Come proteggere la privacy su WhatsApp a tutto tondo

Una guida su come proteggere la privacy su WhatsApp, dalle conferme di lettura ai messaggi effimeri sino a quelli visualizzabili una sola volta
Come proteggere la privacy su WhatsApp a tutto tondo
SmartWorld team
SmartWorld team

WhatsApp è una delle app di messaggistica più utilizzate al mondo, un luogo virtuale in cui vengono inviati e scambiati numerosi dati sensibili. Ed è proprio alla luce di queste informazioni personali che la sicurezza digitale assume un'importanza fondamentale: WhatsApp ha investito parecchio per garantirla, ma alcuni accorgimenti vanno adottati singolarmente. Ecco dunque qualche consiglio su come proteggere la privacy su WhatsApp.

Indice

WhatsApp e privacy: le funzioni dell'app

Prima di addentrarci nel tema degli accorgimenti da adottare per proteggere la privacy, è bene ricordare che WhatsApp dal 2016 ha implementato nel suo servizio la crittografia end-to-end, a tutela di messaggi, foto, video, messaggi vocali, documenti, aggiornamenti di stato e chiamate.

La crittografia ent-to-end è, infatti, un sistema che impedisce che il contenuto delle chat tra due utenti venga intercettato da terzi. I messaggi sono protetti con un lucchetto, e solo chi partecipa alla chat ha la chiave per sbloccarli e leggerli. Tutto questo, come spiega WhatsApp, avviene automaticamente: non c'è bisogno di attivare alcuna impostazione o creare speciali chat segrete per proteggere i messaggi.

Le chat protette dalla crittografia end-to-end hanno un proprio codice di sicurezza, che serve a verificare che le chiamate e i messaggi inviati in tali chat siano crittografati end-to-end. È possibile verificare che la chat sia crittografata, ovvero protetta, proprio partendo dal codice, che si trova nella schermata di info contatto, sotto forma di codice QR e come numero di 60 cifre. Questi codici sono univoci per ciascuna chat individuale, e possono essere confrontati tra le persone che partecipano alla chat per verificare che i messaggi inviati in quella chat siano crittografati end-to-end. I codici di sicurezza sono solo versioni visibili delle chiavi speciali condivise.

Per verificare che una chat individuale sia crittografata end-to-end, e quindi protetta da interferenze di terzi, bisogna:

  • Aprire WhatsApp
  • Aprire la chat
  • Toccare il nome del contatto per aprire la schermata Info contatto
  • Toccare Crittografia per visualizzare il codice QR e il numero di 60 cifre

Se le due persone coinvolte sono vicine fisicamente, uno dei due può eseguire la scansione del codice QR dell'altro o confrontare visivamente il numero di 60 cifre. Se si esegue la scansione del codice QR e il codice è lo stesso, apparirà un segno di spunta verde. Se corrispondono, significa che nessuno può intercettare i messaggi o le chiamate.

Se invece i due contatti non sono fisicamente vicini, è possibile inviare il numero di 60 cifre usando un'altra piattaforma. Una volta ricevuto il codice, il contatto dovrebbe annotarselo e quindi confrontarlo visivamente con il numero di 60 cifre che compare nella schermata Info contatto alla voce Crittografia. Per Android e iPhone, si può usare il pulsante Condividi dalla schermata Conferma codice sicurezza per inviare il codice di 60 cifre via SMS, email, ecc.

Se i codici non corrispondono, è probabile che si stia eseguendo la scansione del codice di un altro contatto o numero di telefono. Se il contatto recentemente ha reinstallato WhatsApp, cambiato dispositivo o aggiunto o eliminato un dispositivo associato, il consiglio è quello di aggiornare il codice inviando un nuovo messaggio, quindi di eseguire la scansione.

Privacy su WhatsApp: lo stato online

A livello generale, WhatsApp consente di modificare le impostazioni della privacy per renderle adatte alle proprie esigenze. Modificandole si controlla chi ha accesso a informazioni come l'ultimo accesso, l'immagine del profilo, la sezione Info o lo stato (qui vi abbiamo spiegato come vedere lo stato di un contatto su WhatsApp).

Per modificare le impostazioni della privacy bisogna aprire WhatsApp, cliccare sulle impostazioni e selezionare "Privacy". A quel punto resta da scegliere, a seconda delle singole voci, a chi si vuole mostrare le informazioni:

  • Tutti: l'ultimo accesso, l'immagine del profilo, la sezione Info o lo stato saranno visibili a tutti gli utenti di WhatsApp.
  • I miei contatti: l'ultimo accesso, l'immagine del profilo, la sezione Info o lo stato saranno visibili solo ai contatti presenti nella rubrica del telefono.
  • I miei contatti eccetto...: l'ultimo accesso, l'immagine del profilo, la sezione Info o lo stato saranno visibili ai contatti presenti nella rubrica del telefono, tranne quelli che si decide di escludere.
  • Nessuno: l'ultimo accesso, l'immagine del profilo, la sezione Info o lo stato non saranno visibili a nessuno.

WhatsApp e privacy: si può occultare il numero?

Per usare WhatsApp, contrariamente a Messenger, è indispensabile avere un numero di telefono: l'app di messaggistica funziona appunto con il contatto tra numeri di telefono, e non è possibile nascondere il numero. Per evitare di dare il proprio numero personale, però, si può pensare di investire in una scheda SIM da dedicare esclusivamente all'uso di WhatsApp.

WhatsApp, cosa far vedere e cosa non far vedere ai contatti

Oltre a stabilire se far vedere o meno ai contatti informazioni come lo stato o la foto profilo, si può anche scegliere di nascondere gli orari dell'ultimo accesso e la visualizzazione dei messaggi ricevuti, ovvero la doppia spunta blu. Per farlo è necessario eliminare la conferma di lettura.

La conferma di lettura può essere disattivata per evitare appunto che le persone con cui stiamo chattando sappiano quando abbiamo letto un messaggio. Se si sceglie di disattivarla, però, non si potranno inviare o ricevere le conferme di lettura degli altri utenti.

Per disattivare le conferme di lettura bisogna:

  • Aprire WhatsApp
  • Accedere a Privacy
  • Scorrere la schermata sino a "Conferme di lettura" e selezionare il cursore facendolo diventare grigio.

Oltre a tutti gli accorgimenti elencati, WhatsApp stesso fornisce una serie di consigli per proteggere la privacy e l'account:

  • non condividere mai con nessuno il codice di registrazione a 6 cifre, né il PIN della verifica in due passaggi
  • attivare la verifica in due passaggi e fornisci un indirizzo email in caso dimenticassi il PIN
  • impostare un codice del dispositivo
  • In caso di ricezione di un'email non richiesta per reimpostare il PIN della verifica in due passaggi o il codice di registrazione, non cliccare sul link. Qualcuno potrebbe aver tentato di accedere al numero di telefono su WhatsApp.
  • Attenzione a disconnettere WhatsApp da pc se non siamo gli unici a usarlo (qui vi abbiamo spiegato come fare)

Sul fronte contenuti inviati invece, si può scegliere di tutelare ulteriormente la propria privacy ricorrendo a una serie di funzioni che proteggono foto e video. Accertato infatti che le chat crittografate sono "blindate", si possono comunque adottare quegli accorgimenti di cui parlavamo poco sopra per proteggere ulteriormente la privacy. Uno di questi è la funzione "Visualizza una volta", che consente di inviare foto e video che non saranno più visibili nella chat di WhatsApp una volta aperti dal destinatario.

Per usare la funzione visualizza una volta è necessario avere installato la versione più recente di WhatsApp disponibile per il proprio dispositivo. A questo punto, per inviare un messaggio con questa funzione, bisogna:

  • Aprire WhatsApp
  • Selezionare la chat con il contatto desiderato
  • Toccare il simbolo della macchina fotografica per inviare un contenuto foto o video
  • Selezionare il contenuto
  • Nella barra di scrittura del testo, toccare l'icona del numero 1 circondato da un cerchio: facendolo diventare completamente azzurro, il messaggio è selezionato per essere visualizzato una sola volta.

Al netto della procedura, bisogna tenere conto che utilizzando la funzione "Visualizza una volta":

  • I file multimediali non saranno salvati nelle Foto o nella Galleria del destinatario.
  • Quando si invia una foto o un video che possono essere visualizzati una sola volta, non sarà possibile rivederli.
  • Non si può inoltrare, salvare, classificare o condividere foto inviate o ricevute con l'opzione visualizza una volta abilitata.
  • Si può vedere se un destinatario ha aperto una foto o un video con l'opzione visualizza una volta solo se ha le conferme di lettura attive (ovvero la doppia spunta blu che compare dopo che qualcuno ha visualizzato un messaggio su Whatsapp).
  • Se il file multimediale non viene aperto entro 14 giorni dall'invio, la disponibilità della foto o del video nella chat scadrà.
  • Ogni volta che si vuole inviare una foto o un video impostati per una sola visualizzazione, bisogna selezionare l'opzione visualizza una volta.
  • I file multimediali con l'opzione visualizza una volta possono essere ripristinati dal backup se il messaggio non è ancora stato aperto quando si esegue il backup. Se la foto o il video sono già stati aperti, il file multimediale non sarà inserito nel backup e non potrà essere ripristinato.

Un'altra possibilità per garantire al massimo la privacy nelle chat con i contatti è impostare i messaggi effimeri. Quando si attivano i messaggi effimeri, si può impostarli in modo tale che non siano più visibili dopo 24 ore, 7 giorni o 90 giorni dal loro invio. Si può scegliere di attivare i messaggi effimeri per tutte le chat o solo per alcune, ma la funzione non interesserà i messaggi inviati o ricevuti prima di averla attivata. Nelle chat individuali, entrambi i contatti possono attivare o disattivare i messaggi effimeri. Nelle chat di gruppo, qualunque partecipante può attivare o disattivare i messaggi effimeri. Tuttavia, gli amministratori possono cambiare le impostazioni del gruppo per far sì che solo agli amministratori sia consentito attivare o disattivare i messaggi effimeri.

Per impostare l'invio di messaggi effimeri in una chat bisogna:

  • Aprire WhatsApp
  • Selezionare la chat
  • Toccare sul nome del contatto
  • Nel menù selezionare "Messaggi effimeri"
  • Impostare la quantità di tempo desiderata prima della cancellazione (24 ore, 7 giorni o 90 giorni).
  • Dare conferma

Si possono anche attivare i messaggi effimeri per impostazione predefinita per tutte le nuove chat individuali. Con iPhone e Android basta:

  • selezionare Impostazioni WhatsApp
  • toccare Account > Privacy > Timer predefinito messaggi
  • selezionare una durata che sarà la predefinita per tutte le chat future

Spiegata la procedura, ecco cosa bisogna ricordarsi se si decide di impostare i messaggi effimeri in una o più chat:

  • Se un utente non apre WhatsApp per 24 ore, 7 giorni o 90 giorni, il messaggio non sarà più visibile nella chat. Tuttavia, l'anteprima del messaggio potrebbe rimanere visibile nelle notifiche fino all'apertura di WhatsApp.
  • Quando si risponde a un messaggio, viene citato il messaggio iniziale. Se si risponde a un messaggio effimero, il testo citato potrebbe rimanere visibile nella chat anche una volta trascorsa la durata selezionata.
  • Se un messaggio effimero viene inoltrato a una chat in cui i messaggi effimeri sono disattivati, resterà visibile nella chat a cui è stato inoltrato.
  • Se un utente esegue un backup quando il messaggio effimero è ancora visibile, questo verrà incluso nel backup. I messaggi effimeri verranno eliminati quando un utente esegue il ripristino a partire da un backup.

Come rendere privata la foto su WhatsApp

Per rendere privata la foto profilo su WhatsApp è necessario modificare le impostazioni della privacy come già spiegato nelle sezioni precedenti.

Accedendo alla seziona "Account" nelle impostazioni e selezionando poi "Privacy", si deve selezionare "Immagine del profilo" e stabilire se renderla visibile a Tutti (tutti coloro che hanno il numero di telefono registrato in rubrica), a "I miei contatti" (solo chi è registrato sulla propria rubrica può vedere la foto), "I miei contatti eccetto" (tutti i contatti con l'unica eccezione di quelli bloccati) o "Nessuno", ovvero la foto profilo non è visibile per nessuno.

Mostra i commenti