Come funziona l'algoritmo di Instagram

Alessandro Nodari
Alessandro Nodari
Come funziona l'algoritmo di Instagram

Vi siete mai chiesti "chi" decide l'ordine in cui vengono pubblicate su Instagram le vostre Storie, Post o Reel, e quindi la vostra visibilità sulla piattaforma? È l'algoritmo, qualcosa con cui chiunque deve fare i conti, da Cristiano Ronaldo all'iscritto dell'ultima ora. 

Ma come funziona l'algoritmo di Instagram? Forse sarebbe meglio usare il plurale, perché in realtà ogni parte di Instagram utilizza un diverso algoritmo, e nella ricerca di una maggiore trasparenza e per aiutare i propri utenti, è la stessa azienda a chiarirne gli aspetti principali.

Andiamo a scoprirli, anche per cercare di capire come sfruttarli a nostro vantaggio, ma non prima di ricordarvi come migliorare un profilo Instagram.

Indice

Cos'è l'algoritmo di Instagram

Quando si parla di algoritmo di un social, abbiamo grossomodo tutti un'idea di cosa sia: un sistema informatico, alimentato dal machine learning, che analizza il comportamento degli utenti ed è utilizzato per aumentarne il coinvolgimento, in genere proponendo loro contenuti in linea con i propri interessi.

Su Instagram, il processo viene definito classificazione in quanto non si affida a un unico strumento ma a un insieme di funzioni che classificano i contenuti sulla piattaforma, decidendo quali contenuti vengono visualizzati e in quale ordine, su tutti i feed degli utenti, la pagina Esplora, il feed Reel, le Storie, le pagine hashtag e così via.

Come funziona l'algoritmo di Instagram

Viene anche chiamato classificazione perché probabilmente al capo di Instagram Adam Mosseri sa meno di robotico (e aggressivo, dal punta di vista del marketing) e più vicino alla gente, ma il concetto è quello. 

Questo insieme di classificatori e algoritmi che analizzano ogni contenuto pubblicato, tenendo conto dei metadati (incluse le didascalie e il testo alternativo applicato alle immagini), degli hashtag e delle metriche di coinvolgimento, lo distribuisce in modo tale da garantire che gli utenti vedano quello a cui sono più interessati.

Non solo, ma come vedremo questo strumento non è scolpito nella pietra, ma continua a evolvere, tanto che nell'ultimo anno, come vedremo, sono intervenuti profondi cambiamenti che hanno modificato l'esperienza degli utenti.

Come funziona l'algoritmo di Instagram

La parte semplice è alle spalle, ora arriva quella complessa. Come funziona l'algoritmo di Instagram? Come abbiamo detto, non c'è un solo strumento, ma diversi che collaborano a seconda del componente dell'app che state visitando. 

Iniziamo con il dire che appena avviate l'app l'algoritmo esamina istantaneamente tutti i contenuti disponibili e decide quali mostrarvi e in quale ordine. 

I fattori principali che influiscono queste scelte sono la relazione con il creatore di un video, ovvero se comunicate o commentate i suoi contenuti, l'interesse per un certo tipo di contenuti che viene misurato tramite l'interazione con gli stessi, e la rilevanza, quindi contenuti più di tendenza e recenti. 

Secondariamente, l'algoritmo prende in considerazione la frequenza di utilizzo della piattaforma da parte dell'utente, il numero di utenti seguiti e il tempo di sessione

Ma abbiamo detto che ogni contenuto è soggetto a diversi sistemi di classificazione. Vediamo come funzionano.

Feed

Come funziona l'algoritmo di Instagram

Il feed è il vostro punto di partenza della piattaforma, attraverso il quale restate in contatto con amici, parenti e con i nostri creatori preferiti.

Nel feed l'algoritmo di Instagram ordina il contenuto degli account che seguite e prevede la probabilità che interagiate con un post in base ad alcuni criteri, chiamati "segnali": 

  • Informazioni sul post: quanti Mi piace ha ottenuto un post, quando è stato pubblicato, se è stato taggato con una posizione, se è un video, quanto dura
  • Informazioni sulla persona che ha pubblicato un post e la vostra storia di interazione con loro. Instagram tiene traccia di quante volte avete interagito con una persona (con commenti, Mi piace, visualizzazioni del profilo e così via) per cercare di avere un'idea di quanto una persona possa essere interessante per voi
  • La vostra attività nella piattaforma: ovvero la quantità e il contenuto dei post con cui avete interagito danno a Instagram un indizio su che tipo di altri post potreste essere interessati a vedere

A questo punto Instagram elabora una serie di previsioni, stabilendo delle ipotesi sulle probabilità che interagiate con un post attraverso 5 modalità, dedicare qualche secondo al post, commentarlo, mettere Mi piace, condividerlo e cliccare sull'immagine del profilo.

Maggiore è la probabilità che effettuiate una di queste azioni, più in alto sarà il post, evitando post consecutivi della stessa persona o post suggeriti uno di seguito all'altro. 

Storie

Come funziona l'algoritmo di Instagram

L'algoritmo delle storie di Instagram è simile all'algoritmo del feed in quanto utilizza i segnali di classificazione per decidere quale contenuto mostrare per primo, quindi vedrete la storia di un vostro amico nel momento in cui aprite l'app.

Ecco come Instagram sceglie in quale ordine vengono visualizzate le storie:

  • Informazioni sulla storia: quando la storia è stata pubblicata, che adesivi o musica usa e il livello di interazione (Mi piace, ma anche coinvolgimento su sondaggi e domande) sono tutti importanti per l'algoritmo
  • Informazioni sulla persona che ha pubblicato la storia. Instagram sa quanto spesso interagite con le storie di determinati utenti, inclusi Mi piace, risposte, condivisioni e interazioni con gli adesivi. Queste metriche vengono utilizzate per determinare quanto è probabile che vogliate passare del tempo con il contenuto di una persona
  • La vostra attività attraverso la piattaforma. Se avete appena interagito con il post di un determinato utente, è più probabile che vediate apparire la sua storia e viceversa.

Esplora

Come funziona l'algoritmo di Instagram

La scheda Esplora è pensata per farvi scoprire contenuti nuovi, con una griglia composta da suggerimenti, foto e video trovati e proposti dalla piattaforma e pubblicati da account che ancora non seguite.

Per questa parte dell'app, l'algoritmo esamina i post precedenti che vi sono piaciuti o con cui avete interagito e crea una raccolta di contenuti classificati in base a quello che pensa vi potrebbe interessare, ordinati in base alla probabilità che un post vi piaccia, lo possiate salvare o lo condividiate. Ecco i segnali maggiormente presi in considerazione, in ordine di importanza:

  • Informazioni sul post: l'algoritmo valuta la popolarità complessiva di un post, utilizzando segnali come quante persone stanno apprezzando, commentando, condividendo e salvando, e quanto velocemente avvengono queste attività
  • La vostra storia di interazione con la persona che ha postato: la maggior parte dei contenuti su Esplora sarà da account nuovi, ma gli account con cui avete interagito in passato influenzeranno queste scelte
  • La vostra attività, ovvero quali post vi sono piaciuti, quali avete commentato o salvato in passato, cosa avete fatto nella pagina Esplora in precedenza. La vostra cronologia delle attività influisce su quello che Instagram presume che potreste essere maggiormente interessati a vedere.
  • Informazioni sulla persona che ha pubblicato: se un account ha avuto molta interazione con gli utenti nelle ultime settimane, è un segnale per Instagram che ci sono alcuni contenuti convincenti in corso che potrebbero piacere anche agli altri.

È importante notare che se una persona non segue le Linee guida sui consigli o della community, Instagram non ce lo proporrà.

Reel

Come funziona l'algoritmo di Instagram

Anche i Reel servono per scoprire in nuovi contenuti, ma con un maggiore orientamento verso il divertimento, e per questo vengono di solito inviati sondaggi agli utenti per capire cosa trovano divertente. L'algoritmo cerca di valutare la probabilità che condividerete un reel, lo guarderete fino alla fine, mettiate Mi piace e accederete alla pagina dell'audio. 

L'algoritmo valuta questa probabilità considerando quanto segue:

  • La vostra attività: segnali come quali Reels vi sono piaciuti, avete commentato, ricondiviso o con cui avete interagito aiutano Instagram a capire quale tipo di contenuto potrebbe essere il più rilevante per voi
  • La vostra storia di interazione con la persona che ha postato: come con Esplora, è probabile che vi vengano proposti contenuti video da creatori di cui non avete sentito parlare, ma se avete interagito con loro in qualche modo in precedenza, Instagram lo prenderà in considerazione.
  • Informazioni sul Reel: l'algoritmo di Instagram cerca di indovinare di cosa tratta il video in base alla didascalia, alla traccia audio e all'analisi dei pixel e dei fotogrammi e considera la popolarità complessiva del video.
  • Informazioni sulla persona che ha pubblicato: vengono valutati segnali di popolarità come il numero di follower o il livello di coinvolgimento

Come aggirare l'algoritmo di Instagram

Come abbiamo visto, l'algoritmo di Instagram è una sorta di "divinità" che tutto può sulla piattaforma e decide il destino dei vostri post, reel e storie e in ultima analisi della vostra vita di creator. 

Ma è possibile aggirarlo? Grazie alle indicazioni fornite da Instagram sul suo funzionamento, possiamo sfruttarne le caratteristiche per rendere i nostri contenuti più visibili o evitare addirittura il cosiddetto "shadowbanning" (quando un utente viene disattivato o bloccato su una piattaforma di social media senza ricevere alcuna notifica ufficiale al riguardo), pratica che tra l'antro Instagram nega con forza.

Vediamo alcuni suggerimenti

  • Rispettate le linee guida della community per post, Storie e Reel. Come abbiamo visto, gli algoritmi di Instagram limitano la visibilità dei contenuti che vanno contro le linee guida della community dell'app. Quindi non condividete fake news, post di natura politica, contenuti che potrebbero potenzialmente urtare la sensibilità delle persone o anche solo a media a bassa risoluzione
  • Create contenuti originali. L'abbiamo già visto: Adam Mosseri ha detto che quest'anno la piattaforma darà maggiore visibilità ai contenuti creati da zero piuttosto che a quelli ripubblicati o ricondivisi. Usate il vostro audio, usate le scritte con temi distinti e cercate di distinguervi, soprattutto ora che i modelli sono così diffusi
  • Coinvolgete e promuovete l'interazione. Come abbiamo visto, l'algoritmo premia i contenuti con interazioni, più che le visualizzazioni: fate domande, ospitate sondaggi e create post che si prestino alla condivisione. Per esempio, se postate un contenuto divertente, fate una domanda per promuovere risposte e commenti
  • Si ricollega all'interazione: rispondete il più possibile a commenti e messaggi diretti. Più interagite con il vostro pubblico, più è probabile che si crei un rapporto, creando fiducia ed empatia. Bastano anche dei semplici grazie ai complimenti, o un'emoji per gratificare i vostri follower, e così facendo alimenterete anche i commenti e il numero di interazioni
  • Pubblicate costantemente contenuti: fondamentale per aumentare la vostra visibilità, le interazioni e la crescita dei follower. Almeno una volta al giorno, anche qualcosa di più, mantiene un contatto stabile con i vostri follower sappiano che avrete sempre qualcosa da dire, ma soprattutto l'algoritmo di Instagram saprà che vale la pena mostrarvi nella scheda Esplora, oltre che nel feed e nelle Storie. Per questo è consigliato pianificare i vostri post e non improvvisarli: createvi un vero e proprio calendario per lo scopo
  • Gli hashtag sono fondamentali: utilizzate quelli giusti, perché gli algoritmi di Instagram si basano molto su di loro per sapere di cosa tratta il vostro post. Ma non solo: gli hashtag aiutano anche gli utenti a capire di cosa tratta il vostro post o storia, quindi servono anche per trovare più facilmente nuovi follower . Inoltre, a differenza degli annunci, gli hashtag sono gratuiti
  • Usate l tag di posizione, perché come gli hashtag sono un modo gratuito per dare a Instagram informazioni vitali sul vostro post. L'algoritmo condividerà i vostri contenuti con altre persone nella zona, supponendo che la foto o il video siano rilevanti per loro. Inoltre, gli utenti che stanno cercando contenuti pubblicati in un'area specifica vedranno i post taggati con quella posizione.
  • Cercate di trasmettere un messaggio chiaro con il vostro post, in modo che Instagram sappia cosa state dicendo e lo stesso il vostro pubblico. Questo aumenterà le interazioni
  • Soprattutto per i Reel, usate canzoni di tendenza. Viso che i reel che gli utenti vedono provengono da creatori che non conoscono, sono una grane opportunità per ampliare il vostro pubblico. Perché ciò avvenga, l'algoritmo deve pensare che il vostro Reel valga la pena di essere classificato e uno dei modi per ottenere questo risultato è usare una canzone di tendenza. Quando una canzone è di tendenza su Reels, l'algoritmo di Instagram mostrerà agli utenti molti video con la stessa canzone. È importante che questa sia inoltre collegata al vostro contenuto
  • Infine, fatevi aiutare dagli Insight. Questi sono disponibili solo per gli account Business, ma i rapporti vi aiuteranno a comprendere cosa va e cosa non va con la vostra pagina Instagram in termini di contenuti, tempo di pubblicazione e hashtag.

Mettiamo invece che volete resettare l'algoritmo, ovvero fare in modo che vi mostri contenuti diversi perché avete cambiato gusti o non ne potete più di certi video o creatori.

Per farlo, avete diversi strumenti:

  • Dite a Instagram se un contenuto non vi interessa. Andate su Esplora toccando la lente di ingrandimento in basso e selezionate un post che non vi interessa. Toccate i tre puntini in alto a destra e toccate Non mi interessa. Per i Reel, i tre puntini sono in basso a destra, ed è consigliato scegliere Questo argomento non mi interessa
  • Smettete si seguire alcuni utenti. Andate alla vostra pagina, toccate Seguiti in alto a destra e scorrete l'elenco degli account che seguite. Toccate il pulsante Segui già
  • Cancellate la vostra cronologia delle ricerche. Per farlo, andate alla pagina del vostro profilo e toccate le tre linee orizzontali in alto a destra. Toccate La tua attività, toccate in basso Ricerche recenti e toccate Cancella tutto in alto a destra
  • Interagite con i contenuti che vorreste che Instagram vi proponesse, mettendo Mi piace, commentando, ricondividendo e salvandoli

Algoritmo Instagram 2023: cosa cambia

Come abbiamo anticipato, gli algoritmi di Instagram evolvono nel tempo, per adeguarsi alle tendenze e soprattutto per cercare di venire incontro ai gusti degli utenti.

Ecco alcuni dei cambiamenti nell'algoritmo di Instagram nel 2023.

Prima di tutto, viene riservato lo stesso trattamento a foto e video. Nel 2022 infatti molti creatori avevano espresso la loro frustrazione come l'app snobbasse le foto e desse più spazio ai video. Addirittura era stata lanciata una petizione con 300.000 firme, a cui Adam Mosseri aveva risposto rassicurando che ci sarebbe stato un cambiamento, e così è stato.

Nel 2023 è stata data più enfasi nel mostrare agli utenti nuovi contenuti, un argomento che Mosseri ritiene molto importante, tanto che ha dichiarato che "Instagram dovrebbe essere un luogo in cui scopri cose incredibili ogni volta che lo usi".

Inoltre Instagram si è impegnata a mostrare contenuti che ispirano le conversazioni, riconoscendo come su TikTok e BeReal offrano un'esperienza "più snella", ma non si preoccupi solo del numero di visualizzazioni di un post, favorendo contenuti che ispirino le conversazioni. Quindi i commenti saranno molto importanti per il successo di un post nel 2023.

Infine quest'anno Instagram darà maggior rilievo ai contenuti originali rispetto ai contenuti ripubblicati o ricondivisi, in seguito all'affermazione di Mosseri per cui "se si crea qualcosa da zero, dovresti ottenere più credito che se stai condividendo qualcosa che hai trovato da qualcun altro".

Domande e risposte

A seconda del contenuto che state guardando, che siano post, storie, reel o la scheda esplora, l'algoritmo di Instagram valuta in genere le informazioni sui contenuti pubblicati in precedenza e sui creatori di questi contenuti, e la vostra storia di interazione con questi e con la piattaforma in generale, tramite Mi piace, commenti, messaggi o ricondivisioni.
L'ordine degli spettatori delle vostre Storie si basa, fino a 50 visualizzazioni, in ordine cronologico, con i primi agli ultimi posti e in cima i più recenti, poi su come i vostri follower interagiscono con il vostro profilo sulla piattaforma
Mostra i commenti