Come fare uno speedtest affidabile (per davvero)

Emanuele Cisotti -

Fare uno speedtest è molto semplice, basta aprire uno dai tantissimi siti che permettono di farlo (da Google, a Fast per il famoso speed test di Ookla) e premere su Start. Ma non è così semplice come sembra. Uno speed test è un test della tua velocità internet e viene fatto inviando una grande quantità di grandi pacchetti fra il tuo browser e il server dello speeedtest. Ci sono però tantissime variabili e uno speedtest nel proprio browser è influenzato da tantissimi fattori: computer, sistema operativo, browser, app in esecuzione, tipo di connessione (Wi-Fi/ethernet), qualità della connessione domestica, modello di router, interferenze, distanza dalla cabina della fibra/ADSL e ancora tanti altri. Per questo fare uno speedtest è semplice, ma farne uno affidabile lo è decisamente meno. Tranquilli però adesso vi spieghiamo come farne uno.

Che dispositivo usiamo?

Prima di tutto per fare uno speedtest affidabile si dovrà usare un PC, che sia Windows o MacOS. Questo perché gli smartphone e i tablet si connettono solo in Wi-Fi e il Wi-Fi, soprattutto quando si parla di Fibra FTTH, non raggiunge mai la massima velocità possibile, oltre a soffrire di interferenze.

Preparare la rete per uno speed test.

Dovrete poi spegnere tutti i dispositivi che sono connessi al vostro router. E quando intendiamo tutti vogliamo dire proprio tutti. Anche quelli che non fanno uso della rete in quel momento o mai. Spegnete quindi smartphone, tablet, stampanti, smart TV, luci smart, assistenti vocali, smartwatch e qualsiasi altro prodotto che sia dotato di Wi-Fi. Basta un solo prodotto che per qualche ragioni tenga occupato il router più del dovuto e il test sarà falsato. Un riavvio del router poi non può fare male. Anche loro hanno software all’interno e questo potrebbe incantarsi a volte.

Prepare il computer per uno speed test.

Come per la rete anche il PC deve essere sgombro il più possibile da qualsiasi processo. Cercate quindi di chiudere tutte le app aperte e tutte le applicazioni in esecuzione in background, andando a spulciare fra quelle nei servizi della barra di Windows e MacOS. In più il vostro computer dovrà essere connesso tramite ethernet al vostro PC e dovrà essere connesso direttamente, non tramite cablaggi casalinghi, powerline o simili. Il cavo ethernet dovrà essere di categoria 6 (c’è stampato sopra) e il router dovrà avere una porta gigabit per le connessioni in fibra. Ma questo (se state usando il router del vostro operatore) lo daremo per scontato.

Speedtest da linea di comando

Siamo pronti a eseguire il test di velocità, ma lo faremo da linea di comando e non da browser.

Per prima cosa scaricate SpeedTest CLI a questo link. Estraete il pacchetto ZIP e entrate nella cartella dove troverete due file speedtest (uno exe e uno md).

Potreste semplicemente fare doppio click sul file exe, ma questo eseguirebbe il test su un server a caso. Noi vogliamo invece usarne uno specifico. Fate click nella barra degli indirizzi (quella che nello screenshot contiene “Questo PC”), digitate cmd e date invio. Si aprirà un terminale che punta già alla cartella corretta.

Il comando che dovrete dare sarà speedtest -s seguito dal codice del server che vogliamo usare per i test. Noi vi consigliamo Vodafone e EOLO di Milano, rispettivamente con gli ID 4302 e 11427. Il codice completo da usare sarà quindi per esempio speedtest -s 4302 .

In questo modo avrete appena eseguito lo speedtest più affidabile che potevate fare. I numeri che vi interessano sono ovviamente Latency (ovvero il ping), Download e Upload.

E per MacOS?

Per MacOS l’installazione di Speedtest CLI richiede un passaggio in più. Prima di tutto dovrete installare il gestore di pacchetti Homebrew. Andate sul sito e incollate la riga che c’è in home page nel Terminale di MacOS. Al momento la linea di codice è

/bin/bash -c "$(curl -fsSL https://raw.githubusercontent.com/Homebrew/install/HEAD/install.sh)"

ma vi consigliamo di controllare voi stessi se non fosse cambiata nel tempo.

Dopodiché eseguite questi tre comandi sempre da terminale:

brew tap teamookla/speedtest
brew update
brew install speedtest --force

A questo punto Speedtest sarà installato e potrete eseguire i comandi che avete visto sopra, come per esempio speedtest -s 4302 .

  • marcello

    ammettiamo di aver letto solamente meta’ dell’articolo | post ma non abbiamo ritrovato quell’informazione che e’ forse la piu’ importante. quanto tempo dovremo dedicare a questa particolare attivita’ ?
    una giornata di lavoro sara’ sufficiente per completare tutte quelle fasi descritte ?

    • Tutto dipende da se si sa leggere l’italiano. Si va dai 5 minuti ai 5 anni. Dipende dalla scolarizzazione 🙂

  • marcello

    il nostro riferimento al tempo che dovremmo impegnare tiene ancora conto del tempo necessario per eseguire ” download ” del ” gestore di pacchetti ” [ homebrew ] ed eventuale configurazione di quest’ultimo.
    ergo: la somma delle operazioni anche propedeutiche per eseguire quel ” test ” e riscoprire, infine, valutazioni piu’ accurate per le prestazioni di un ” flusso ” e collegamento per internet, richiederebbe ancora del tempo che molti, tra noi, non possono riservare.

    2 minuti fa cisO.o wrote:

    Per MacOS sono 4 righe di comando da copia incollare nel
    terminale

  • marcello

    intanto siamo molto grati per la risposta al nostro quesito e ci sentiamo altresi’ molto onorati per quel vostro commento che risponde al nostro precedente.

    non riteniamo che il vs. riferimento fosse indirizzato necessariamente a noi [ non siamo cosi’ paranoici ] ma, forse, era generalizzato per chiunque dovesse leggere quel tal articolo | post tuttavia, fare [ scrivere ] quella vs. affermazione determina un ” alto rischio ” e anche tale arroganza che non ci infastidisce e piuttosto ne siamo sempre molto affascinati.

    La vs. affermazione determina infatti quella vs. convinzione , circa la padronanza di una lingua italiana e ancora capacita’ e destrezza con ‘ lingua italiana scritta ‘ che e’ pur sempre la piu’ difficile delle competenze ed e’, pertanto, sempre troppo facile essere indulgenti.

    Il nostro commento intendeva, infine, evidenziare che quel programma [ procedura ] e’ tale da richiedere troppo tempo e, in particolare, la procedura che avete indicato per i sistemi macOS necessita di troppo impegno [ di tempo ]

    NOTA:
    quelle nostre considerazioni non tengono conto di un particolare “ target “ e segmento del pubblico al quale vi rivolgete e che vi segue, consideriamo, esclusivamente, quegli “ esperti “ che certamente non avranno cosi’ tanto tempo a disposizione e specialisti che, notoriamente, interrompono la lettura a meta’ del post.

    41 minuti fa cisO.o wrote:

    Tutto dipende da se si sa leggere l’italiano. Si va dai 5 minuti ai 5 anni. Dipende dalla scolarizzazione 🙂

  • Walter Antolini

    Che sia da sito e da CLI, gli speedtest di ookla da qualsiasi gestore possono essere taroccati.
    Già provato basta ritoccare un po’ le queue sul router e hai sempre il max. Per avere qualcosa di attendibile conviene gli speedtest simili a quello di Google, speedsmart ecc… Ah dimenticavo invece di installare le schifezze di brew sull’os che generalmente incasinano tutto, esiste la versione cli per python 2.7 e superiori dello speedtest

  • UnGiovaneGeek

    Non capisco il senso di fare uno Speed test del genere. Si può flexare con gli amici? Uno speedtest a me serve quando mi sembra sia particolarmente lento per vedere se il problema è la connessione. Non trovo davvero il senso di cercare di ottimizzare il tutto, nel concreto il pc non lo usi così

    • Come dici te, serve a capire se il problema è la connessione. Ma se non fai così non lo scoprirai mai. Se ti sembra di andare lento e fai uno speedtest avrai solo la conferma che vai lento, ma non avrai capito se la colpa è della connessione.

  • Emanuele192

    l’articolo è oggettivamente ben fatto ma uno speedtest così perde di senso secondo me. È ovvio che se ci mettiamo nella situazione ideale lo speedtest sarà buono ma concretamente la situazione non sarà mai questa e lo speedtest è utile per capire le prestazioni reali della rete o per individuare eventuali problematiche durante l’utilizzo sui vari dispostivi.

    • Ovvio non direi proprio. Serve proprio a capire se ci sono problemi con la propria connessione e quindi magari chiedere all’operatore con cognizione di causa che il problema venga risolto. Se fai solo uno speedtest in WiFi da smartphone e vai lento non saprai mai se la colpa è della tua rete locale o della connessione.
      Se pensi che uno speedtest così non ti serva è perché sei fortunato che hai una buona connessione 🙂

      • Emanuele192

        se ci sono problemi seri di rete si devono individuare con altre procedure, non basta fare uno speedtest. Io non ho mai avuto una buona connessione (parliamo di 5mbps in download e 0.3 un up) però anche facendo uno speedtest così che risolvo? capisco che va male e l’operatore mi dice che sono a 3km dalla centrale 🙂

        • Tu magari nulla, ma tante altre persone (che conosco e che hanno avuto bisogno dei miei consigli su questo) invece ne possono trarre un beneficio.
          Se hai una linea veloce infatti è difficile capire se va lenta per colpa dell’operatore o per colpa “tua”.

  • Tensha

    da cmd lo speed test mi segna praticamente metà banda rispetto al browser, non mi sembra molto affidabile

    • Hai scelto il server giusto? Mi sembra impossibile.