Come scoprire se una foto è stata ritoccata

I programmi di foto ritocco sono ormai tanti e diffusi, ma è possibile anche procedere all'inverso e risalire a una foto ritoccata: ecco come
Come scoprire se una foto è stata ritoccata
SmartWorld team
SmartWorld team

Il fotoritocco e il photo-editing sino a qualche tempo fa è stato quasi esclusivamente prerogativa di fotografi professionisti. I programmi per modificare il ritocco in passato erano infatti più esclusivi e costosi, perlopiù strumenti professionali da utilizzare per il lavoro. Da qualche anno a questa parte però, complice gli smartphone e l'avvento dei social, modificare una foto per renderla impeccabile eliminando difetti o eventuali imperfezioni è diventato più facile e alla portata di tutti, ed è molto alta la probabilità di imbattersi in una foto ritoccata.

Gli influencer, in particolare, sono diventati professionisti nel fotoritocco, e sono sempre di più i programmi e le applicazioni che non soltanto consentono di modificare gli scatti, ma anche di scoprire se una foto è stata ritoccata. I risultati non sono garantiti, ovviamente, soprattutto se la foto in questione è stata ritoccata da un professionista, ma ci sono alcuni strumenti che si possono utilizzare sia online sia scaricandoli sul proprio computer che permettono quantomeno di provare a fare una "scrematura".

Come fare, dunque, per scoprire se una foto è stata ritoccata? La prima cosa da fare, intanto, è osservarla bene: spesso, se chi ritocca non è un professionista, si possono notare alcune difformità o deformazioni nello scatto, soprattutto se a essere modificata è la foto di una persona. Un dito troppo lungo, una linea sformata, un qualche genere di sproporzione che balza all'occhio potrebbe indicate l'uso di Photoshop e affini. Detto questo, ci sono poi strumenti più precisi che possono essere usati per capire se una foto è stata modificata o ritoccata: ecco alcuni consigli, programmi e app utili.

Google Immagini: come si usa

La seconda cosa da fare quando si sospetta di essere in presenza di una foto ritoccata e si vuole avere conferma è provare a usare Google Immagini. Il motore di ricerca consente infatti di impostare la ricerca non con parole ma con immagini, e in questo modo è possibile capire se la foto che stiamo analizzando è già comparsa in qualche altro meandro della rete e fare un confronto per capire se è stata ritoccata. Per effettuare la ricerca per immagini, bisogna collegarsi alla pagina di Google Immagini e poi scegliere come caricare la foto cliccando sul simbolo della fotocamera presente sulla barra di ricerca.

Se la foto è già online si può inserire la url, se invece è una foto che si ha su computer o smartphone bisogna fare clic sull'icona della fotocamera presente sulla barra di ricerca, selezionare Carica un'immagine e fare l'upload dell'immagine "incriminata" tramite il pulsante Scegli file/Sfoglia. Una volta caricata l'immagine, Google avvierà la ricerca proponendo immagini molto simili a quella caricata, che si possono visualizzare cliccando sul link Immagini visivamente simili. A quel punto è possibile fare il confronto con la foto caricata e cercare di individuare eventuali ritocchi.

Programmi foto ritoccate: JPEGsnoop

Se il confronto visivo non è stato sufficiente ci sono poi programmi che possono essere scaricati per processare le immagini. Tra i più utilizzati c'è JPEGsnoop, disponibile gratuitamente per Windows e molto intuitivo e facile d usare. Il programma si basa su un database interno che mette a confronto le foto con un alto numero di firme di compressione, operazioni molto utile per capire se una foto è stata o meno ritoccata. Per utilizzarlo è necessario collegarsi al sito internet di JPEGsnoop, fare click sul download in fondo alla pagina (sotto la voce Download the Latest Version of JPEGsnooop!) e scaricare il software sul computer. Una volta scaricato va cliccato su JPEGsnoop_vx_x_x.zip, per estrarne il contenuto, e avviare il programma. 

Per utilizzare JPEGsnoop è necessario leggere l'accordo di licenza per utilizzare il software, spuntare la casella di accettazione e poi dare l'ok. Una volta fatto si può iniziare a caricare le immagini: selezionando "Open Image" dal menù File si sceglie l'immagine che si vuole analizzare, si carica con Apri e si avvia l'analisi con Ok. Il software inizierà a processare le immagini dando diversi responsi: 

  • Class 1 - Image is processed/edited: elevate probabilità che l'immagine sia stata ritoccata
  • Class 2 - Image has high probability of being processed/edited: elevate probabilità che l'immagine sia stata ritoccata
  • Class 3 - Image has high probability of being original: la foto è molto probabilmente originale.
  • Class 4 – Uncertain if processed or original: la scritta compare se il programma non riesce a dare una risposta certa.

Lo stesso procedimento si può ripetere per tutte le foto desiderate.

Come scoprire se una foto è stata ritoccata: servizi online

Ci sono poi diversi servizi online gratuiti che consentono di analizzare le foto per scoprire se sono state ritoccate. Tra i più completi disponibili gratuitamente c'è FotoForensics, che serve per più che altro a capire se una foto è originale e autentica. Si possono caricare immagini grandi sino a un massimo di 5MB, sia da device sia tramite url, e l'elaborazione avviene su quattro diversi parametri:

  • Digest: indica il tipo di formato dell'immagine (jpeg, png), le dimensioni in pixel, la tipologia dei colori e la grandezza del file
  • ELA: significa "analisi del livello di errore", e consiste in un'analisi per la rilevazione di eventuali zone con diversi livelli di compressione. Quando un'immagine viene scattata infatti il livello di compressione è omogeneo, se di individua una zona con compressione differente è probabile che sia stata modificata.
  • JPEG%: indica il livello di qualità dell'immagine, e serve a capire se la qualità della foto è stata modificata con un software di fotoritocco.
  • Metadata: tutte le informazioni che identificano la foto, come il dispositivo con cui è stata scattata, l'ISO, eventuale utilizzo di flash. Il fotoritocco modifica questi metadata.
  • Il difetto di questo programma è che non dà un risultato finale unico. Non dice, cioè, le probabilità che ha la foto di essere stata modificata, ma fornisce strumenti utili per una valutazione personale. È preferibile dunque usarlo se si ha già qualche rudimento di fotografia e fotoritocco.

Commenta