Come riconoscere le truffe su Facebook Marketplace

Come riconoscere le truffe su Facebook Marketplace
SmartWorld team
SmartWorld team

Stai pensando di fare acquisti su Facebook Marketplace? Hai sentito parlare di questa piattaforma e ti ha incuriosito? Devi sapere che qui potrai trovare svariate tipologie di prodotti. Vedrai annunci di elettrodomestici, tecnologia, oggettistica, abiti usati, mobili e persino case in affitto. Tuttavia, spesso si sente parlare delle truffe che vengono messe in atto su Facebook Marketplace. Niente paura, ci sono vari modi per riconoscerle e per evitare di caderci e di esserne vittima. In questo articolo ti spieghiamo quali sono le truffe più comuni della piattaforma di e-commerce del social network. Inoltre, puoi leggere la guida su come fare una denuncia online.

Oltre a Facebook Marketplace ti interessa Amazon? Clicca qui per scoprire come acquistare sull'e-commerce statunitense, oppure come funziona Facebook dating.

Facebook Marketplace è diventato in poco tempo un concorrente dei principali siti di vendita di usato, quali ad esempio eBay o Wallapop, ma anche delle vendite da privato di Amazon. Oltre all'ampia selezione di prodotti che si possono acquistare, tra i punti forti della piattaforma del social network di Zuckerberg c'è anche la sua semplicità.

Comprare in modo sicuro su Facebook Marketplace

Comprare su Marketplace è davvero semplice. Bisogna, infatti, solo collegarsi a Facebook e cliccar sulla specifica sezione. Non ci sarà alcuna necessità di creare un nuovo account. Dunque, la sua facilità di utilizzo dà luogo anche al diffondersi di potenziali truffe che, tuttavia, sono presenti anche sulle altre piattaforme. Comprare e vendere su Facebook Marketplace in maniera sicura è possibile. Questa guida è pensata per farti riconoscere le truffe più comuni in modo tale da evitarle in tempo e avere un'esperienza di compravendita positiva.

Per individuare le truffe e smascherare i malintenzionati su Facebook Marketplace ci sono un paio di trucchi e delle strategie da tenere in mente ogni volta, prima di procedere con l'acquisto. Bisogna tenere in mente come funziona la piattaforma, quali sono i sistemi di pagamento più sicuri e seguire le direttive di Marketplace per non cadere in nessuna trappola. Dunque, vediamo quali sono le più comuni truffe della piattaforma di e-commerce.

Articoli contraffatti o rubati

Alle volte potresti imbatterti in alcuni annunci che cattureranno la tua attenzione per il prezzo davvero basso dell'oggetto in vendita. All'inizio potrebbe sembrarti un grande affare e potresti sentirti tentato dal contattare immediatamente il venditore per accaparrarti l'oggetto prima che lo facciano gli altri utenti. In molti casi, purtroppo, i prodotti che normalmente hanno un costo elevato e vengono venduti a poco possono rivelarsi delle truffe. Ci riferiamo al fatto che possono essere degli articoli contraffatti o rubati. Spesso, quelli in vendita sono dei profumi, prodotti di cosmetica, abbigliamento di marche note, ecc., imitazioni di un articolo vero pubblicate con lo scopo di attirare un potenziale cliente. Oppure, articoli che sono stati rubati e di cui il ladro vuole disfarsi guadagnandoci qualcosa allo stesso tempo.

Se pensi di aver trovato uno di questi annunci ti consigliamo di chiedere al venditore il maggior numero possibile di dettagli sul prodotto, magari altre immagini oltre a quelle pubblicate o della documentazione (a seconda dell'articolo). In questo modo sarà più semplice evitare delle truffe. In base all'oggetto potrebbe rivelarsi complicato distinguere una contraffazione dall'originale. Per questo motivo potrai fare riferimento agli utenti che hanno già delle valutazioni (positive). Non è una garanzia, ma una tecnica da tenere in considerazione prima di un acquisto.

Effettuare il pagamento attraverso canali non ufficiali

Un'altra tra le truffe più comuni di Facebook Marketplace riguarda i metodi di pagamento. Alcuni venditori possono richiederti, anche in maniera insistente, di effettuare il pagamento di un prodotto con una modalità alternativa ai canali ufficiali di Facebook. In questo modo, la transazione non potrà essere tracciata dalla piattaforma e, in caso di truffa, non sarà possibile richiedere l'assistenza dell'e-commerce.

Per questo motivo dovresti sempre fare riferimento ai metodi di pagamento consigliati da Marketplace e non accettare di pagare in nessun altro modo. Un'altra possibilità in cui puoi imbatterti è il tentativo da parte del venditore di parlare della vendita al di fuori di Facebook, magari in una chat privata. Allo stesso modo del pagamento, questa è una pratica sconsigliata. Sempre meglio restare sulla piattaforma in modo da tenere traccia di tutte le comunicazioni tra te e il venditore.

Se sei vittima di truffa e hai fatto degli accordi esterni è difficile dimostrare che hai ragione e chiedere aiuto a Facebook per la verifica dei fatti. Se vuoi optare per un pagamento in anticipo, in modo tale da non dover portare del denaro con te al momento della consegna, potrai sempre dare riferimento ai servizi quali Facebook Checkout o PayPal. La piattaforma di e-commerce ha delle politiche specifiche relative alla protezione degli acquisti che avvengono tra gli utenti. Si può fare riferimento a queste solo quando il pagamento viene effettuato utilizzando questi due metodi. Scegliendo una modalità alternativa, in caso di truffa dimostrata Facebook non garantisce la restituzione della quota al malcapitato.

Vendere prodotti con profili falsi

Quando si ha intenzione di acquistare un prodotto su Facebook Marketplace è sempre consigliabile dare un'occhiata al profilo del venditore. Molte delle truffe che avvengono sulla piattaforma avvengono per mano di malintenzionati con profili falsi. Questi vengono creati a proposito, con l'obiettivo di disfarsi di articoli rubati o contraffatti e non essere riconosciuti e individuati. Come fare per individuarli? Una dei fattori da tenere in considerazione è la data di creazione del profilo Facebook del venditore in questione.

Se ti trovi ad avere a che fare con un account appena creato pensaci due volte prima di procedere con la compravendita. Ti stai chiedendo il perché di questo dato? Basta pensare al fatto che Facebook non è più un social network nuovo e che dunque quasi tutti gli utenti dovrebbero avere un profilo creato da svariati anni oramai. Ciò non vuol dire che tutti i profili nuovi sono falsi o appartenenti a truffatori, ma che può rivelarsi pericoloso.

Chiedere un pagamento in anticipo

Alcuni truffatori richiedono il pagamento anticipato di un articolo. Questo modo di agire è un modo per smascherarli. Attenzione a non cascarci. Non si dovrebbe mai accettare di pagare per un oggetto prima di riceverlo. Questa è una delle truffe più usate su internet, per cui oggi è più semplice non esserne vittime. Il venditore cercherà di essere convincente, fornirà spiegazioni, ma anche dettagli ulteriori sull'oggetto in vendita. Anche nel caso in cui concordaste data e ora dell'incontro per la consegna, se il pagamento avviene in precedenza, il venditore potrebbe non presentarsi. Consigliamo sempre di optare per i pagamenti con PayPal o Facebook Checkout.

Annunci di affitto falsi

Fonte: Pixabay

Su Facebook Marketplace si trovano anche degli annunci di case in affitto. Sicuramente di tratta di un canale utile per chi è alla ricerca di un alloggio, ma dà spazio a un numero elevato di truffe. Se vivi in una città un cui non è semplice affittare una casa presta particolare attenzione agli annunci di Marketplace. I truffatori tendono a pubblicare foto di case che non sono di loro proprietà. Al momento del contatto, potresti chiedere di concordare una visita alla casa o all'appartamento. La risposta più comune che ti verrà data dal malintenzionato è che non è possibile programmare una visita in quanto lui o lei si trova in viaggio. Ti verrà chiesto di procedere con un deposito per bloccare l'affitto, in quanto le persone interessate sono molte. Ti verrà promessa una visita che non avverrà mai. Non inviare mai dei soldi per una casa prima di vederla in persona e conoscere il proprietario o l'agente immobiliare che si occupa della gestione.

Rimborso extra

Un'altra delle truffe comuni di Facebook Marketplace è il rimborso extra. Come funziona? Questa prevede il pagamento di una quota in eccesso a chi vende l'articolo che si ha intenzione di acquistare. Questa truffa funziona al contrario, nel senso che a venire truffato è il venditore, non l'acquirente. Al momento dell'incontro e della consegna dell'articolo, chi compra pagherà con una banconota che supera il costo dell'oggetto. Il venditore sarà quindi costretto a dare il resto, per poi accorgersi in seguito che la banconota ricevuta è contraffatta. In questo modo chi compra avrà ricevuto del denaro senza spendere nulla, oltre al prodotto.

Cosa fare in caso di truffa?

Ecco spiegate le principali truffe che avvengono su Facebook Marketplace. Dunque, è sempre necessario prestare la massima attenzione e non acquistare in situazioni che sembrano sospette. Se si è vittima di truffa sarà necessario segnalare il prodotto e il truffatore alla piattaforma e denunciare l'accaduto alla polizia postale, che procederà con le dovute indagini del caso. Prima di effettuare un acquisto ricorda sempre di vedere il prodotto e assicurarti che sia vero e funzionante, fare riferimento alle piattaforme ufficiali per il pagamento e scegliere luoghi pubblici e affollati per la consegna dell'articolo da acquistare.

Mostra i commenti