Come scrivere un prompt per Midjourney corretto e di sicuro impatto

Un buon prompt conta quasi di più di un buon generatore di immagini: ecco le regole e i trucchi per ottenere il meglio da Midjourney
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari
Come scrivere un prompt per Midjourney corretto e di sicuro impatto

Con Midjourney non dovete saper disegnare o usare Photoshop: basta inserire un testo e il bot IA creerà un'immagine per noi. Ormai siamo circondati da modelli IA di questo tipo, come DALL-E, Stable Diffusion o altri. 

Per poter però ottenere un risultato di qualità, la chiave di tutto diventa quindi il prompt, ovvero la descrizione testuale. Ma come scrivere un prompt per Midjourney

La domanda, che potrebbe sembrare banale, è invece sorprendentemente complessa. Alcune immagini ben riuscite richiedono infatti non solo ripetuti tentativi, ma anche una certa impostazione. 

In un prompt bisogna tenere a mente una precisa struttura linguistica, e anche la scelta dei sinonimi è importante. Non solo, ma si possono anche aggiungere dei parametri, o persino delle immagini da usare come base per la creazione. 

E, come se non bastasse, la sesta versione di Midjourney ha cambiato tutto, costringendo gli utenti a ripensare il modo in cui si descrive un soggetto.

Andiamo a vedere tutti i dettagli di quella che è una vera e propria arte che sta diventando sempre più importante. 

Indice

Cos'è un prompt

Una volta che avete effettuato l'accesso a Midjourney, dovrete iniziare a usarlo, quindi scrivere un prompt. Un prompt è una breve frase di testo che un bot di intelligenza artificiale interpreta per formulare una risposta. Nel caso di Midjourney, come per DALL-E o altri modelli IA text-to-image, la risposta è un'immagine.

Un prompt può contenere una singola parola, un'emoji, una frase, una o più immagini, e anche dei parametri per specificare meglio cosa si vuole.

 È però necessario che il prompt di testo sia strutturato nel modo corretto per indicare al bot esattamente i propri desideri.

Midjourney, per esempio, comprende il linguaggio naturale, ma i suoi sviluppatori consigliano di essere il più chiari possibile. Il che significa evitare un lessico complicato, e specificare il più possibile il contenuto.

Inoltre non dovete pensare che un prompt per ChatGPT possa andare bene per Midjourney. Questo perché il bot di Midjourney funziona in modo diverso, eliminando tutte le parole di riempimento. Poi scompone le parole e le frasi in pezzi più piccoli, chiamati token, che vengono confrontati con i suoi dati di allenamento. A questo punto vengono utilizzati per generare un'immagine. 

Con Midjourney V6 è cambiato tutto

C'è un altro aspetto da considerare: gli aggiornamenti. Midjourney, tutt'ora in beta, continua a migliorare e a dicembre 2023 è stata rilasciata la versione 6 del modello. 

La novità, poi diventata la versione predefinita a febbraio 2024, ha avuto un'importanza significativa per quanto riguarda il prompt.

Come ha dichiarato il fondatore David Holz, Midjourney v6, oltre ai miglioramenti, ha cambiato il modo in cui si scrive il prompt. 

Ora il modello segue in maniera molto più accurata il prompt, e per questo bisogna essere estremamente precisi. Non solo, Holz ha addirittura affermato che gli utenti avrebbero dovuto "imparare di nuovo a scrivere un prompt". 

Una delle cose da evitare sono i termini che Holz stesso ha definito "spazzatura", come "premium, fotorealistico, 4K o 8K". 

Il linguaggio per il prompt "perfetto"

Il punto da cui partire per scrivere il prompt "perfetto" è la sezione dedicata su Midjourney. La prima cosa da fare è pensare al linguaggio, che deve essere semplice ma chiaro. 

Evitate frasi lunghe, ma optate per la maggiore semplicità possibile, con frasi brevi. Gli sviluppatori consigliano di evitare una frase del tipo: "Mostrami una foto di un sacco di papaveri in fiore della California, rendili luminosi e arancioni vivaci e disegnali in stile illustrato con matite colorate".

Piuttosto è meglio inserire un prompt così: "Papaveri della California arancione brillante disegnati con matite colorate".

C'è un altro aspetto importante, la lingua. Midjourney comprende correttamente l'italiano, ma come tutti questi strumenti di intelligenza artificiale funziona meglio in inglese. Il motivo? Semplicemente, è stato addestrato meglio con l'inglese. Ma questo è un problema per tutti i bot di intelligenza artificiale, non solo Midjourney. 

Un altro aspetto importante quando si crea un prompt è di cercare di essere il più specifici possibile. Cercate sinonimi che descrivano meglio quello che avete in mente, come "enorme" al posto di "grande". Oppure specificate il numero di oggetti, come "tre gatti" al posto di "gatti". Se non potete specificare un numero, usate nomi collettivi, come "stormo di uccelli" al posto di "uccelli". 

Descrivete in maniera esatta gli oggetti, se possibile, e lasciatevi ispirare da vari stili artistici. Per esempio potete chiedere al bot Midjourney di creare un quadro in stile impressionista o cubista. O a un'epoca o a un pittore preciso.

Un modo per farsi ispirare è usando il comando /describe e dando a Midjourney un'immagine da descrivere. In questo modo potremo avere un'idea di cosa si aspetta da noi il bot. 

Come strutturare il prompt

struttura di un prompt di midjourney

La struttura del prompt è molto importante, e tutto parte da un soggetto. Il prompt può anche essere una parola o un'emoji, ma così facendo Midjourney userà uno stile predefinito.

Dovete quindi esplorare le potenzialità del bot, indirizzandolo verso una vostra idea. Quindi, cosa volete che Midjourney crei? Se volete una persona o un animale, cercate di esplorare anche il suo lato emotivo, o le sue aspirazioni. Specificate la sua posizione o, nel caso di un oggetto, descrivetelo. 

Il secondo punto è il mezzo artistico: si tratta di un quadro, di una fotografia, di una scultura? Cercate di indicare a Midjourney cosa volete creare. Successivamente, è molto importante posizionare il soggetto in un'ambientazione adeguata.

Volete che sia sott'acqua, su una montagna, in una città o nello spazio? Specificatelo. 

Adesso bisogna dare a Midjourney qualche indicazione sull'illuminazione: naturale, da lampadina, o da crepuscolo. Anche il colore è molto importante: preferite colori tenui o vibranti, in bianco e nero o a tinte pastello? È poi una buona idea specificare il sentimento che vuole trasmettere l'immagine, ovvero cupo, tranquillo, energico, rabbioso.

Infine, potete indicare a Midjourney che tipo di composizione desiderate. Se si tratta di un ritratto, una vista dall'alto, un panorama o altro.

Non è finita: potete pensare ad altri particolari, come un'immagine da cui partire, o i parametri. 

Il comando per escludere gli oggetti

Quando scrivete un prompt, dite sempre al bot cosa volete, non cosa "non volete". Se scrivete di volere un'immagine con una vista di città "senza auto", probabilmente aggiungerà delle auto.

Per dire al bot che non volete un oggetto, dovete usare il parametro --no, specificando poi l'oggetto che non volete includere.

In alternativa, potete usare il separatore "::". Come vedremo nel capitolo dedicato, questo strumento viene utilizzato per associare i concetti. Se lo si usa con un numero negativo, si possono rimuovere elementi indesiderati in un'immagine. Questa funzione viene chiamata "peso negativo".

Per esempio, se si scrive un prompt del tipo "still life painting", si otterrà della frutta all'interno, molto probabilmente. Ma come eliminarla? Con il separatore, usando un prompt del tipo "still life painting:: fruit::-.5". In questo modo si otterrà meno, o affatto, frutta.

Tenete presente che la somma di tutti i pesi deve essere un numero positivo. Come mai il prompt sopra ha una somma a numero positivo? Perché i pesi sono normalizzati, quindi il prompt può essere scritto come "still life painting::1 fruit::-.5". Il che dà come somma un numero positivo (0.5). 

Usando il parametro --no in questo esempio si sarebbe dovuto scrivere "still life painting:: --no fruit".

Come caricare una foto

Ci sono diversi modi per caricare un'immagine su Midjourney. Se volete caricare una foto nel prompt, avete due metodi per farlo. Il primo, e più semplice, è di caricarla direttamente su Discord. Cliccate sul pulsante "+" a sinistra del campo di testo e selezionate Carica un file. Poi trascinate l'immagine nel campo di testo

In alternativa, potete inserire nel prompt l'URL di una foto su Internet. Potete direttamente copiare il link o trascinare l'immagine sul campo di testo. Da PC, cliccate sull'immagine per espanderla, quindi cliccate con il pulsante destro del mouse e scegliete "Copia indirizzo immagine".

Da un dispositivo mobile, toccate e tenete premuta l'immagine, quindi selezionate "Copia collegamento multimediale".

Infine, potete fondere più immagini con il comando /blend. Dopo aver dato Invio, vi verrà proposto di caricare due immagini, e se volete caricarne altre (fino a 5 in totale) cliccate su optional/options. 

Midjourney vi ispira: fategli descrivere un'immagine

In uno dei capitoli precedenti, abbiamo parlato del comando /describe, che consente di farci descrivere una foto dal bot.

Per usarlo, scrivete il comando nel campo di testo di Discord e successivamente caricate un'immagine. 

Il bot di Midjourney genererà quattro possibili prompt basati su quell'immagine. Tenete presente che utilizzando questi prompt non genererete un'immagine uguale a quella che avete caricato. Solo il rapporto d'aspetto sarà lo stesso.

Usate questo strumento per lasciarvi ispirare e comprendere meglio cosa il bot si aspetta da voi. Come abbiamo detto, potete anche inserire direttamente un'immagine nel prompt, per descrivere meglio al bot il vostro desiderio.

Come associare i concetti nel prompt

associare i concetti con Midjourney

Il bot può fondere più concetti usando il separatore "::". In questo modo si può assegnare un'importanza relativa ai concetti nel prompt e controllare come vengono mescolati. Questa funzione si chiama prompt multipli.

Ad esempio, se scrivete "cheese cake painting", Midjourney creerà un dipinto di una torta cheesecake (in alto a sinistra). Se invece scrivete "cheese:: cake painting" Midjourney considererà separato il termine cheese (formaggio) dal dipinto di una torta.

In questo modo creerà il dipinto di una torta con dentro dei formaggi (in alto al centro).

Infine, se scrivete "cheese:: cake:: painting", Midjourney creerà una torta composta da formaggi e una composizione con elementi pittorici classici (in alto a destra). 

Se aggiungete un numero, potete stabilire l'importanza relativa di un oggetto rispetto all'altro. Per esempio, scrivendo "space:: ship", una nave con lo spazio come sfondo hanno la stessa rilevanza. Scrivendo "space::2 ship", lo spazio ha una rilevanza due volte maggiore (la nave sarà un elemento dello sfondo o in secondo piano).

/shorten: lo strumento per accorciare i prompt

comando /shorten di midjourney

Un modo per migliorare il proprio prompt e concentrarsi sui termini essenziali con Midjourney è usare il comando /shorten. Questa funzione analizza il prompt, evidenzia alcune delle parole più importanti e suggerisce quelle che possono essere rimosse.

Come abbiamo anticipato, il bot Midjourney analizza il prompt suddividendolo in unità più piccole note come token. Questi token possono essere frasi, parole o persino sillabe. Il bot converte questi token in un formato che può capire e li usa con le associazioni e i modelli appresi durante l'addestramento per creare l'immagine.

Se per esempio usate una frase del tipo "Per favore fammi un'immagine", questo può portare a elementi indesiderati nelle immagini. 

Una volta usato il comando, verranno evidenziati in grassetto i token importanti, mentre quelli inutili saranno barrati. Il bot proporrà poi cinque suggerimenti di prompt accorciati.

Provate poi a creare le immagini con i prompt accorciati, e scoprirete quali sono i termini più utili da usare in una descrizione. Per esempio, se scrivete che volete una torta con "realismo magico", Midjourney potrebbe usare la parola magico e introdurre elementi immaginari

Per usare il comando, scrivete /shorten, premete Spazio e inserite il prompt, poi premete Invio. 

Tenete presente che la funzione ha delle limitazioni. Prima di tutto /shorten non funziona bene per tutti i prompt o gli stili. Inoltre non è compatibile con i prompt multipli e con il parametro --no.

Come usare i parametri

parametri di midjourney

Uno dei modi per scrivere prompt migliori è sfruttare i parametri. I parametri sono opzioni aggiunte a un prompt che cambiano il modo in cui genera un'immagine.

Tramite i parametri potete cambiare le proporzioni di un'immagine, usare una versione diversa di Midjourney e molto altro. 

I parametri si mettono in fondo al prompt e sono indicati da "--". Ci sono parametri per indicare lo stile, per creare pattern di tipo mosaico, o per usare la stessa immagine in modo da affinarla (seed).

Qui trovate l'elenco completo dei parametri e come utilizzarli. Alcuni dei più interessanti sono --aspect (o --ar) per modificare le proporzioni, per esempio 1:1, 3:2 o 5:4. 

Oppure potete usare --chaos <numero da 0 a 100> per indicare la variabilità tra i quattro risultati. Valori più alti producono generazioni più insolite e inaspettate.

Se si vuole qualcosa di più fotografico o realistico, bisogna utilizzare per impostazione predefinita --style raw. --stylize invece influenza quanto fortemente lo stile estetico predefinito di Midjourney influenza l'immagine. Il valore predefinito è 100, mentre valori più bassi possono avere una migliore comprensione.

Di contro, valori più alti (fino a 1000) possono avere un'estetica migliore.

Come farsi aiutare nella creazione del prompt

Come abbiamo detto all'inizio, creare un buon prompt è un'arte. E non c'è niente di male a cercare aiuto. /describe è un buon modo per scoprire come "ragiona" il bot di Midjourney, ma ci sono anche strumenti di terze parti che ci possono venire in aiuto.

Il primo è la galleria di Midjourney. Qui potete trovare le creazioni degli altri utenti, e se cliccate su un'immagine in basso vedrete il promp utilizzato. 

Prompthero è un sito che vi offre idee per i vostri prompt, gratuitamente. Tutto quello che dovete fare è inserire una ricerca o scorrere il feed principale, poi cliccate su un'immagine che vi piace per vedere il prompt utilizzato dall'utente. 

PromptBase è un altro sito che vi consente di vedere i migliori prompt per Midjourney o altri modelli IA. Il problema è che è a pagamento, quindi se volete il prompt esatto dovete pagare. Se cliccate sulla sezione Trending Prompts dalla home, troverete i prompt che vanno per la maggiore.

E magari potrebbe darvi un'idea per guadagnare un po' di denaro scoprendo quali sono le immagini più cercate. 

Tutte le recensioni su YouTube
Le nostre recensioni esclusive e le nostre classifiche
Seguici