Come vedere gli autovelox su Google Maps

Alessandro Nodari
Alessandro Nodari
Come vedere gli autovelox su Google Maps

Quando si viaggia fa sempre comodo avere a disposizione un'app che indichi dove sono posizionati gli autovelox, in modo da non rischiare anche inavvertitamente di superare il limite di velocità proprio in quel punto e quindi una contravvenzione. 

Ma perché installare uno strumento apposito? Andiamo a vedere come vedere gli autovelox su Google Maps, come attivare l'avviso acustico e come aggiornare il navigatore di Google con gli autovelox, in modo da segnalarli anche agli altri utenti 

Perché l'app della GrandeG vi offre tutti gli strumenti per viaggiare sempre in sicurezza, scopriamo come vedere gli autovelox fissi o mobili insieme alle segnalazioni di traffico, incidenti o altro, ma non prima di ricordarvi il nostro approfondimento su come devono essere segnalati gli autovelox

Indice

Come vedere gli autovelox su Google Maps gratis

Gli autovelox sono dispositivi che sfruttano diverse tecnologie per determinare la velocità di un veicolo, e vengono usati dalle organi di polizia sia come deterrente che come strumento per contestare eventuali infrazioni. 

Due sono i tipi principali di autovelox: i dispositivi fissi, ovvero quelli che vedete a bordo strada di colore arancione, ma non solo (i cosiddetti velobox), o montati su pali, oppure i dispositivi mobili, utilizzati dalle pattuglie montati su treppiedi, installati nel veicolo o da utilizzare a mano (le cosiddette pistole laser).

Questi dispositivi devono essere segnalati opportunamente, ma fa comodo averli indicati sul navigatore, in modo da sapersi regolare durante la guida. Per fortuna, da giugno 2019 Google Maps ha iniziato a ricevere una nuova funzionalità che consente di non dover installare un'app apposita, ovvero vi indicherà la presenza degli autovelox, gratis, e persino un avviso sonoro per suggerirvi di rallentare (come vedremo in seguito). 

La segnalazione degli autovelox non riguarda solo le postazioni fisse, ma anche quelle mobili, ed è uno strumento utile per ridurre il rischio di incidenti, oltre che di multe, perché spesso gli autovelox sono posizionati (al netto di utilizzi più criticati) in punti strategici dove maggiore è la tentazione di accelerare e quindi di causare incidenti. 

Ma come vedere gli autovelox con Google Maps? La funzione è attiva sia sull'app per Android che su quella per iOS, e funziona in maniera estremamente semplice in quanto non dovete attivare nessuna impostazione.

Il funzionamento è lo stesso, sia che abbiate un telefono del robottino verde che un melafonino. Tutto quello che dovete fare è avviare l'app e impostare una destinazione. Gli autovelox sono infatti visibili solo su un itinerario, quindi cercando semplicemente su una mappa come fareste per individuare un ristorante o un distributore.

Toccate quindi in alto il campo di ricerca e inserite una destinazione, per poi selezionarla dall'elenco dei suggerimenti. Successivamente, toccate in basso il pulsante Indicazioni e l'app vi mostrerà due o tre percorsi suggeriti, indicando in blu quello consigliato. 

Adesso potete vedere gli autovelox lungo il percorso, evidenziati con un fumetto a volte arricchito dalla scritta Una segnalazione

Il fumetto che indica i dispositivi di rilevamento presenta al centro il disegno di una telecamera, e sarà colorato di arancione per gli autovelox fissi e di blu per gli autovelox mobili (immagine sotto). 

Come vedere gli autovelox su Google Maps

Se li toccate, si aprirà una finestra in basso con indicato il tipo di autovelox (fisso o mobile) e l'ultimo aggiornamento.

In genere gli autovelox mobili sono segnalati dagli utenti (dopo vedremo come farlo anche noi), e sarà indicato quanto tempo fa è stato segnalato. 

Attenzione, perché non tutti i Paesi europei apprezzano questa novità, e in alcuni sono illegali gli strumenti che avvisano gli utenti in caso ci siano autovelox lungo la strada.

Stiamo parlando di Germania, Francia e Svizzera, quindi se viaggiate sulle strade di questi Paesi l'app non vi indicherà la presenza di autovelox (in Google Maps non c'è un'impostazione che consente di attivare o meno la segnalazione di autovelox lungo il percorso, a parte quella per l'avviso sonoro, come vedremo nel capitolo successivo). 

Come attivare l'avviso acustico per gli autovelox su Google Maps per Android e iOS

Quando avviate la navigazione, Maps vi indicherà i dispositivi di rilevamento lungo il percorso, non solo visivamente ma anche acusticamente. 

La comodità dello strumento è infatti che è in grado di inviare un avviso sonoro all'avvicinarsi di un autovelox.

Questa funzione è presente su entrambe le versioni del navigatore di Google, quindi in caso vi stiate chiedendo come ricevere gli avvisi sonori per gli autovelox su Google Maps, sappiate che funziona in modo piuttosto simile sull'app per Android e su quella per iOS.

Ma come fare? Per attivare gli avvisi acustici, avviate Google Maps e toccate in alto a destra l'icona del vostro profilo, poi toccate la voce Impostazioni in basso. 

Adesso, se state utilizzando Google Maps su Android, scorrete verso il basso fino a trovare la voce Impostazioni di navigazione, per poi toccarla. Su iOS, invece, toccate Navigazione: la prima voce in alto sotto Come spostarsi

Qui troverete la stessa schermata, che vi consente di impostare alcune opzioni di navigazione. In alto assicuratevi che sotto Stato audio disattivato sia selezionato Audio riattivato o almeno Solo avvisi, e che il volume delle indicazioni sia su almeno su Normale.

Successivamente, almeno su Android, assicuratevi che l'interruttore di fianco a Riproduci segnali audio sia attivo. 

Come vedere gli autovelox su Google Maps

Come aggiungere autovelox a Google Maps su Android e iPhone

Come abbiamo accennato nel primo capitolo, Google Maps non permette solo di ricevere avvisi sugli autovelox presenti lungo il tragitto, ma anche di segnalarli attivamente agli altri utenti (proprio come avviene per Waze).

Ma come aggiungere gli autovelox a Google Maps? Per farlo, non basta impostare un percorso, ma bisogna anche avviare la navigazione (quindi se volete farlo è consigliato fermarvi a bordo strada in modo da non commettere imprudenze e non distogliere lo sguardo dalla guida).  

Una volta individuato un autovelox, quindi, accostate e toccate il fumetto con il "+", sulla destra dell'interfaccia. Si aprirà una finestra dal basso con una serie di opzioni, tra cui Incidente, Rallentamento, Lavori in corso, Chiusura corsia, Veicolo in panne, Oggetto su strada e, appunto, Autovelox mobile

Questa icona è evidenziata in blu, quindi non potete confondervi con le altre: toccatela e avrete segnalato la presenza di un autovelox mobile agli altri utenti.

Questi dispositivi sono posizionati in genere per qualche ora, quindi la vostra segnalazione è sempre molto utile. 

Come vedere gli autovelox su Google Maps

Attenzione, l'app consente solo di segnalare gli autovelox mobili, mentre per quelli fissi bisogna seguire un'altra procedura, accessibile sono da computer. Come indicato dall'assistenza Google, dovete andare sul sito di Google Maps, cliccare in alto a sinistra su Indicazioni stradali (la freccia su fondo blu verso destra) e inserire il punto di partenza e quello di destinazione. 

A sinistra cliccate sul percorso e poi cliccate su Dettagli. A destra, nel limite inferiore della finestra, troverete una voce con la scritta in piccolo Invia feedback e accanto al punto dove trovate un errore cliccate sull'icona a forma di bandiera. Scrivete che manca un autovelox fisso. 

Nei giorni successivi verrete contattati da un dipendente di Google e dovrete spiegargli che in quel punto manca un autovelox fisso, ma senza indicare quelli vuoti (in genere vengono considerati vuoti, e usati come deterrente, gli autovelox arancioni, soprattutto quelli in plastica).

Lo stesso per autovelox fissi che sono segnalati come presenti ma non ci sono più. 

Come vedere gli autovelox su Waze e Mappe

Non usate Google Maps come navigatore? Nessun problema: tutte le maggiori alternative offrono la stessa funzione, ovvero la possibilità di vedere gli autovelox sul percorso. 

Per sapere come vedere gli autovelox con Mappe di Apple, disponibile solo per iOS, tutto quello che dovete fare è inserire una destinazione e avviare la navigazione. Lungo il percorso, vi verranno indicati gli eventuali autovelox, e potete condividere quelli non segnalati scorrendo dal basso verso l'alto per accedere agli eventi disponibili o tramite Siri dicendo "Ehi Siri, c'è un autovelox".  

Se volete invece sapere come vedere gli autovelox su Waze, sappiate che l'app, disponibile per Android e iOS, è famosa proprio per questo tipo di funzioni. Tutto quello che dovete fare è impostare una destinazione nel campo in basso Dove andiamo? e toccare Mostra itinerari.

Ora vi verranno mostrati i vari percorsi, e vi verrà subito indicata l'eventuale presenza di autovelox, sia sulla mappa, con l'icona di un agente di polizia per gli autovelox mobili e un'icona con una telecamera su sfondo verde per quelli fissi, che nella descrizione del percorso.

Se toccate su queste icone, vi verrà poi indicata la posizione, da quanto tempo è stato effettuato l'ultimo aggiornamento ed eventuali annotazioni. Se invece desiderate segnalare voi un autovelox, sappiate che non è più attiva ed è prevista solo per gli editor a partire dal livello 3.

Come vedere gli autovelox su Google Maps

Domande e risposte

Per vedere gli autovelox su Google Maps, dove impostare una destinazione e scegliere un itinerario. A questo punto potrete scorrere sulla mappa e vi verranno indicati gli autovelox nell'anteprima, in blu quelli fissi e in arancione quelli mobili, entrambi indicati da una vignetta con una telecamera al centro.
Se volete segnalare un autovelox su Google Maps, durante la navigazione toccate l'icona a forma di fumetto con il "+" all'interno e toccate Autovelox mobile.
Mostra i commenti