Come trovare un iPhone rubato, anche da spento

Alessandro Nodari
Alessandro Nodari
Come trovare un iPhone rubato, anche da spento

Se siete qui e state cercando di capire come trovare un iPhone rubato, anche da spento, è perché vi è capitata una di quelle cose che, per quanto marginali, sono in grado di sconvolgere la nostra giornata: eravate al bar o in un ristorante, avete appoggiato il vostro carissimo (in senso economico, ma non solo) iPhone sul tavolo... e un attimo dopo non c'era più

Insomma, siete certi di non averlo perso, ma qualcuno se n'è impadronito. Che fare? Purtroppo capita a sempre più persone, e i telefoni della mela sono dotati di sistemi che vi consentono di localizzare un dispositivo, anche da spento, oltre che di cancellare i dati in esso contenuti. 

Scopriamo quindi come cercare di ritrovare il nostro telefono della mela, o anche quello di un amico, ricordandovi prima la nostra guida su come bloccare un iPhone rubato.

Indice

Come trovare iPhone rubato

Vi hanno rubato il vostro iPhone e lo rivolete indietro.

Il pensiero, per quanto umano, è purtroppo pericoloso. Indipendentemente dal fatto che iOS vi conceda gli strumenti per trovare un iPhone, confrontarsi con una persona che ve lo ha rubato è sconsigliabile. Nondimeno, avrete la possibilità di mettere al sicuro i vostri dati, segnalare il fatto alla Polizia e quantomeno di effettuare una denuncia, il che potrebbe mettere nei guai chi lo rivendesse o comprasse. 

Quando vi viene rubato un telefono, la procedura da seguire è di localizzarlo e mettere al sicuro i dati, almeno bloccandolo o al limite inizializzandolo, in modo da essere sicuri che i dati al suo interno siano al sicuro da qualche malintenzionato.

Successivamente, denunciate il furto alla polizia utilizzando l'IMEI del telefono (nell'ultimo capitolo vi mostreremo come trovarlo).

Per trovare il vostro iPhone rubato, il modo più semplice è utilizzare i servizi integrati di Apple. Quando attivate un iPhone, infatti, per impostazione predefinita viene abilitato anche il servizio Trova il mio iPhone di Dov'è, un'app della mela che consente di localizzare i dispositivi collegati a un account e in caso di effettuare delle procedure di sicurezza.

Se il telefono ha i servizi di localizzazione attivi ed è connesso a Internet tramite Wi-Fi o rete cellulare, Dov'è vi mostrerà la sua posizione da qualunque dispositivo Apple o anche da browser. Vediamo come usarlo. 

iPad/iPhone secondario

Se volete ritrovare l'iPhone rubato utilizzando il vostro iPad, aprite l'app Dov'è su quest'ultimo (potete scorrere il dito dal centro dello schermo verso il basso e scrivere dov'è nel campo di ricerca e poi cliccare sull'icona verde che vi verrà mostrata). 

Ora si aprirà una mappa centrata sull'iPad e in basso a sinistra troverete tutti i dispositivi associati al vostro account. Cliccate sull'iPhone e la mappa si centrerà su di esso. Se il telefono è connesso a Internet, vedrete la sua posizione in tempo reale con la scritta Ora, altrimenti vedrete l'ultima posizione nota prima dello spegnimento o della disattivazione della connessione, con indicata anche quanto tempo fa è stato rilevato.

Come trovare un iPhone rubato, anche da spento

Se siete sicuri che il telefono sia stato rubato, cliccate su Inizializza questo dispositivo, oppure potete utilizzare una delle funzioni a disposizione come Indicazioni, per farvi mostrare la strada per arrivarci, Fai suonare, per farlo suonare (utile se l'avete perso nelle vicinanze), o Attiva sotto Contrassegna come smarrito, per disabilitare Apple Pay e, eventualmente, visualizzare un messaggio personalizzato con le vostre informazioni di contatto.

Mac

La stessa operazione può essere effettuata anche da Mac. Aprite l'app cliccando sul Launchpad (le nove icone colorate a forma di quadrato nel Dock), scrivendo Dov'è e poi cliccando sull'icona verde. Nella finestra che si apre, cliccate su Dispositivi in alto a sinistra e selezionate il vostro iPhone. 

La mappa si centrerà sulla posizione del dispositivo, o sull'ultima posizione nota, indicandovi anche l'ora in cui è stata effettuata la rilevazione. Ora cliccate sulla "i" di fianco al nome del telefono e si aprirà la stessa finestra che abbiamo visto sopra da iPad/iPhone, con le varie opzioni.

Browser

Dov'è è raggiungibile anche da qualsiasi browser, in caso non abbiate altri dispositivi Apple. Andate alla pagina di Dov'è e cliccate su Accedi. A questo punto effettuate l'accesso con il vostro ID Apple. Non vi chiederà l'autenticazione a due fattori da altro dispositivo, perché parte dal presupposto che non siate in grado di utilizzarla, avendo perso il telefono.

Si aprirà una mappa che vi indicherà la posizione di tutti i vostri dispositivi Apple con un pallino verde. In alto cliccate sulla voce Tutti i dispositivi e vedrete il vostro iPhone rubato, che verrà centrato sulla mappa.

A sinistra si aprirà la finestra che con le opzioni già viste sopra. In alternativa, potete accedere alla pagina di iCloud, in caso abbiate già effettuato l'accesso da un computer o possiate autorizzarne l'accesso con un altro dispositivo, cliccare su Dov'è e da lì recuperare la posizione del telefono.

Come trovare iPhone rubato di un amico

Se invece stavate camminando per strada con un amico e lui si è accorto che il suo iPhone è stato rubato, potete aiutarlo velocemente a trovarlo. Oppure, in caso l'iPhone sottratto sia il vostro, potete usare il suo telefono della mela per aiutarvi.

Vediamo come fare. Prendete in mano il vostro telefono e sbloccatelo. Ora aprite Dov'è cercando la sua icona verde brillante nella Home o Libreria del telefono o scorrendo verso il basso con il dito dal centro dello schermo verso il basso e scrivendo Dov'è.

Toccate l'icona dell'app e in basso a destra toccate la scheda Io. Ora scorrete verso il basso e toccate la scritta piccola in fondo Aiuta un amico

A questo punto si aprirà la pagina Web di Dov'è con il browser predefinito di sistema. Toccate Accedi e, nella finestra che compare dal basso, toccate la voce Utilizza un altro ID Apple. Ora inserite i dati di accesso dell'ID Apple del vostro amico, email e password.

Si aprirà una mappa, con in basso i dispositivi associati all'account del vostro amico. Toccate l'iPhone rubato e la mappa si centrerà sulla sua posizione (o sull'ultima posizione prima che perdesse la connessione Internet, indicando anche l'ora del rilevamento). 

A questo punto voi e il vostro amico potete rintracciare il telefono grazie alla mappa, oppure scegliere se farlo suonare, bloccarlo o inizializzarlo.

come trovare un iPhone rubato, anche da spento

In caso non possediate un iPhone per aiutare il vostro amico, la stessa procedura può essere seguita da qualsiasi browser. Andate alla pagina di Dov'è e cliccate su Accedi. A questo punto effettuate l'accesso con l'ID Apple del vostro amico, inserendo email e password.

Come sopra, si aprirà una mappa che vi indicherà la posizione di tutti i vostri dispositivi Apple del vostro amico. Cliccate sull'iPhone e vedrete la posizione del vostro iPhone rubato, che verrà centrato sulla mappa (o l'ultima posizione prima che perdesse la connessione Internet).

A sinistra si aprirà la finestra che con le opzioni per farlo suonare, bloccarlo o cancellare tutti i dati in esso contenuti. 

Come trovare iPhone rubato spento

Una delle operazioni che compie probabilmente subito un malintenzionato che vi sottrae il vostro amato iPhone è di spegnerlo, in modo da non venire rintracciato. 

Come fare in questo caso? Apple ha pensato anche a un'eventualità del genere con la Rete Dov'è, una soluzione che sfrutta la localizzazione in crowdsourcing, ovvero sfrutta altri dispositivi Apple nelle vicinanze per individuare la posizione dell'iPhone in questione. 

Questa tecnologia sfrutta il Bluetooth a bassa energia e l'ultra wideband, ed è la stessa che usano gli AirTag per mostrare la posizione di un paio di chiavi, di una borsa o di qualunque cosa stiate cercando. Ci sono però tre presupposti piuttosto importanti. Il primo è che per sfruttare questa soluzione il vostro iPhone deve essere dotato del chip U1, quindi deve essere un iPhone 11 o successivi.

Il secondo è che deve essere aggiornato a iOS 15 o successivi per poter sfruttare questa tecnologia. 

Il terzo è che dovete aver abilitato la localizzazione e la Rete Dov'è. Ovviamente se non avete per le mani il vostro iPhone perché rubato non potete controllare, ma come precauzione per chi non lo avesse ancora perso può andare nelle Impostazioni del telefono (l'icona a forma di ingranaggio che trovate nella Home o Libreria app), toccare Privacy e sicurezza, toccare Localizzazione e verificare che il pulsante in alto di fianco a Localizzazione sia attivo.

Poi tornate indietro toccando due volte la freccia Indietro in alto a sinistra, scorrete verso l'alto e toccate il vostro nome. Ora toccate Dov'è e infine Trova il mio iPhone. Assicuratevi che tutte e tre le voci, Trova il mio iPhone, Rete Dov'è e Invia l'ultima posizione siano attive. 

Se questi presupposti sono validi, con un po' di fortuna potete recuperare la posizione del vostro iPhone rubato anche se è spento.

La procedura è la stessa che abbiamo visto nel primo capitolo.

Quindi, da iPhone/iPad aprite l'app Dov'è, selezionate il vostro iPhone in basso a sinistra e vedrete la sua posizione, attuale o prima che si perdessero i contatti, indicandovi anche quando ciò è avvenuto.

Su Mac, aprite l'app Dov'è, cliccate in alto su Dispositivi e selezionate il vostro iPhone. Come sopra, la mappa verrà centrata sulla posizione del dispositivo, attuale o all'ultima rilevazione, con l'indicazione di quanto tempo è passato. 

Infine, da qualsiasi browser, andate alla pagina di Dov'è e cliccate su Accedi. Ora effettuate l'accesso con il vostro ID Apple e, una volta entrati, cliccate in alto sulla voce Tutti i dispositivi. Selezionate il vostro iPhone rubato, che verrà centrato sulla mappa (la sua posizione attuale o al rilevamento, con quanto tempo fa è stato rilevato) che quindi vi consentirà di trovarlo.

Come ritrovare iPhone rubato senza iCloud

Se per qualche motivo non potete recuperare la posizione del vostro iPhone rubato tramite iCloud, perché per esempio non ricordate la password del vostro ID Apple, potete comunque localizzarlo in altri modi. Vediamo alcune possibilità. 

La più semplice è usare l'app Dov'è da un altro dispositivo Apple associato al vostro account. Abbiamo spiegato come usarla nel primo capitolo, ma brevemente aprite l'app, da iPhone/iPad, in basso a sinistra selezionate il vostro iPhone e individuate la sua posizione. Oppure, da Mac, cliccate su Dispositivi in alto e poi sul vostro iPhone per determinare dov'è sulla mappa. 

In alternativa, potete usare la Cronologia delle posizioni di Google Maps. Ovviamente dovete aver installato Google Maps sul vostro iPhone, ma se questo fosse il caso e non avete cambiato le impostazioni sulla privacy di Google, Google Maps terrà traccia dei vostri spostamenti nel tempo.

Tutto quello che dovete fare è aprire un browser qualsiasi e andare alla pagina di Google Maps. Ora dovete effettuare l'accesso con il vostro account Google e, quando si apre la mappa, cliccare sull'icona con tre linee in alto a sinistra. Ora selezionate Spostamenti, che aprirà una pagina con una visualizzazione della sequenza temporale dei vostri spostamenti.

Per restringere la ricerca, selezionate la data in cui avete perso il telefono utilizzando i menu a discesa in alto a sinistra. Tornando sui vostri passi, potreste eventualmente individuare dove vi è stato rubato il telefono.

Se proprio siete fortunati, magari il malintenzionato che vi ha sottratto l'iPhone non è andato lontano, e se avete un Apple Watch potete far suonare l'iPhone collegato con la funzione apposita. Tutto quello che dovete fare è scorrere verso l'alto dalla parte inferiore dello schermo dell'Apple Watch per aprire il Centro di controllo. Se non avete modificato nulla nelle impostazioni rapida, una delle prime icone in alto dovrebbe essere il pulsante Ping iPhone, identificato dall'icona di un iPhone con un paio di linee curve su ciascun lato.

Toccatelo una volta e il vostro iPhone emetterà un suono. Se tenete premuto lo stesso pulsante, il flash del telefono lampeggerà due volte oltre a suonare.

Come trovare iPhone rubato con IMEI

Se volete scoprire come localizzare un iPhone rubato tramite codice IMEI, purtroppo non è possibile. O meglio, ci sono servizi Internet che vi dicono che possono farlo, ma non sono attendibili. Il codice IMEI è un documento importante che identifica univocamente il telefono e non dovreste comunicarlo a terzi con leggerezza. 

Quello che potete fare con il codice IMEI è bloccare il telefono e denunciarne il furto. Per bloccarlo, potete comunicare al vostro operatore telefonico il fatto che vi sia stato rubato il telefono, indicando anche l'IMEI, al che verranno bloccati sia la SIM che il telefono. 

Successivamente, potete andare dalla polizia o dai carabinieri ed effettuare una denuncia. Loro inseriranno l'IMEI del vostro iPhone rubato in un database e anche se difficilmente lo recupererete, in caso venisse rivenduto e ritrovato sia chi l'ha comprato che chi l'ha rivenduto rischierebbero pene pesanti.

Per trovare l'IMEI del vostro telefono, non avendolo a disposizione, avete diverse opzioni. La più semplice è guardare sulla scatola originale, dove vedrete l'IMEI sul codice a barre insieme al numero di serie.

Altrimenti, potete da browser andare a questo indirizzo, accedere con vostro ID Apple (lo stesso usato sull'iPhone), selezionare Dispositivi e poi cliccare sull'iPhone rubato per visualizzare il numero di serie e il numero IMEI/MEID.

Domande e risposte

Se vi è stato rubato un iPhone, la cosa più sicura da fare per evitare che i vostri dati finiscano nelle mani di qualche malintenzionato è di inizializzarlo. La procedura si può effettuare dall'app o dal sito Dov'è, che vi mostrerà la posizione del dispositivo e un pulsante per inizializzarlo. Per maggiori particolari sulla procedura da seguire, potete leggere il capitolo dedicato qui.
Un iPhone è in teoria sbloccabile solo dal proprietario o da Apple, ma in genere chi sottrae un iPhone usa dei trucchi per sbloccarlo. I più usati sono delle tecniche di phishing ai danni della vittima dopo aver recuperato il numero di telefono dalla SIM. In questo modo, cercano di recuperare i dati di accesso inviando un SMS che rimanda a un sito Apple falso o fingendosi dipendenti Apple. In alternativa, i malintenzionati se lo fanno sbloccare direttamente da Apple fingendosi legittimi proprietari e fornendo una fattura falsa recuperata nel dark web.
Mostra i commenti