Come usare il filtro chiamate dei Google Pixel

Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca
Come usare il filtro chiamate dei Google Pixel

Uno dei problemi che ancora oggi annoiano di più la maggior parte degli utenti, indipendentemente da chi usa Android o iPhone, sono gli spam. Nello specifico le chiamate di spam, le quali spesso arrivano da numeri non memorizzati e che ci costrongono a rispondere perché instillano il dubbio che possa trattarsi di un contatto non salvato.

Le chiamate spam sono molto diffuse tra gli utenti che possiedono un telefono. Spesso arrivano con una frequenza quotidiana e per quanto ci si possa sforzare nell'ignorarle o nell'installare app con filtri antispam continuano ad arrivare. Per fortuna la tecnologia va avanti e in questo contesto anche Google offre uno strumento ad hoc.

Stiamo parlando del filtro chiamate che Google offre a coloro che possiedono un Pixel, in particolare un dispositivo della serie Pixel 6 o della serie Pixel 7. In questa guida andremo a vedere come usare il filtro chiamate dei Pixel, in cosa consiste e quanto può risultare efficace nel quotidiano.

Indice

Cos'è il filtro chiamate dei Google Pixel

Il filtro chiamate dei Pixel è una funzionalità basata su Google Assistant che si offre di rispondere automaticamente al posto dell'utente alle chiamate telefoniche. Siccome è basata su Assistant, la funzionalità può contare su un certo grado di intelligenza artificiale, grazie alla quale sarà possibile rispondere ed eventualmente conversare con l'interlocutore.

La funzionalità è attiva anche in italiano. L'utente può rendersi conto della conversazione perché la funzionalità offre in tempo reale una trascrizione dei contenuti scambiati con l'interlocutore. In qualsiasi momento l'utente può interrompere la telefonata, chiudendo la comunicazione oppure intervenendo e parlando con l'interlocutore.

Nell'introduzione abbiamo parlato del filtro chiamate in relazione alle chiamate spam ma è bene sottolineare che la funzionalità può rivelarsi utile anche in altri contesti, come ad esempio quelli in cui non si può o non si vuole parlare direttamente con il chiamate.

Come usare il filtro chiamate dei Google Pixel

L'utilizzo del filtro chiamate sui Pixel è molto semplice. Per usarlo è fondamentale aver abilitato l'attivazione di Google Assistant per i contenuti personali. Questo può essere fatto in fase di inizializzazione del telefono oppure attraverso le impostazioni dell'app Google Home, nella sezione Assistant.

Questi i passaggi per usare il filtro chiamate dei Pixel:

  1. Quando arriva una chiamata vocale cercare l'opzione Filtro chiamata all'interno dell'interfaccia di chiamata in corso.
  2. Tappare sull'opzione Filtro chiamata e attendere che la chiamata si avviii.
  3. A schermo si dovrebbe vedere l'interfaccia del filtro chiamata, con la trascrizione in tempo reale di ciò che viene pronunciato da Assistant ed eventualmente dall'interlocutore.
  4. In qualsiasi momento è possibile interrompere la comunicazione oppure rispondere effettivamente alla chiamata tramite i due pulsanti che trovate sotto il box della trascrizione.

A chiamata conclusa sarà anche possibile consultare nuovamente la trascrizione della conversazione dal registro chiamate. Nella galleria qui in basso trovate una panoramica grafica di tutti i passaggi descritti.

Quanto è efficace il filtro chiamate dei Google Pixel

Il filtro chiamate dei Pixel è efficace anche in lingua italiana. Si può usare questa opzione per qualsiasi chiamata a rischio spam, magari per quelle che vengono segnalate come potenziali spam dall'app di gestione delle telefonate o semplicemente se il numero chiamante non è noto o se è caratterizzato da un prefisso straniero o di un'altra regione rispetto alla propria.

Insomma, è l'utente a scegliere quando avviare il filtro chiamata. Sicuramente funziona a dovere, con la conversazione di Assistant che risulta chiara per l'interlocutore e la trascrizione in tempo reale che è sempre accurata. Chiaramente si capisce subito che si tratta di un assistente virtuale, con alcune pause e incertezze nella conversazione che non risultano naturali ma d'altro canto l'obiettivo della funzionalità non è risultare umana.

Come usare il filtro chiamate su smartphone non Pixel

Il filtro chiamate basato su Assistant che abbiamo appena descritto è disponibile esclusivamente su smartphone Pixel. Google non lo rende disponibile ufficialmente per altri smartphone Android.

Al momento non sono noti online dei metodi o delle procedure che permettono l'utilizzo della funzionalità su dispositivi diversi dai Pixel, nemmeno con procedure di modding. Questo perché la funzionalità è integrata a livello profondo dei Pixel, ovvero al livello del processore sviluppato anche compatibilmente alle abilità di Assistant.

Tips, tricks e news!
Tutto il meglio della tecnologia in video brevi!
Seguici