Come sincronizzare Microsoft OneDrive

OneDrive vi permette non solo di salvare i vostri dati sul cloud in modo di potervi accedere da qualsiasi dispositivo, ma anche di sincronizzarli con computer o telefoni collegati. Anche con molte opzioni di personalizzazione
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari
Come sincronizzare Microsoft OneDrive

Le piattaforme di archiviazione cloud sono un ottimo modo per avere i propri file sempre a disposizione da qualunque dispositivo o parte del mondo, e OneDrive ha diversi vantaggi da offrire ai suoi utenti. 

Forse non sapete infatti che il servizio consente di sincronizzare i propri dati tra dispositivi, oltre che condividerli con altre persone per collaborare. E, pur essendo integrato in Windows, offre anche una comoda app per Mac, Android e iPhone. Ma sapete come sincronizzare OneDrive?

Andiamo a scoprirlo, perché è un'operazione incredibilmente semplice da compiere, sia da computer che da telefono. Inoltre OneDrive presenta alcune funzioni che ci consentono di impostare la sincronizzazione a nostro piacere, sia manualmente che automaticamente per alcune cartelle specifiche. O, da telefono, anche per le foto scattate con la fotocamera. 

Indice

Come scaricare OneDrive

Prima di poter sincronizzare OneDrive, è necessario installarlo sul dispositivo ed effettuare l'accesso. Andiamo a vedere come fare per i vari sistemi operativi.

Windows

Su Windows 10 e 11, OneDrive è preinstallato e non è necessario scaricarlo e installarlo, mentre per Windows 7 e Windows 8 / 8.1 potete scaricarlo da qui.

Su Windows 10 e 11 troverete lo strumento, un'icona a forma di nuvola, nella barra delle applicazioni, cliccando sull'icona con la freccia verso l'alto. 

Cliccandoci sopra, potrete accedere allo strumento, se non l'avete ancora fatto. Cliccate su Accedi e vi verrà chiesto di inserire i dati del vostro account

Mac

Per installare l'app OneDrive su Mac potete seguire due strade: il Mac App Store o il download dal sito di Microsoft. La soluzione più semplice è utilizzare l'App store, apritelo e cercate OneDrive oppure cliccate su questo link e poi date il permesso ad aprire l'App Store (o in caso cliccate sul link Visualizza nel Mac App Store).

Cliccate su Ottieni, poi verificate la vostra identità inserendo ID Apple e password, se richiesto. Tenete presente che Microsoft fornisce aggiornamenti e consente nuove installazioni di OneDrive per le tre versioni principali più recenti di macOS di Apple (nel momento in cui scriviamo, Sonoma, Ventura e Monterey).

Se preferite installare l'app manualmente, scaricatela dal sito Microsoft a questo indirizzo. Cliccate su Scarica e poi cliccate due volte sul file nella cartella Download. Adesso spostate l'app nella cartella Applicazioni.

Ora per avviare OneDrive e iniziare la configurazione cliccate sul Finder (l'icona con la faccina nel Dock) e a sinistra cliccate su Applicazioni. Cliccate su OneDrive due volte per avviarla.

Quando richiesto, effettuate l'accesso con il vostro account inserendo le credenziali. 

Android

Per accedere a OneDrive su telefoni e tablet Android, dovete scaricarlo dal Play Store, ma dovete avere un telefono o un tablet con Android 6.0 o versione successiva.

Avviate il marketplace di Google cliccando sull'icona a forma di triangolo colorato e cercate in alto OneDrive, cliccando sul risultato corrispondente. Oppure cliccate direttamente su questo indirizzo.

Toccate Installa, poi avviate l'app toccando Avvia ed effettuate l'accesso inserendo le credenziali del vostro account. A questo punto vi troverete alla schermata principale dell'app

iPhone

Volete accedere a OneDrive iPhone o iPad? In questo caso tenete presente che i dispositivi devono essere aggiornati a iOS 16 / iPad OS 16 o versioni successive.

Dall'app versione 15.1.3, infatti, se si usa iOS 15 / iPadOS 15 o versioni precedenti, è possibile aggiornare solo l'app OneDrive, e non si possono fare nuove installazioni dell'app.

Soddisfatti questi requisiti, avviate l'App Store (l'icona azzurra con una "A" stilizzata bianca) e cercate in alto OneDrive, poi cliccate sul risultato corrispondente.

Potete anche seguire direttamente questo link alla pagina dell'App Store, confermando poi di voler aprire l'App Store dal browser.

Adesso toccate Ottieni, confermate la vostra identità tramite PIN, Touch ID o Face ID e poi toccate Avvia una volta che l'app è stata installata.

Quando apparirà la schermata dell'app, effettuate l'accesso con il vostro account. 

Come sincronizzare file o cartelle su PC

onedrive su mac

Installare l'app OneDrive su computer e telefono garantisce che i contenuti sul cloud saranno sincronizzati con il dispositivo. Su computer, c'è però una configurazione da fare una volta effettuato l'accesso.  

Prima di tutto, dovete scegliere la posizione della cartella OneDrive sul disco. Se non cambiate impostazioni, su Windows sarà in questa posizione:

C:\Users\[NOME_UTENTE]\AppData\Local\Microsoft\OneDrive\

Nel Mac sarà invece in:

~/OneDrive

Cliccate su Scegli questa cartella per confermare, o su Cambia posizione per impostare un'altra posizione, poi scegliete quale cartella utilizzare, o in caso createla e poi cliccate su Scegli questa cartella.

Inoltre, su PC Windows, potete scegliere se effettuare il backup di altre cartelle, Documenti, Immagini, Video, Foto e Desktop.

Completate queste operazioni, potete sincronizzare i documenti tra computer e cloud, sia manualmente che automaticamente. 

Come sincronizzare un contenuto manualmente

Per sincronizzare manualmente un file o una cartella con OneDrive, non dovete fare altro che aggiungerli alla cartella OneDrive. Su Windows e Mac, OneDrive funziona come una cartella di sistema a cui è possibile accedere tramite Esplora file (su Windows) o il Finder (nel Mac).

Aprite uno dei due strumenti, a seconda del vostro sistema operativo, e a sinistra cliccate su OneDrive. Su Mac sarà sotto la scheda Posizioni. In alternativa, potete aprire direttamente la cartella OneDrive cliccando sull'icona OneDrive nella barra delle applicazioni (in Windows, se non la vedete cliccate sulla freccia verso l'alto a sinistra dell'icona del Wi-Fi) o sulla barra dei menu (Mac).

Poi cliccate in basso a sinistra su Apri cartella e verrà aperta la cartella OneDrive in Esplora file o nel Finder. Adesso per sincronizzare un file o cartella qualsiasi, trascinateli dalla loro posizione nel computer nella cartella OneDrive (o in una cartella al suo interno creata appositamente).

Adesso, a seconda delle dimensioni del file o della cartella appena copiati in OneDrive (e della vostra connessione Internet), ci vorrà qualche tempo perché la sincronizzazione venga completata. Quando questo avviene, vedrete la conferma nella sezione Stato della finestra, con un'icona verde.

Da telefono, Android o iPhone, toccate l'icona File in basso a sinistra e scegliete dove caricare un file o cartella dal telefono. Ora toccate in alto l'icona "+" e toccate Carica. Scegliete il file da caricare in OneDrive, che verrà sincronizzato. 

Su iPhone potete accedere a OneDrive anche dall'app File. Per farlo, aprite File, poi toccate Sfoglia in basso a destra e se non vedete il menu Posizioni toccate Sfoglia in alto a sinistra. 

Ora sotto Posizioni toccate OneDrive e concedete l'accesso al vostro account. Da qui copiare file e cartelle da altre posizioni in modo molto semplice. 

Come sincronizzare le cartelle automaticamente (Windows)

backup onedrive windows

Su Windows, potete scegliere alcune cartelle da sincronizzare automaticamente in OneDrive all'esterno della cartella OneDrive.

Questa è un'ottima soluzione per avere un backup del computer sempre pronto, a patto di avere spazio sufficiente in OneDrive. 

Per impostare questa opzione, cliccate sull'icona OneDrive nella barra delle applicazioni e cliccate in alto a destra sull'icona a forma di ingranaggio. Cliccate su Impostazioni e poi a sinistra selezionate Sincronizzazione e backup

Ora a destra cliccate su Gestisci backup e attivate gli interruttori di fianco a Documenti, Immagini, Foto, Video e Desktop per scegliere quali sottoporre a backup. Di fianco a ogni cartella vi verrà indicata lo spazio occupato, in modo da sapere quanto impatterà su servizio di archiviazione cloud, mentre in basso vedrete lo spazio disponibile su OneDrive. 

Una volta effettuata la selezione, cliccate su Salva modifiche.

Mettere in pausa la sincronizzazione

Volendo, su computer si può mettere in pausa la sincronizzazione per un certo tempo. Per farlo, basta cliccare sull'icona OneDrive nella barra dei menu (Mac) o nella barra delle applicazioni (Windows) e poi cliccare sull'icona a forma di ingranaggio in alto a destra.

Adesso cliccate sulla voce Metti in pausa la sincronizzazione, poi scegliete per quanto farlo, per 2 ore, 8 ore o 24 ore

Opzioni di sincronizzazione

file su richiesta di onedrive nel mac

Altre opzioni a disposizione con OneDrive, su Mac e Windows, vi consentono di scegliere come sincronizzare i file. Andando nelle impostazioni di OneDrive, a cui potete accedere cliccando sull'icona OneDrive nella barra delle applicazioni / barra dei menu, selezionando l'icona a forma di ingranaggio e poi cliccando su Impostazioni / Preferenze, cliccate su Sincronizzazione e backup (Windows) o Rete (Mac).

Ora scorrete in basso (su Windows cliccate su Impostazioni avanzate). Da qui potete scegliere la velocità di caricamento e download e di quanto, per non limitare la velocità di navigazione in caso di poca banda. 

Adesso, sempre nella stessa schermata (su Windows, mentre su Mac cliccate su Preferenze), in basso troverete File su richiesta. Questa funzione consente di scegliere se scaricare i file sincronizzati sul computer o farlo solo quando si utilizzano.

Nel primo caso, li avrete a disposizione anche offline, ma occuperete più spazio del computer. 

Su Windows, potete anche scegliere se escludere alcune estensioni di file dal backup del computer (ovvero le estensioni scelte non verranno caricate su OneDrive, ma se presenti in OneDrive verranno sincronizzate con il computer). Cliccate su Escludi sotto Estensioni di file escluse e scegliete quali escludere. 

Infine, potete scegliere se non rendere disponibili alcune cartelle di OneDrive sul computer. Per farlo, cliccate su Account e poi su Scegli cartelle. Poi scegliete le cartelle di OneDrive che non verranno scaricate sul computer.

Come sincronizzare le foto da telefono

sincronizzare foto su onedrive android

Da telefono potete accedere ad altre opzioni, per esempio attivare il caricamento delle foto della fotocamera per salvare automaticamente le vostre foto su cloud. 

Per farlo, avviate l'app OneDrive sul telefono, Android o iPhone, e toccate Foto in basso a destra. Ora toccate Attiva in alto per avviare il caricamento automatico. 

In alternativa, su Android toccate Me in basso a destra, mentre su iPhone toccate la vostra icona di profilo (le vostre iniziali) in alto a sinistra.

Toccate Impostazioni e poi selezionate Caricamento della fotocamera (su iPhone) o Backup della fotocamera (su Android). Ora controllate che l'account sia corretto e toccate Conferma.

D'ora in poi le foto scattate con la fotocamera saranno salvate automaticamente su OneDrive. Sempre dalle impostazioni dell'app, potete scegliere se effettuare la sincronizzazione dei dati solo con Wi-Fi o anche con rete cellulare, attivando l'interruttore di fianco a Usa la rete dati per offline (iPhone), o toccando Sincronizza file offline e poi selezionando la voce Tramite Wi-Fi e rete mobile (Android).

Tutte le recensioni su YouTube
Le nostre recensioni esclusive e le nostre classifiche
Seguici