Come riconoscere profilo Instagram fake: metodi e consigli

In questa guida vedremo come riconoscere profilo Instagram fake e come difendersi dalle truffe sui social network
Come riconoscere profilo Instagram fake: metodi e consigli
SmartWorld team
SmartWorld team

Il mondo del web è pieno di insidie. Soprattutto negli ultimi anni, complice la grande popolarità delle piattaforme di social media, ha conosciuto grande diffusione il fenomeno degli account falsi su Internet, creati appunto da malintenzionati con il solo scopo di estorcere informazioni sensibili o, peggio ancora, chiedere denaro.

Ma come riconoscere un account fake sui social? In questa guida prenderemo in considerazione il caso di Instagram, anche se, considerata la generalità delle soluzioni proposte, tali consigli possono comunque essere estesi anche agli altri migliori social network, come ad esempio Facebook oppure TikTok, anch'essi purtroppo talvolta oggetto di abusi.

Di conseguenza, se vi state chiedendo come riconoscere profilo Instagram fake, non vi resta che continuare a leggere questo articolo.

Tenuto conto della stretta affinità con l'argomento di oggi, vi suggeriamo anche di dare un'occhiata al nostro approfondimento su come imparare a riconoscere lo scam online e come difendersi, in cui abbiamo appunto passato in rassegna le principali tecniche utilizzate dai malintenzionati per adescare nuove vittime: alcune di queste, peraltro, le ritroveremo anche in questo articolo.

Indice

Profilo Instagram fake: quando?

Per prima cosa è opportuno fare chiarezza. Sebbene Instagram vanti oltre un miliardo di account sulla sua piattaforma, dovreste sapere che non tutti sono reali. Emerge, in questo senso, una data chiave: nel 2014, Instagram ha infatti cancellato oltre 8 milioni di account, poiché etichettati dalla stessapiattaforma come falsi. 

Ma questa piaga, come facilmente intuibile, non coinvolge soltanto la piattaforma di proprietà di Meta. Si ricorda, ad esempio, l'eclatante caso del profilo fake di Elon Musk su Twitter, in grado di guadagnare addirittura oltre 60.000 followers in breve tempo.

Tornando comunque all'oggetto del nostro articolo, quando un account Instagram può dirsi veramente fake? Come antipato sommariamente all'inizio, i motivi possono essere diversi.

Nella maggior parte dei casi, questo accade ad esempio quando un malintenzionato vuole carpire informazioni sensibili o estorcere denaro, impersonando una persona conosciuta nella realtà dal profilo che viene preso di mira: pensiamo a un amico, un familiare o un compagno di scuola che magari non è iscritto su Instagram o in un qualunque altro social network.

Per far questo, generalmente la truffa vera e propria viene preceduta da una fase di studio delle abitudini, dei comportamenti dell'utente oppure, più in generale, difattori che possono essere utili per riuscire nell'intento, mettendo così in luce i punti deboli dell'utente.

In alcuni casi si parla tecnicamente di catfishing o di violazione degli account, che possono essere accomunati in quanto in ambedue le circostanzeil malintenzionato tenta di mantenere un rapporto costante con l'utente bersaglio.

Ma ci sono altri motivi per cui è possibile imbattersi in un account Instagram fake. Ad esempio, per visualizzare i profili di altre persone senza farsi scoprire, oppure ancora per aumentare la quantità di follower. 

Ora che abbiamo visto perché è così dilagante il fenomeno degli account falsi, vale la pena provare a dare qualche suggerimento per individuarli, mettendosi così al sicuro da truffe potenzialmente molto pericolose.

Riconoscere profilo Instagram fake: le tecniche di attacco

In alcune circostanze, riconoscere profilo Instagram fake è molto semplice.

Un utente commenta incessantemente, ad esempio, i vostri post promettendo denaro, oppure laute ricompense? Ebbene, si tratta di un classico caso di account fake creato con lo scopo di estorcere dati o informazioni finanziarie.

Conseguentemente, diffidate da quei profili che millantano chissà quali regali da distribuire. Anziché ricevere l'omaggio, spesso e volentieri questi malintenzionati utilizzano le vostre credenziali di accesso per rubare dati sensibili. Sono infatti proprioi dati personali a far gola allo scammer, ed è anche il motivo per cui viene inscenata di solito questa truffa.

Questa pratica è soprattutto diffusa da account Instagram fake che simulano aziende fittizie od addirittura marchi reali conosciuti dal grande pubblico. Pensiamo, ad esempio, a un profilo che si spaccia per una grande catena di abbigliamento, oppure all'oppostosponsorizza un brand che in realtà non esiste.

Un altro indice rivelatore di un account fasullo è che quasi sempre questi profili sono soliti seguire migliaia di persone (quelle, cioè, da prendere di mira), ma hanno pochi o addirittura nessun follower.

Questa regola, ovviamente, non è assoluta se presa nella sua singolarità, ma può rivelarsi sintomatica in presenza di altri indici rivelatori della truffa, come ad esempio la richiesta di denaro o la sponsorizzazione di un marchio.

Prestate attenzione anche alle immagini del profilo dell'account sospetto: generalmente, infatti, tali foto vengono prelevate su Internet. Se vedete un account che utilizza le vostre foto personali o quelle di qualcun altro, segnalatelo subito tramite l'app oppure visitando questa pagina.

Inoltre, molti account fake pubblicano contenuti espliciti o di sfondo sessuale che violano le linee guida della community di Instagram. 

Account Instagram fake: come difendersi

Come difendersi quindi da queste pratiche? In primo luogo, mettete alla prova il vostro interlocutore. A maggior ragione se si tratta di un utente che impersona qualcuno che conoscete. Fate domande dirette, oppure contattate la persona reale utilizzando il suo numero di telefono. Infatti, domande mirate rivolte allo scammer potrebbero fare emergere aspetti di contraddizione, che torneranno utili per smascherare la sua identità.

In linea generale, non bisogna mai rivelare informazioni sensibili. Se si tratta di un negozio, verificate che il profilo abbia una spunta blu e, in caso di mancanza, fate una rapida ricerca su Google per verificare l'autenticità del marchio. 

Come ribadito anche a proposito dei consigli su come difendersi dagli attacchi phishing, le aziende non chiedono mai dati personali tramite mail o messaggi sui social e in caso di dubbi è sempre legittimo contattare il servizio clienti della società mittente (soprattutto se l'account Instagram si spaccia per un'azienda realmente esistente) per chiedere ragguagli sulla comunicazione ricevuta.

Prestate attenzione a quando è stato creato un profilo sui social media. Fermo restando che tale parametro non costituisce un modo sicuro per valutare l'autenticità di un profilo, di solito un account esistente da diverso tempo difficilmente puo essere etichettato come fake. Valutate anche il tipo di contenuto pubblicato dall'account incriminato: cambia costantemente luoghi e città? C'è un collegamento tra un'immagine e un'altra? 

In ogni caso, è sempre bene evitare di inviare denaro a chi non si è mai visto di persona ed evitate versamenti di denaro non tracciati, come ad esempio una ricarica a una carta prepagata.

Alla stessa maniera, non fatevi ingolosire troppo da chi promette regali od omaggi e non rivelate mai informazioni personali, né tantomeno quelle di carattere finanziario.

Alla luce di quanto finora esposto, in casi sospetti, è sempre bene bloccare un account Instagram sospetto, oppure segnalarlo direttamente alla piattaforma. 

Per bloccare un utente su Instagram bisogna innanzitutto selezionare il nome utente e fare tap sull'icona dei tre pallini verticali in alto a destra, pigiando nel menu a tendina l'opzione "Blocca". 

Mostra i commenti