddarsi più rapidamente.

Altri consigli per evitare il surriscaldamento della batteria dello smartphone

La luce forte del display può causare il surriscaldamento del dispositivo. La riduzione della luminosità consente quindi di abbassare la temperatura, oltre che risparmiare sul consumo della batteria.

Spegnere o riavviare il telefono può essere una soluzione drastica ma necessaria se il surriscaldamento è abbastanza significativo. Quando il telefono è spento, non viene infatti più rilasciata energia dal dispositivo e la temperatura diminuisce gradualmente. Il riavvio del dispositivo può anche correggere alcuni piccoli problemi software che potrebbero influire sul surriscaldamento.

Mostra i commenti