Come funziona Shopify

Alessandro Nodari
Alessandro Nodari
Come funziona Shopify

Volete avviare un'attività di vendita online ma non sapete da dove partire? Allora forse potrà interessarvi sapere come funziona Shopify, una delle maggiori piattaforme di vendita online dove chiunque può aprire una propria vetrina e iniziare a vendere in pochissimo tempo. 

Certo, poi ci sono anche da analizzare una serie di questioni pratiche, quindi se volete aprire un'attività dovete anche sottostare a una serie di regole, ma di questo parleremo nella sezione dedicata alla partita IVA

Andiamo quindi a vedere come usare Shopify per avviare un negozio, personalizzarlo e vendere, approfondendo anche le questioni legate alla spedizione e ai pagamenti, ma non prima di ricordarvi la nostra guida su come guadagnare online.

Indice

Cos'è Shopify

Come funziona Shopify

Shopify è una piattaforma di commercio completa che consente di avviare, far crescere e gestire un'attività, una soluzione all-in-one che si occupa di tutte le questioni relative alla vendita, soprattutto online ma anche in negozio o in mobilità grazie a soluzioni dedicate.

Ma cosa significa esattamente? Tecnicamente, è un servizio di vendita chiamato in gergo Software-as-a-service (SaaS) basata su abbonamento, con diversi piani a seconda delle vostre esigenze. 

Questo vuol dire che Shopify non offre un marketplace come eBay o Amazon su cui aprire la vostra vetrina, ma vi offre un'infrastruttura scalabile che potrete usare per creare il vostro negozio, a partire dal sito ma anche per la gestione del magazzino, dei pagamenti e delle spedizioni, tutto da un'unica interfaccia. 

Quindi Shopify offre la possibilità di creare un negozio online con hosting gratuito e personalizzabile attraverso i temi, che vi permette di vendere online attraverso i più popolari sistemi di pagamento o la soluzione interna Shopify payments.

La piattaforma mette a vostra disposizione anche strumenti per gestire le spedizioni, analisi delle vendite e il marketing, oltre a soluzioni dedicate per i negozi fisici e la vendita in mobilità, come mercatini e fiere, tramite Shopify POS.

Inoltre Shopify è scalabile perché, oltre ai piani di abbonamento, offre un vero e proprio app store con soluzioni di terze parti che aiuteranno il vostro negozio a crescere, come la gestione delle newsletter, delle recensioni, delle offerte, per la vendita sui canali social e molto altro, in tutta sicurezza e sempre nel rispetto della privacy. 

Ma quali sono i piani disponibili e come funziona Shopify? Andiamo a scoprirlo.

Come funziona Shopify

Come abbiamo anticipato, Shopify vi permette di creare un negozio online con poca fatica. Ma questo in sé non vuol dire molto. Shopify infatti offre una serie di funzioni a seconda delle vostre necessità. 

Come funziona Shopify

Il piano Basic a partire da 21 euro al mese (con la fatturazione annuale, che permette di risparmiare il 25% rispetto a quella mensile) è per privati e piccole imprese e vi mette a disposizione tutto il necessario per creare il negozio, spedire i prodotti ed elaborare i pagamenti, con un report di base, fino a 2 account staff e fino a 1.000 magazzini.

Le commissioni per i pagamenti in carta di credito sulle vendite sono 1,9% + 0,25 euro online e 1,5% di persona.

Il piano Shopify parte invece da 59 euro al mese (sempre con la fatturazione annuale, che permette di risparmiare il 25% rispetto a quella mensile) è per piccole imprese e permette di fare un salto di qualità, con un report professionale, fino a 5 account staff e fino a 1.000 magazzini. Le commissioni per i pagamenti in carta di credito sulle vendite sono 1,8% + 0,25 euro online e 1,4% di persona.

Per imprese di medie e grandi dimensioni, c'è il piano Advanced da 289 euro al mese, che consente di ottenere il meglio di Shopify con report personalizzati, fino a 15 account staff, sempre fino a 1.000 magazzini ma soprattutto commissioni per carta di credito più basse, 1,6% + 0,25 euro online e 1,3% di persona. Inoltre con questo piano avete le tariffe di spedizione calcolate con account o app di terze parti, transazioni più basse se non si usa Shopify Payments, e la possibilità di calcolare dazi e imposte sulle importazioni giù al momento del checkout, per mostrare chiaramente ai clienti il costo totale dell'ordine e ridurre il rischio di resi e rifiuti di pacchi.

In alternativa, Shopify offre altri tre piani per chi necessita di soluzioni più versatili, magari dedicate per la vendita di persona. 

Starter è il piano più semplice di Shopify, che al costo di 5 euro al mese consente di creare in pochi minuti un negozio creando pagine da poter condividere sulle piattaforme social. Questa soluzione è infatti perfetta per vendere tramite social media, email, SMS, WhatsApp e in ogni altro posto dove potete condividere il link a un prodotto. La configurazione è rapida e non richiede conoscenze tecniche e con l'ottimizzazione per i dispositivi mobili, il piano Starter rende possibile ai clienti fare acquisti dal canale dove si trovano in modo semplice e intuitivo, oltre a essere ideale per vendere durante gli eventi, grazie a una sede POS lite inclusa. Le commissioni per carta di credito in questo caso sono del 5% + 0,25 online e del 5% di persona.

Retali è invece un piano dedicato per la vendita in negozio con staff, funzionalità di fedeltà e inventario, oltre a dare gli strumenti per la vendita online.

Il piano costa 79 euro al mese e include una sede POS Pro, mentre le commissioni per acquisti con carta di credito sono 1,9% + 0,25 euro online e 1,5% di persona.

Infine c'è il piano Shopify Plus dedicato ad aziende con alti volumi di vendite, che parte da 2.000 dollari al mese (bisogna contattare il servizio vendite) con soluzioni dedicate, campagne, gestione automatica dei flussi di lavoro e altro. 

Tutti i piani - a parte Shopify Plus, offrono una prova gratuita di 3 giorni, dopodiché pagherete 1 euro al mese per 3 mesi in modo da darvi l'occasione di sperimentare le soluzioni della piattaforma e decidere se faccia o meno al caso vostro. 

Chiariti questi punti, vediamo come si usa Shopify, che risulta accessibile da Web o da app per dispositivi mobili (Android e iOS). Almeno all'inizio è forse più comodo utilizzare il sito Web, ma se preferite potete utilizzare benissimo l'app, che offre tutte le funzioni che andremo a mostrarvi.

Come vendere con Shopify

Per iniziare a vendere non dovete fare altro che andare sul sito del servizio e nel campo apposito inserire la vostra email. Poi cliccate su Inizia la prova gratuita per iniziare la procedura di registrazione. 

Come funziona Shopify

Rispondete alle domande che vi vengono poste riguardanti il vostro grado di esperienza e la tipologia di prodotti che vorreste vendere (se preferite, potete saltare questa parte introduttiva). Indicate il Paese dove avverrà la vostra attività di vendita e create un account utilizzando la vostra email o il vostro account Apple, Facebook o Google. 

Se optate per l'email, dovrete inserire una password e poi cliccate sul pulsante Crea ID Shopify. Sempre se avete utilizzato l'email, vi verrà mandata un'email di verifica, cliccate su Verifica email e confermate che sia la vostra email nella pagina del browser che si verrà ad aprire.

Completata questa prima parte, arriverete alla pagina principale dello strumento.

Ora se volete creare un negozio online dovete selezionare un piano per estendere il periodo di prova a 1 euro al mese per tre mesi. Tenete presente che qualunque piano selezioniate, potrete sempre annullare il periodo di prova entro 3 giorni per non ricevere addebiti. 

Se volete procedere in questo senso (dovrete inserire i vostri dati di pagamento), cliccate in alto su Seleziona un piano e cliccate sul pulsante Scegli [nome del piano] in base alle vostre necessità. 

A questo punto dovrete indicare il Ciclo di fatturazione, mensile o annuale (pagando annualmente risparmierete il 25%), sempre tenendo presente che per i primi tre mesi pagherete 1 euro al mese. 

Ora inserite il vostro indirizzo, cliccate su Salva indirizzo e inserite il metodo di pagamento. Potete scegliere tra carta di credito o PayPal. Cliccate su iscriviti e il piano selezionato sarà attivo, ma l'euro vi verrà addebitato solo allo scadere dei 3 giorni di prova gratuita.

Come funziona Shopify

La creazione di un negozio prevede cinque passaggi. L'aggiunta dei prodotti, la personalizzazione del negozio con i temi, l'aggiunta di un dominio personalizzato, l'assegnazione di un nome al negozio e la configurazione dei pagamenti.

Aggiungere prodotti

Iniziamo quindi ad aggiungere i prodotti. Al centro cliccate sul pulsante Aggiungi prodotto e potrete inserire la descrizione dell'articolo che volete vendere. Iniziate dall'alto inserendo un titolo, per esempio Maglietta a maniche corte, sotto inserite una Descrizione e in basso caricate le immagini, i video o i modelli 3D cliccando su Aggiungi file nella scheda Contenuti multimediali.

Come funziona Shopify

Più in basso, indicate il prezzo, se volete un prezzo di confronto superiore (per mostrare uno sconto, per esempio 20 nel prezzo e 25 nel prezzo di confronto per uno sconto del 20%) e il Costo per articolo (a voi), che servirà solo a voi come riferimento e non verrà ovviamente mostrato ai clienti.

Poi ci sono le scorte, con la possibilità di monitoraggio delle quantità e di vendere anche in caso sia esaurito.

Inoltre, potete anche indicare una SKU o un codice a barre.

In fondo, avete la possibilità di impostare i dettagli relativi alla Spedizione, come il peso e le informazioni doganali, e le Varianti, per aggiungere altri articoli dello stesso tipo ma con diverso colore o taglia. Ultima voce, avete la possibilità di vedere come verrebbe visualizzato l'annuncio sui motori di ricerca. Cliccate su Modifica e inserite un titolo e una descrizione. A destra, avete un pannello con ulteriori opzioni che vi consentono di impostare l'articolo come Attivo o Bozza, il canale di vendita (Online, la cui pubblicazione potete anche pianificare cliccando sull'icona a destra, o in negozio - Point of Sale) e in che Mercati, altre informazioni per l'organizzazione del vostro inventario, con categorie, tipologie, fornitori, collezioni e tag.

A sinistra, avrete notato che sotto la voce Prodotti ci sono diverse voci. Innanzi tutto, cliccando su Prodotti accederete all'elenco dei prodotti che avete aggiunto al negozio, con la possibilità di importarli in un colpo solo senza dover seguire questa trafila.

Ovviamente dovrete avere un file CVS pronto, ma se questo è il caso vi basta cliccare in alto a destra su Importa e poi su Aggiungi file, per poi selezionarlo dal vostro dispositivo. In alternativa, se avete creato un elenco su Shopify, potrete esportarlo cliccando su Esporta, in modo da averlo sempre pronto.

Tornando al pannello di sinistra, Collezioni permette di raggruppare alcuni prodotti di vostra scelta e aggiungerli alla negozio online, Scorte sono le scorte degli articoli, Ordini d'acquisto vi permette di gestire i vostri ordini ai fornitori, Trasferimenti vi permette di gestire i trasferimenti di scorte tra le sedi e Buoni regalo vi consente di creare dei buoni regalo, che potete inviare ai clienti o vendere nel negozio.

Sulla destra, la piattaforma vi consentirà anche di aggiungere un prodotto fac-simile in modo da permettervi di comprenderne il funzionamento senza doverne creare uno voi e cliccando sulla voce Anteprima pagina del prodotto potrete vedere come apparirà nel negozio.

Personalizzare il negozio online

Il secondo passaggio è la creazione del negozio online. Per iniziarla, cliccate a sinistra su Negozio online. Il negozio avrà preinstallato un tema, che potete personalizzare, ma prima dovete scegliere l'aspetto. Come vedete ora potete scegliere il tema tra quelli a disposizione scorrendo verso il basso e cliccando su Aggiungi per aggiungerlo alla vostra Libreria temi (che vedete in alto, subito sotto all'anteprima).

Come funziona Shopify

Nella scheda Libreria, a destra, trovate un menu a tendina. Questo vi permette di accedere al Theme store, con temi gratuiti e a pagamento che potete provare cliccando su Prova, oppure potete caricarne di vostri o da GitHub.

Quando avete aggiunto un tema che vi piace, cliccate sul pulsante Personalizza subito sotto l'anteprima, a destra, per aprire l'editor. Questo è un vero e proprio Site builder che vi consente di personalizzare l'aspetto del sito del vostro negozio. 

A sinistra avete il pannello strumenti con le sezioni della pagina (la seconda icona dall'alto a sinistra).

Cliccandoci sopra vedrete Header, Banner e Footer, che potete personalizzare a piacere. Il funzionamento è molto semplice. Per esempio selezionate un widget al centro, come una scritta, e lo modificate a sinistra cambiando la scritta, caricando un'immagine o effettuando delle regolazioni come per l'opacità. 

Potete aggiungere le sezioni che volete e modificarle a piacere, per esempio cliccando sulla voce Aggiungi sezione e selezionando le componenti o i blocchi da aggiungere.

Potete inserire testi e immagini, moduli email, pulsanti e in alto al centro trovate un menu a tendina che vi consente di personalizzare le varie pagine del sito, dalla Homepage a quelle relative ai prodotti, alle collezioni, al carrello e, se volete anche al blog (vedremo dopo come aggiungere pagine e blog). Qui però potete creare già dei modelli. Per esempio, cliccando su Pagine e poi su Crea modello, potete creare un modello che sapete vorrete applicare a certe pagine, per esempio informazioni su di voi, o i Contatti o altro (potete farlo anche in seguito, quando create quelle pagine).

Come funziona Shopify

La terza icona dall'alto, a sinistra, è un'icona a forma di ingranaggio. Queste sono le impostazioni del tema, che vi consentono di inserire il vostro logo, cambiare i colori, i caratteri, il layout e molto altro, tra cui anche il Comportamento di ricerca, il Formato valuta, il Tipo di carrello, il Checkout e il Codice CSS personalizzato, che vi permette di modificare alcuni aspetti del sito tramite codice. 

Man mano che effettuate i cambiamenti, cliccate in alto a destra sulle icone di fianco al pulsante Salva. Queste vi permettono di vedere l'anteprima del vostro sito su dispositivo mobile o su computer.

Dopo aver regolato queste impostazioni a piacere, potete passare alla sezione Incorporazioni app, la quarta icona dall'alto del pannello di sinistra. Qui potete inserire le app di terze parti. Per vederle tutte cliccate sulla voce Visualizza app, che aprirà un'altra pagina del browser. 

Come funziona Shopify

Questo è un vero e proprio app store, con soluzioni gratuite o a pagamento (in genere in abbonamento).

Per vedere cosa fa un'app, cliccateci sopra e poi cliccate su Vedi negozio demo. Se volete installarla sul vostro sito, cliccate su Installa. 

Quando avete finito, cliccate sul pulsante Salva in alto a destra e poi per tornare alla gestione del negozio cliccate sul primo pulsante in alto a sinistra, Uscita.

A questo punto potete creare altre pagine, o anche un blog, se lo desiderate, in modo da aumentare il coinvolgimento dei vostri clienti. Per farlo, Dalla Home di Shopify cliccate a sinistra sulla voce Negozio online e poi su Blog. Qui potrete creare un articolo cliccando su Crea un articolo sul blog

Se invece volete sapere come aggiungere una pagina al sito, cliccate sulla voce Pagine e poi in alto a destra sul pulsante Aggiungi pagina. Qui inserite un titolo e un contenuto. Ad esempio, potrebbe essere una pagina relativa alla vostra attenzione verso la sostenibilità e il vostro impegno, oppure i Contatti.

A destra, trovate la scheda Visibilità, per decidere quando rendere visibile la pagina, e il tema. Potete applicare un modello del tema predefinito (quello che avete appena creato) o applicarne un altro cliccando su Personalizza un modello. Facendo così, aprirete un'altra pagina del browser e verrete mandati al Site builder per creare un modello di pagina. 

Quando avete creato una pagina, cliccate in alto a destra su Salva e poi sulla freccia in alto a sinistra di fianco al nome della pagina.

Ma non è finita. Come potete vedere, Sotto la voce Negozio online, a sinistra, ci sono altre due opzioni che non abbiamo ancora preso in esame. Navigazione consente di creare dei menu per navigare nel sito (nidificati) e dei filtri per la ricerca in base alla disponibilità dei prodotti, al prezzo, al colore e molto altro.

Preferenze vi consente invece di aggiungere un titolo e una meta description per la homepage del vostro negozio, in modo da definirlo meglio per i motori di ricerca, un'immagine social, il collegamento a Google Analytics, per misurare il rendimento del sito, il Pixel di Facebook, per abilitare le opzioni di monitoraggio avanzate, le opzioni della privacy, la protezione con password per l'accesso al negozio e la protezione da Spam abilitando Google reCAPTCHA.

Aggiungere un dominio

Il più è fatto. Ora dovete configurare un dominio. Shopify ve ne ha assegnato uno che sarà illeggibile, ma sappiamo tutti quanto il dominio sia importante per un'attività (vi ricordereste il sito di Amazon se si chiamasse 664k5mdmf.myshopify.com o vi fidereste di acquistare su un sito con questo URL?).

Come funziona Shopify

Cliccate su Home in alto a sinistra e poi su Aggiungi dominio per scegliere se acquistare un dominio o collegarne uno esistente.  

Assegnare un nome al negozio

A questo punto dovete sviluppare il brand del negozio. Nella pagina Impostazioni, a cui potete accedere cliccando su Home in alto a sinistra e poi al centro su Nome negozio sotto Assegna un nome al tuo negozio, vi verrà proposto di dare un nome al negozio e inserire altri dettagli, come l'email, il numero di telefono e anche il formato ID ordine. 

A sinistra troverete una serie di voci interessanti.

Tra queste troverete Brand, che vi consente di aggiungere un logo o di crearne uno con Hatchful, Imposte e dazi e Lingue. Tenete presente che i contenuti richiedono una traduzione mentre check-out e contenuti predefiniti presentano già una traduzione professionale. Fortunatamente, Shopify vi permette di installare Shopify Translate & Adapt, che traduce automaticamente i contenuti del sito (2 lingue gratis).

Come funziona Shopify Payments e come configurarlo

Manca un'ultima cosa, giusto? Esatto, dovete impostare i pagamenti e per questo potrebbe interessarvi sapere come funziona Shopify Payments, la soluzione di Shopify per accettare pagamenti online.

Con questo servizio, non avete bisogno di impostare un gestore di pagamenti di terze parti e siete automaticamente pronti ad accettare tutti i principali metodi di pagamento. Inoltre sappiate che Shopify Payments non vi addebiterà commissioni di transazione di terze parti per ordini elaborati tramite Shopify Payments, Shop Pay, Shop Pay Installments e Paypal Express. Inoltre, non vengono addebitate commissioni di transazione su metodi di pagamento manuali come contanti, contrassegno (COD) e bonifico bancario.

Come funziona Shopify

Shopify Payments consente non solo di accettare i principali metodi di pagamento, ma offre anche una gestione semplice del cashback e uno strumento di monitoraggio degli accrediti e della liquidità. Le commissioni online dipendono dal vostro piano e partono da 1,9% + 0,25 euro per i pagamenti nazionali / europei e 3,6% + 0,25 euro per American Express.

Per poterlo utilizzare, però, dovete configurare l'autenticazione in due passaggi del vostro account. 

Per installare Shopify Payments, tornate nella Home di Shopify e cliccate su Configura Shopify Payments e poi su Vai a Shopify Payments. Qui potete aggiungere metodi di pagamento configurando quelli esistenti, PayPal e Amazon Pay, e aggiungerli manualmente cliccando su Aggiungi metodi di pagamento e cercandoli nel campo apposito (Visa, MasterCard, Satispay, eccetera). 

Inoltre potete aggiungere metodi di pagamento manuali (contrassegno, contanti, bonifici) per pagamenti al di fuori del negozio online (per avere una gestione più completa del vostro negozio), ma ricordatevi che dovrete approvare l'ordine prima di poterlo evadere.

Infine, potete aggiungere app di terze parti per personalizzare i metodi di pagamento, sempre dall'App Store di Shopify.

Una volta configurato tutto, cliccate sul pulsante in alto Attiva Shopify Payments e seguite le istruzioni a schermo per attivarlo (dovrete indicare i dati della vostra attività e del vostro conto corrente).

Ultimi ritocchi e gestione del negozio

Una volta che avete completato i passaggi, il vostro negozio è pronto per essere pubblicato, ma assicuratevi di avere impostato le tariffe di spedizione in modo da dare informazioni esatte agli acquirenti. Potete impostare tariffe di spedizione generali che si applicano a tutti i tuoi prodotti o tariffe specifiche solo per determinati prodotti o a seconda del peso o del prezzo, creando diversi profili di spedizione. All'interno di ciascun profilo di spedizione, potete creare zone differenti a seconda dei Paesi. 

Ora il negozio è pronto e potete iniziare a vendere, rimuovete la password e sarà online.

Quando ricevete un ordine, vi verrà mandata una notifica e potrete gestirlo nella sezione Ordini della Home. Qui sotto trovate tre voci. 

Bozze di ordini vi consente di creare manualmente un ordine, cosa che può essere utile per inserire ordini ricevuti da altre piattaforme. Create l'ordine, inserite i dati richiesti e cliccate su Invia fattura o Riscuoti pagamento per segnarlo come completato. 

Etichette di spedizione vi consente di creare le etichette per le spedizioni. Cliccate su Crea un'etichetta per creare e comprare un'etichetta Shopify Shipping per poi poterla stampare e applicare al pacco.

Check-out abbandonati è invece una sezione dedicata ai clienti che hanno aggiunto un articolo al carrello ma poi non l'hanno comprato, in modo da poter inviare loro un link al carrello tramite email. Questi processi possono essere effettuati automaticamente tramite automazioni apposite.

Dei Prodotti abbiamo già parlato, ma come vedete, subito sotto c'è una sezione chiamata Clienti. Questa vi permette di gestire i dettagli dei clienti, visualizzate la cronologia dei loro ordini e raggrupparli in segmenti.

Qui potete aggiungere i clienti a mano cliccando su Aggiungi cliente e inserendo i dettagli richiesti o importare un file CSV contenente la lista dei clienti. 

Un consiglio: fate sempre attenzione a rispettare tutte le regole del GDPR per queste procedure, eventualmente facendovi aiutare da un legale.

Come funziona Shopify

Un altro strumento molto utile di Shopify è Analisi, che vi consente di controllare attraverso comodi grafici l'andamento delle vendite o le visualizzazioni del negozio e molto altro, oltre alle sezioni Report sulle vendite e Live View, che vi mostra chi sta visualizzando il vostro negozio. C'è poi Marketing, per gestire le campagne promozionali e le automazioni, e Sconti, per creare sconti e promozioni da applicare al momento del check-out in maniera automatica o utilizzarli con i prezzi di confronto. Per creare uno sconto non dovete fare altro che cliccare su Crea sconto dopo aver selezionato la voce Sconti a sinistra, scegliere la tipologia e seguire le istruzioni a schermo.

Come funziona Shopify Starter

Shopify Starter è il piano più economico della piattaforma, che consente di vendere online creando link alle pagine di vendita da condividere sui social o per vendere anche durante gli eventi.

Questa opzione è pensata per lanciare un'attività o testare un'idea di business senza richiedere investimenti o attese per la creazione di un sito web. Con il piano Starter, accedete infatti a funzionalità essenziali come pagine dei prodotti, check-out, Inbox e Linkpop per iniziare a vendere subito, anche semplicemente da uno smartphone.

Una volta acquisita una clientela e verificata la presenza di una domanda di mercato per il vostro prodotto, potete pensare di passare ai piani visti sopra. 

Come funziona Shopify

Questa soluzione non prevede quindi l'utilizzo del sito che abbiamo appena esplorato ma ha una gestione diversa. Dopo aver attivato la prova gratuita del servizio cliccando su Inizia la prova gratuita al sito linkato, rispondete, se volete alle domande e poi inserite dove avrà sede il negozio.

Poi cliccate su Avanti ed effettuate l'accesso o create un account con la vostra email o account Facebook, Google o Apple. 

Attendete qualche istante e arriverete alla Home del progetto, più scarna di contenuti rispetto a quella che abbiamo analizzato finora. Aggiungete i prodotti, pensando che saranno destinati a un uso social, quindi le immagini devono essere molto più ammiccanti e i contenuti trasmettere più velocemente quello che volete dire. Anche il logo è molto importante e i colori devono essere piuttosto accesi per catturare l'attenzione.

Inoltre potete cambiare il tema del sito e personalizzarlo, proprio come abbiamo visto prima, ma con meno possibilità a disposizione, ma soprattutto avete il servizio Linkpop, uno strumento gratuito che vi consente di creare una landing page con opzioni di acquisto accessibile tramite le app dei social media. I clienti possono utilizzare Linkpop per visualizzare i vostri altri profili sui social media, accedere ai link che desideriate condividere e acquistare prodotti utilizzando link con opzioni di acquisto.

A questo punto, tutto quello che vi resta da fare è aggiungere un nome e i metodi di pagamento, rimuovere la password e siete pronti a vendere condividendo i prodotti sui social e sulle app.

Come funziona Shopify POS

Manca un'ultima questione da analizzare. Quando abbiamo parlato dei piani di Shopify (ma il discorso vale anche per Starter), abbiamo accennato al fatto che la piattaforma serve anche per gestire le vendite in negozio o durante gli eventi come i mercatini. 

Shopify POS offre pagamenti crittografati e sicuri, registratori di cassa illimitati, inventario unificato, per vendite di persona e online, accrediti rapidi, tracciamento dei contanti, un'app per la gestione delle transazione, e la gestione di buoni regalo, rimborsi e resi.

Come funziona Shopify

Due sono i piani. POS Lite, gratuito, offre l'accesso ad alcuni membri dello staff, profili cliente semplici e resi presso la sede di acquisto di origine, perfetto per piccole realtà, mentre POS Pro è per attività più importanti e costa 89 euro al mese per sede.

Con questa soluzione, potete consentire l'accesso illimitato allo staff, profili cliente dettagliati, resi e cambi in qualsiasi sede, gestione dell'inventario, report professionali e altro. 

La piattaforma offre soluzioni di pagamento hardware versatili per ogni esigenza, che partono dal lettore di carte WisePad 3 da 59 euro che potete completare con gli accessori. Qui potete trovare ogni informazione.

Nella Home del vostro negozio, vedrete infatti una voce sotto a Negozio online, Point of Sale. Questo è Shopify POS, che vi consente di accettare pagamenti ovunque vi troviate e gestire i dipendenti, le sedi e altro della vostra attività.

Cliccateci sopra e date una breve descrizione di come volete usarlo. Cliccate su Avanti e selezionate il sistema POS che state usando, in modo da trasferire i sistemi di pagamento. Cliccate su Invia o su Salta e attiverete la prova gratuita di POS Pro. 

A questo punto potete scaricare l'app POS di Shopify, che vi servirà per accettare i pagamenti, ordinare l'hardware raccomandato, ovvero il lettore di carte e i componenti aggiuntivi.

Poi una volta ottenuto l'hardware potrete configurarlo, effettuare una vendita di prova e configurare le funzionalità, come la gestione dello staff, l'evasione degli ordini di ritiro locale e la personalizzazione delle ricevute.

Come funziona la spedizione

Un argomento a cui abbiamo accennato durante la creazione del negozio è la gestione delle spedizioni. Vediamo di approfondirlo. 

Dalla Home del vostro negozio, cliccate su Impostazioni in basso a sinistra e nella finestra che si apre cliccate a sinistra su Spedizione e consegna. Da qui potrete creare i vostri profili di spedizione generalizzati o per Paese, peso, prezzo o altro, e gestire anche Shopify Shipping per la creazione delle etichette.

Per creare un profilo generale, cliccate sulla scheda Tariffe di spedizione generali e compilate la pagina inserendo i prezzi, che possono essere per zone di spedizione. Infine cliccate su Salva in basso a destra.

Come funziona Shopify

Potete creare un profilo di spedizione personalizzato cliccando su Crea nuovo profilo, dategli un nome e inserite i prodotti per questo profilo, oppure le zone di spedizione, o i luoghi.

Infine, cliccate su Salva in basso a destra.

Se volete essere più trasparenti, è consigliato inserire le date di consegna previste nella voce apposita, e potete anche impostare la consegna locale, per consegnare direttamente gli ordini ai clienti in zona.

Altre funzioni riguardano la possibilità di installare app di terze parti per la personalizzazione delle consegne e aggiungere gli imballaggi per visualizzare le tariffe di spedizione precise al check-out. Finché non aggiungete un imballaggio, Shopify utilizzerà una scatola di esempio per calcolare le tariffe di spedizione al check-out.

Inoltre Shopify vi consente di collegare il vostro account Shopify agli account dei corrieri di spedizione di Shopify con Shopify Shipping. In questo modo potete acquistare e stampare le etichette di spedizione direttamente dal pannello di controllo Shopify, ottenere tariffe scontate per le etichette di spedizione e al momento del check-out mostrare ai clienti le tariffe di spedizione calcolate, anziché le tariffe forfettarie.

In alternativa, potete collegare il vostro account di servizi di spedizione terzi.

Infine, Shopify vi permette di compilare il documento di trasporto per scrivere un elenco degli articoli stampato e inserirlo in una spedizione.

Come funziona il dropshipping

Se siete interessati ad avviare un'attività utilizzando il dropshipping, ovvero vendendo prodotti ma senza possederli materialmente in magazzino, Shopify è la soluzione perfetta anche per voi.

Questo genere di attività vi consente di evitare la gestione dell'inventario degli imballaggi o delle spedizioni, con costi minori di gestione in quanto non vi serve un magazzino né pagate i prodotti finché non li avete venduti.

Tutto quello che dovete fare è creare un sito per la vendita, tenendo presente che è un'attività piuttosto inflazionata, quindi dovrete trovare il fornitore giusto per sapervi differenziare in un mercato molto competitivo.

Ma come funziona su Shopify il dropshipping? Semplice, create un negozio come visto nel capitolo dedicato e personalizzatelo a piacere per renderlo il più accattivante possibile. Poi trovate un fornitore giusto e iniziate a vendere!

Come usare Shopify senza partita IVA

Se volete sapere se potete vendere su Shopify senza la Partita IVA, la risposta è sì, ma con diversi asterischi.

In linea di principio, potete utilizzare Shopify senza aprire la Partita IVA, ma la legge italiana è specifica in questo contesto. 

Prima di tutto, il commercio online è assimilabile al commercio fisico, quindi non c'entra il fatto di avere un'attività online o meno. E non c'entra neanche il fatturato: quello che conta è se sia un'attività continuativa e abituale. 

Se esercitate un'attività economica con carattere abituale e di continuità commerciale, ovvero con durata complessiva superiore ai 30 giorni nell'arco di un anno, è obbligatorio aprire una Partita IVA.

Quindi, se esercitate un'attività commerciale nel giro di 20 giorni complessivi in un anno che frutta anche più di 5.000 euro, non dovete aprire la partita IVA, ma dovrete versare la ritenuta d'acconto e i contributi sulla parte eccedente i 5000 euro. Inoltre, in questo caso, è necessario iscriversi alla Gestione separata dell'INPS e versare i contributi previdenziali.

C'è comunque una considerazione da fare.

Visto che aprire un sito di eCommerce significa essere sempre aperti per la vendita dei propri prodotti, è difficile definirla un'attività non continuativa, quindi se volete aprire un sito di vendita su Shopify senza però aprire la partita IVA è bene consultarvi prima con un commercialista.

Shopify recensioni

Finora abbiamo parlato dei servizi offerti da Shopify, ma com'è considerato dagli utenti? Stando a Trustpilot, non molto bene, ma c'è una considerazione da fare. 

Gli utenti che danno un'opinione sul servizio in sé sono molto soddisfatti. Ovvero chi lo utilizza per creare un negozio online e avviare la propria attività. In genere si loda la semplicità di utilizzo e la solerzia dell'assistenza clienti. 

Come funziona Shopify

Ma allora chi si lamenta? Gli utenti che lasciano recensioni pessime sono quelli che acquistano sui negozi che si appoggiano alla piattaforma. In questo caso, in genere, lamentano il fatto che non arrivino i prodotti ordinati e visto che i siti sono generalmente piccoli e non hanno una pagina su Trustpilot lasciano una recensione negativa sulla piattaforma che ha permesso loro di creare il negozio online (o ha anche gestito il servizio di spedizione).

Cosa possiamo imparare da questo? Che Shopify è ottima per aprire un'attività, ma chi lo fa può non essere preparato a sufficienza per farlo, quindi dovrebbe servire da monito di affrontare questa avventura con serietà e preparazione.

Domande e risposte

Se volete sapere quanti soldi si possono fare con Shopify, questo dipende solo da voi. La piattaforma vi permette di aprire un negozio, che può vendere anche per centinaia di migliaia di euro al mese se ha successo. O niente se non offre contenuti di interesse commerciale.
Shopify offre diversi piani per le varie tipologie di attività. Se volete sperimentare un modello di business potete iniziare con il piano Starter da 5 euro al mese, molto semplice ma anche limitato. Per chi vuole di più, si può iniziare con il piano Basic che parte da 21 euro al mese ed è perfetto per piccole attività. Poi si sale con i piani Shopify, Advanced o Plus, che vanno da 59 euro al mese fino a più di 2.000 euro al mese, e con funzioni più avanzate per grandi aziende.
Shopify Starter costa 5 euro al mese. Il piano Basic costa 21 euro al mese o 28 euro al mese, a seconda della fatturazione, annuale o mensile. Poi c'è il piano Shopify, a 78 o 59 euro al mese, e Advanced a 384 o 289 euro al mese, sempre a seconda della fatturazione. 
Mostra i commenti