Come usare Gemini su Android e iPhone: l'IA di Google a portata di smartphone

Alessandro Nodari
Alessandro Nodari
Come usare Gemini su Android e iPhone: l'IA di Google a portata di smartphone

Google è arrivata un po' in ritardo nella corsa all'intelligenza artificiale (IA), e anche se gli inizi non sono stati particolarmente brillanti, ha recuperato velocemente terreno, con Bard prima e soprattutto Gemini poi. 

Il chatbot IA della GrandeG, ormai integrato in tutti i suoi servizi, è in grado infatti non solo di aiutarvi a riassumervi contenuti, creare testi o effettuare ricerche sul Web conversando in modo naturale, ma, sui dispositivi Android, sostituisce nientemeno che l'Assistente Google. Vediamo quindi come usare Google Gemini su Android e iPhone, in modo da sfruttare le potenzialità del modello anche in mobilità. 

Se Gemini è disponibile dal suo sito ufficiale, Google ha rilasciato infatti un'app apposita per Android e un'integrazione dedicata nell'app Google per iOS, per permettere a tutti di accedere a Gemini in maniera più comoda e immediata proprio come si fa con ChatGPT o Copilot. Scopriamo come usarla.

Indice

Cos'è e a cosa serve Google Gemini

Google Gemini è il chatbot IA creato da Google per sfidare ChatGPT, e che, dopo aver sostituito Bard, è stato integrato in quasi tutti i servizi della casa di Mountain View. 

Come il rivale di OpenAI, si tratta di uno strumento di intelligenza artificiale generativa in grado di conversare in modo naturale con gli utenti, effettuare ricerche su Internet, fare riassunti, anche delle email ricevute, e creare contenuti originali. 

Tutto quello che bisogna fare è accedere al sito o all'app dedicata, inserire un prompt di testo, condividere una foto o anche semplicemente parlargli, e riceverete una risposta in tempo reale con le informazioni cercate. 

Inoltre, grazie all'integrazione con i servizi di Google, chiamati Estensioni, è possibile ricevere informazioni sui voli (tramite Google Flights), sugli hotel (con Google Hotel) o sulla strada da percorrere (grazie a Google Maps) per organizzare viaggi.

O, tramite l'estensione Google Workspace, ricevere aiuto per un progetto su Gmail, Documenti o Google Drive, o anche effettuare ricerche su YouTube. 

La "potenza" di Gemini deriva dal modello proprietario, che si chiama sempre Gemini. Google offre diverse versioni, che possono essere utilizzate in contesti diversi.

Gemini Nano è il modello più piccolo, pensato per essere eseguito localmente su telefoni e altri dispositivi mobili per alimentare funzionalità come le risposte intelligenti in Gboard. 

Gemini Flash è un modello leggero, veloce ed economico, progettato per attività ad alta frequenze, mentre Gemini Pro offre un equilibrio tra scalabilità e prestazioni.

Infine Gemini Ultra è con i suoi 540 miliardi di parametri il modello più grande, progettato per le attività più complesse.

Come OpenAI per ChatGPT, Google offre due opzioni per accedere al suo chatbot. Una, gratuita, che consente di sfruttare Gemini da sito o app per dispositivi mobili semplicemente effettuando l'accesso con il proprio account Google.

L'altra, a pagamento, prevede l'upgrade a Gemini Advanced, che offre un pannello laterale di Gemini in Gmail e nella suite office di Google, oltre ad altri vantaggi tra cui l'accesso al modello Gemini 1.5 Pro, che consente di analizzare, esplorare e comprendere documenti fino a circa 1500 pagine.

Per accedere Gemini Advanced, bisogna sottoscrivere il piano Premium di Google One per l'IA, che offre 2 TB di spazio su cloud costa 21,99 euro al mese con la possibilità di sfruttarlo gratuitamente per due mesi. 

Requisiti per usare Google Gemini da app

L'app mobile di Gemini è un'alternativa al sito Web e, su Android, rappresenta un'app apposita che serve anche da assistente mobile, mentre su iOS una scheda all'interno dell'app Google

Prima di tutto, per usare Gemini su Android è necessario un dispositivo con almeno 4 GB di RAM e Android 12 o successivi. Inoltre nel momento in cui scriviamo non funziona sui tablet Android (sui pieghevoli sì), ma stando ai rumor di marzo 2024 dovrebbe arrivare a breve, seppur non su tutti i dispositivi.

Inoltre per poter usare Google Gemini è necessario un account Google personale oppure un account Google Workspace per il quale l'amministratore ha abilitato l'accesso alle app Gemini e all'Assistente Google.

Bisogna avere almeno 18 anni: non è infatti possibile accedere alle app mobile Gemini con un account Google che risulta appartenere a qualcuno che ha meno di 18 anni, e per iOS è necessario aver effettuato l'accesso all'account Google nell'app Google.

Come installare Google Gemini su Android e iPhone

Come abbiamo anticipato, per app mobile Gemini si intendono due cose diverse a seconda del sistema operativo.

Su Android, è necessario scaricare l'app gratis omonima dal Play Store, operazione che potete compiere avviando l'app Google Play e cercando in alto Google Gemini. Toccate il risultato corrispondente e toccate Installa di fianco a Google Gemini. Oppure potete toccare direttamente questo link, per poi toccare Installa.

Su iPhone, è invece necessario installare l'app Google, anch'essa gratuita, avviando l'App Store (l'icona azzurra con la "A" stilizzata in bianco) e toccando Cerca in basso a destra.

Digitate Google e poi toccate il risultato corrispondente.

Nella schermata successiva, toccate Ottieni di fianco a Google e autenticatevi tramite Face ID o Touch ID per confermare l'installazione dell'app. In alternativa, toccate questo link e poi toccate Ottieni, per poi autenticarvi per confermare l'installazione. 

Come usare Google Gemini su Android

google gemini su android

Una volta installata l'app Google Gemini sul vostro dispositivo Android, potete procedere ad avviarla toccando l'icona a forma di stella nella Home o nel cassetto delle app o toccando Apri dal Play Store.

Attenzione: l'app Gemini su Android funziona solo sostituendo l'Assistente Google, quindi avviando questa procedura non solo userete Gemini sul vostro telefono dall'app, ma avrete accesso anche all'assistente vocale potenziato dal chatbot IA. 

Nella pagina successiva, scorrete verso il basso e leggete cosa può fare lo strumento, poi toccate in basso a destra Usa Gemini. Nella schermata principale troverete al centro un messaggio di benvenuto e subito sotto dei suggerimenti per usare lo strumento, come "Scrivi un'email per accettare un'offerta di lavoro" o "Idee per stupire un amico il giorno del suo compleanno".

Sotto, trovate la scritta Recenti, che rimanda alla cronologia delle interazioni con il chatbot. Per ogni chat, potete toccare l'icona con tre puntini e scegliere se fissarla in alto, rinominarla o eliminarla

In basso, trovate la barra dove inserire il prompt, o potete scegliere di usare il microfono per una richiesta di tipo vocale. In alternativa, se toccate l'immagine della fotocamera potete scattare una foto dal telefono o sceglierne una dalla galleria.

Toccando l'icona del vostro profilo in alto a sinistra accederete alle opzioni. Qui trovate le Estensioni, per integrare i servizi Google, mentre se toccate Impostazioni potrete accedere a una serie di voci. Una delle più interessanti è Contesto della schermata, che consente a Gemini di acquisire i contenuti di quanto presente sullo schermo.

Altre funzioni sono i comandi rapidi, la lingua da utilizzare per parlare al chatbot, la possibilità di scegliere i comandi rapidi per attività specifiche (basate sull'Assistente Google) o di scegliere un altro assistente vocale (per esempio l'assistente Google) e non Gemini.

I tuoi link pubblici sono invece le chat, prompt o risposte che volete condividere con altri utenti e che verranno caricati in una pagina Web disponibile a tutti. 

Digitate una domanda e il chatbot fornirà la risposta, che può anche essere letta a voce alta toccando l'icona con l'altoparlante in alto a destra. Sotto alla risposta, potete dare un voto (pollice su o pollice giù), toccare l'icona Google per fare una doppia verifica tramite il motore di ricerca, condividere la chat o copiarla.

Toccando l'icona con tre puntini in basso a destra, potete effettuare altre azioni, come esportare la chat in Documenti o Gmail, creare un link pubblico, selezionare il testo, modificare la risposta o vedere altre bozze della risposta. Oppure potete continuare a conversare con il chatbot per affinare la ricerca. 

Per iniziare una nuova chat toccate l'icona < in alto a sinistra.

Come abbiamo spiegato, Gemini sostituirà l'Assistente Google

, ma non tutte le funzioni sono disponibili. Al momento troverete l'impostazione di timer, l'effettuazione di chiamate e il controllo dei dispositivi per la smart home, e Google sta lavorando per aggiungerne altre in futuro.

Inoltre è già integrata YouTube Music. 

Ecco l'elenco delle funzionalità:

  • Creare o modificare allarmi e timer
  • Effettuare telefonate, inviare messaggi e leggere i messaggi in arrivo
  • Controllare il dispositivo, come accendere la torcia o il Bluetooth, o aprire un'app
  • Controllare le luci, la sicurezza domestica e altri dispositivi domestici intelligenti 
  • Trasmettere messaggi su dispositivi connessi in casa
  • Leggere una pagina web ad alta voce (Pixel 8 o successivo)
  • Ottenete aiuto per il Pixel dicendo "Aiutami con il mio Pixel" (Pixel 8 o successivo)
  • Provider di servizi multimediali (al momento in parte): podcast, notizie e stazioni radio e fornitori di musica di terze parti non sono attualmente supportati in Gemini, ma YouTube sì e Google è al lavoro per supportare Spotify e altri servizi

Gemini però non potrà accedere ad alcune funzioni, come:

  • Routine: anche se sui telefoni Android le scorciatoie per avviare una routine e le routine collegate agli allarmi nell'app Orologio non funzionano più, si può ancora iniziare una routine con l'Assistente Google sui dispositivi domestici, come gli altoparlanti e i display intelligenti
  • Promemoria e attività
  • Modalità Interprete

Nel caso vogliate tornare a utilizzare Assistente Google, toccate Assistenti digitali di Google. Selezionate Google Assistant, per poi toccare Conferma. Purtroppo, se fate così non potrete continuare a utilizzare Gemini neanche da app, che quindi su Android è legata indissolubilmente alla sostituzione dell'Assistente. A questo punto dovrete accedere al sito per usarlo.

Come usare Google Gemini su iPhone

google gemini su iphone

Su iPhone, Gemini è integrato nell'app Google: avviate l'app ed effettuate l'accesso con il vostro account Google.

Ora nella schermata iniziale vedrete in alto un cursore con a sinistra Cerca e l'icona Google e a destra un'icona a forma di stella (Gemini).

Toccatela e accederete a Gemini, poi potrete avviare una chat con il chatbot come visto nel capitolo precedente.

Tenete presente che su iOS Gemini non sostituisce l'assistente vocale Siri. 

Il canale degli sconti tech +50k
Tutti i migliori sconti e coupon per la tecnologia
Seguici