Come verificare la potenza del segnale Wi-Fi

Ci sono vari modi per controllare la potenza del segnale Wi-Fi, anche da dispositivi equipaggiati con sistema operativo Android e da iPhone e iPad
SmartWorld team
SmartWorld team
Come verificare la potenza del segnale Wi-Fi

La qualità di una connessione Wi-Fi può risultare instabile o lenta, compromettendo le attività come il download di file o lo streaming video. Le ragioni principali di una connessione Wi-Fi inaffidabile derivano spesso da una errata posizione del router Wi-Fi o dei dispositivi connessi, oppure da una configurazione errata del router stesso.

Per diagnosticare in modo efficace e identificare eventuali problemi con il segnale Wi-Fi, è fondamentale misurarne la potenza e comprendere la strategia necessaria per risolverli. Questo processo di verifica è essenziale per garantire una connessione stabile e performante. Come vedremo in questo articolo, è possibile misurare la potenza del segnale Wi-Fi sia possibile sia su dispositivi Android sia iOS. Vediamo allora come effettuare queste misurazioni e perché è fondamentale per la qualità della connessione.

Come si misura la potenza segnale Wi-Fi

Per comprendere la valutazione della potenza del segnale Wi-Fi, è utile avere una buona comprensione dell'unità di misura impiegata.

La misura dell'intensità del segnale Wi-Fi viene effettuata in decibel per milliwatt, abbreviato come dBm. Questa scala varia da -30 dBm a -90 dBm, con valori più alti che indicano un segnale più forte e valori più bassi che indicano un segnale più debole. Per interpretare correttamente questi dati, ecco una panoramica generale dei valori e dei possibili impatti sulla connessione Wi-Fi:

  • 90 dBm: è il segnale Wi-Fi più debole che renderebbe impossibile la connessione;
  • 80 dBm: in segnale con questa intensità sarà instabile e potrebbe causare difficoltà nella connessione, limitando l'accesso ai servizi Internet;
  • 70 dBm: con questa intensità di segnale, la connessione potrebbe supportare solo attività leggere come la consultazione di e-mail;
  • 67 dBm: è un segnale affidabile, in grado di supportare attività Internet comuni, sebbene potrebbe non essere ideale per il gaming online;
  • 50 dBm: il segnale indica una connessione forte, con una migliore velocità e ridotte probabilità di buffering o lag;
  • 30 dBm: questa è l'intensità massima del segnale Wi-Fi, di solito raggiunta solo quando ci si trova molto vicino al punto di accesso.

Segnale Wi-Fi, come controllare la potenza su Android

Per effettuare una misurazione dell'intensità del segnale Wi-Fi su uno smartphone Android possiamo sfruttare l'app open source Wi-Fi Analyzer.

Per farlo accedere al Play Store sul proprio dispositivo Android e cercare l'applicazione Wi-Fi Analyzer. Installare l'app sullo smartphone. Assicurarsi di essere connesso alla rete Wi-Fi di interesse e avviare l'applicazione. Al primo avvio, l'app richiederà alcune autorizzazioni. Accettarle, in particolare l'autorizzazione relativa alla posizione, selezionando Esatta. Questo passaggio è cruciale per il funzionamento dell'app. Una volta avviata l'app viene visualizzata una lista di reti Wi-Fi disponibili. Scorrere l'elenco fino a individuare la rete specifica e annotare il valore in dBm associato.

L'app Wi-Fi Analyzer offre anche strumenti aggiuntivi, tra cui un grafico che consente di valutare l'occupazione dei canali wireless e identificare eventuali problemi di interferenza. Per accedere a questa funzione, toccare il pulsante Grafico canali nella parte inferiore dell'app. Un altro strumento utile è il grafico temporale, che permette di monitorare come varia l'intensità del segnale spostando l'access point o il dispositivo connesso alla rete. Questi strumenti consentono di ottimizzare la connessione Wi-Fi regolando la disposizione degli hotspot in base ai dati raccolti.

Segnale Wi-Fi, come controllare la potenza su iOS

Per condurre un'analisi della potenza del segnale Wi-Fi su dispositivi iOS è possibile impiegare un'applicazione di terze parti reperibile su App Store, come Network Analyzer. Questa app mette a disposizione una serie di strumenti per valutare e migliorare la qualità della connessione Wi-Fi. La funzionalità si basa sull'utilizzo delle API delle reti wireless integrate in iOS, consentendo di raccogliere dettagli riguardanti le reti Wi-Fi disponibili e la loro intensità del segnale. I dati vengono elaborati e presentati in un'interfaccia utente intuitiva che rappresenta la forza del segnale Wi-Fi mediante barre o percentuali. L'app aiuta a determinare la posizione ottimale del dispositivo per ottenere una connessione stabile e ad alta velocità.

Questo processo è fondamentale per la scelta delle aree in cui collocare gli hotspot o per valutare la necessità di un cambio del router o l'aggiunta di dispositivi di estensione del segnale, come ripetitori wireless o powerline.

Per utilizzare questa app su un dispositivo iOS occorre avviare l'app Network Analyzer che visualizzerà una lista delle reti Wi-Fi disponibili, mostrando l'intensità del segnale di ciascuna rete sotto forma di barre o percentuale. Quindi scegliere la rete Wi-Fi di interesse per ottenere altri dettagli. Accedere a informazioni come il nome della rete, l'indirizzo Mac, la frequenza e altri parametri tecnici. Toccare l'icona dei grafici per accedere a dati più dettagliati riguardo al segnale Wi-Fi, come la distribuzione di potenza in dBm e il canale utilizzato. Questi dati consentiranno di valutare e confrontare l'intensità del segnale Wi-Fi, aiutando a ottimizzare la disposizione degli hotspot in base alle tue esigenze specifiche, a prendere decisioni sul router e a considerare l'aggiunta di dispositivi per estendere il segnale, come ripetitori Wi-Fi o powerline.

Altre guide su Wi-Fi

Mostra i commenti