Come registrare un podcast di successo

Poche ma precise regole aiutano a creare un podcast di successo anche se non si è professionisti del settore. Consigli e strategie
Come registrare un podcast di successo
SmartWorld team
SmartWorld team

I podcast sono molto popolari su Internet. Di certo c'è che il numero di persone che li ascolta continua a crescere ogni anno. Non è necessario avere conoscenze molto tecniche o investire molto denaro per registrare un podcast. Si tratta infatti di una piattaforma di contenuti molto popolare poiché molto facili da consumare.

I podcast possono essere ascoltati in qualsiasi momento della giornata, in auto, sui mezzi pubblici, mentre si pratica sport e, perché no, anche durante il lavoro. Non è uno strumento che richiede la piena attenzione del pubblico, a differenza dei post di blog o dei contenuti video. Tra l'altro, al contrario dei programmi radiofonici, i podcast sono su richiesta: significa che gli utenti possono ascoltare ciò che vogliono, quando vogliono.

Indice

Che cosa sono i podcast

Possiamo considerare i podcast una sorta di programma radiofonico da scaricare e ascoltare quando si vuole, su uno smartphone o su un computer. I primi podcast sono nati negli Stati Uniti nei primi anni 2000. Ma il fenomeno è esploso davvero pochi anni dopo con la comparsa degli smartphone.

Oggi ci sono milioni di podcast in tutto il mondo, sia per adulti sia per bambini. Storie, conversazioni, inchieste da seguire o veri e propri programmi radiofonici da ascoltare anche in replica. Perché il formato dei podcast funziona così bene? Perché si adatta alla perfezione allo stile di vita odierno, alla mobilità e alle nuove esigenze on demand. Gli utenti possono ascoltare i podcast in macchina, mentre cucinano, mangiano o durante una sessione sportiva. È come se qualcuno sussurrasse all'orecchio una storia solo per l'ascoltare. Viene così riscoperto il potere della voce anziché del visual. Questo formato offre anche più libertà ai creatori. Nessun vincolo di lunghezza o stile, come alla radio. Tutto è possibile.

Come scegliere l’argomento giusto per un podcast

Riferendoci ai campi di attività, sono molti gli argomenti e gli interessi intorno ai quali è ancora possibile creare un podcast. Esistono dozzine di categorie e sottocategorie in cui gli ascoltatori cercano attivamente nuovi contenuti. Gli utenti interessati all'argomento non devono fare altro che effettuare una ricerca su piattaforme come Spotify, Apple o Google Podcast.

E allora, come scegliere l'argomento giusto per un podcast? Per qualcuno la risposta a questa domanda è ovvia, ma se il campo di attività e la nicchia su cui scommettere sono specifici, allora bisogna affrontare l'argomento in modo creativo. Ad esempio, per chi vende occhiali da sole, probabilmente non avrebbe molto senso creare un podcast solo per occhiali da sole. Tuttavia, se i clienti viaggiano molto, un podcast sui viaggi potrebbe essere più appropriato. In ogni caso, prima di iniziare a trattare un argomento, occorre assicurarsi di poter creare contenuti su base regolare. Meglio farsi trovare pronti e compilare in via preliminare un elenco di argomenti di almeno 10-15 episodi.

Dove si ascoltano i podcast

Gli utenti possono ascoltare i podcast in due modi diversi. Possono fruirne via streaming dal blog o dal sito web in cui il podcast è ospitato, ad esempio. Oppure scaricarlo e utilizzare un lettore per l'ascolto offline.

Nella fase della creazione occorre prestare attenzione alla scelta del nome del podcast. Idealmente, gli ascoltatori dovrebbero capire subito di cosa tratta. Sebbene sia molto utile avere un nome descrittivo, non è essenziale. Il nome della maggior parte dei podcast è associato a un sottotitolo accattivante o a una piccola descrizione per facilitarne l'individuazione su piattaforme come Spotify.

Cosa serve per registrare un podcast

Il microfono è l'elemento più importante per registrare un podcast. Quasi tutti i computer desktop e laptop hanno almeno una porta Usb in modo da poter collegare un accessorio come un microfono. Non è necessario installare driver per utilizzare questo tipo di accessori dotati di tecnologia plug and play. Anche se il computer ha un microfono integrato, il consiglio è di non usarlo per il podcast poiché la qualità è in genere scarsa. Questi microfoni integrati non sono stati progettati per il podcasting.

Occorre quindi un software per registrare l'audio dal microfono ed esportarlo in formato mp3. Audacity, ad esempio, è un'ottima alternativa ai software di editing audio a pagamento: è molto facile da usare e propone diversi tutorial online che aiutano a imparare a usarlo. GarageBand viene fornito con ogni MacBook e può gestire la maggior parte delle esigenze di editing audio. Consente di registrare dal microfono e salvare il file in formato mp3.

Strumenti opzionali per migliorare la qualità del suono di un podcast

I filtri anti-pop eliminano i rumori generati quando si parla vicino al microfono per registrare un podcast. Sono opzionali ma possono garantire una resa audio più professionale.

I bracci di sospensione tengono il microfono davanti al creator, senza la necessità di usare le mani. Consentono inoltre di regolare istantaneamente l'altezza del microfono e la distanza dalla bocca. In questo modo è possibile muoversi liberamente mentre si registra il podcast.

Sono poi utili cuffie di buona qualità per le interviste degli ospiti. Aiutano a evitare problemi di eco che si verificano quando il discorso dell'ospite viene trasmesso attraverso gli altoparlanti e registrato dal microfono.

Come si registra un podcast

Tutto ciò di cui si ha bisogno per registrare un podcast è un microfono Usb collegato al computer e un software di editing audio installato e avviato.

Assicurarsi quindi che il microfono sia collegato e acceso e che il software stia registrando l'audio. Ora bisogna fare semplicemente clic sul pulsante Registra sull'interfaccia del software e iniziare a parlare. Non è necessario interrompere o mettere in pausa la registrazione anche se si commette qualche errore in quanto è possibile modificarla in seguito utilizzando lo stesso software. Una volta terminata la registrazione, sarà necessario esportare il file.

Il miglior formato per i file podcast è mp3. Fornisce file audio di buona qualità a basso volume che possono essere riprodotti sulla maggior parte dei dispositivi. Quando si esportano i file bisogna scegliere il bitrate. Meglio se fisso anziché variabile (Vbr in inglese). Il bit rate di 128 kb/s può andare bene in quanto aiuta a ottenere una buona qualità di registrazione e a mantenere contenute le dimensioni del file. Per la frequenza di campionamento, consigliamo 44,1 MHz, che è la qualità del cd.

Podcast, come guadagnare

Un podcast permette di raggiungere un nuovo pubblico: un gruppo di persone che consuma principalmente contenuti portatili in formato audio. Non bisogna essere un creatore di contenuti esperto o avere un blog per avviare un podcast. Questo formato consente di creare un pubblico e posizionarsi come un'autorità nel proprio campo.

I podcast possono anche indirizzare il traffico verso un sito web o blog. In definitiva, un podcast dà l'opportunità non solo di posizionarsi come un'autorità in una nicchia di mercato e di costruire il proprio pubblico, ma anche di vendere il prodotto o servizio più facilmente dal momento che si viene considerati la fonte più credibile. Essere percepiti come un'autorità in grado di persuadere è una delle tecniche di vendita più efficaci.

Mostra i commenti