Come difendersi dalla diffamazione via social

Come difendersi dalla diffamazione via social
SmartWorld team
SmartWorld team

Sono sempre più numerose le persone che decidono di utilizzare i social network, da Facebook a TikTok. Queste piattaforme presentano evidentemente vantaggi (come la possibilità di condividere i propri contenuti gratuitamente) e svantaggi (tra cui eventuali post creati per screditare la reputazione di altri individui). Ti stai chiedendo come difenderti dalla diffamazione via social? Continua a leggere questo articolo per scoprire tante indicazioni utili.

Cos’è la diffamazione

Un martello del giudice

Prima di tutto, è importante spiegare cos'è la diffamazione. Si tratta di una condotta che offende o scredita la reputazione di un altro individuo. Nell'ordinamento giuridico italiano (l'insieme delle norme giuridiche), la diffamazione è un delitto contro l'onore (previsto dall'art. 595).

Secondo l'articolo, chiunque offenda la reputazione altrui (comunicando con più di una persona) è punito con la reclusione o con la multa. In particolare:

  • Chi offende la reputazione di altre persone è punito con una multa fino a 1.032 euro o fino a un anno di reclusione;
  • Quando l'offesa consiste nell'attribuzione di un determinato fatto: fino a 2 anni di reclusione e una multa fino a 2.065 euro;
  • In caso di offesa con mezzo stampa, di pubblicità o un atto pubblico: reclusione da 6 mesi a 3 anni o multa non inferiore a 516 euro.

Per conoscere tutte le informazioni e valutare con attenzione il tuo caso specifico, ti consigliamo di consultare un legale o leggere l'apposito articolo del Codice Penale.

La diffamazione a mezzo social

La diffamazione via social (o "a mezzo social") è una forma aggravata. È quindi prevista la reclusione da 6 mesi a 3 anni o una multa non inferiore a 516 euro, considerando che la diffamazione via social può essere equiparata a quella che avviene con un mezzo di pubblicità/stampa. I contenuti pubblicati in queste piattaforme sono accessibili a una moltitudine di soggetti.

Come difendersi dalla diffamazione a mezzo social

Abbiamo quindi capito che la diffamazione è un reato, ma puoi tutelarti in diversi modi. A seguire trovi alcune indicazioni.

Raccogli le prove

Sarebbe opportuno raccogliere e conservare alcune prove. Un individuo ha pubblicato un post offensivo? Potresti acquisire degli screenshot (un'immagine con tutto ciò che viene visualizzato sullo schermo) utilizzando un dispositivo compatibile (come smartphone o PC). Così facendo avrai a disposizione delle prove.

Segnala il contenuto

Quasi tutti i social network consentono agli utenti di segnalare eventuali contenuti offensivi o inappropriati. Potresti quindi chiedere al social network di nascondere il post. Le modalità variano in base alla piattaforma. Su Facebook, ad esempio, è necessario:

  • Avviare il social network (con un computer, smartphone o tablet);
  • Accedere (utilizzando le credenziali);
  • Individuare il post da segnalare;
  • Cliccare i tre puntini posizionati in alto a destra;
  • Effettuare un click su "Segnalala il post";
  • Spiega brevemente perché questo specifico post viola gli "Standard della community" ed è considerato offensivo/ingiurioso;
  • Invia la segnalazione.

Segnalare un post, un video o una foto su Facebook: la voce "Segnala post"

Segnalare un post, un video o una foto su Facebook: la voce "Segnala post" (da PC).

Puoi segnalare un post anche su Instagram.

  • Scarica Instagram sul tuo smartphone (Android o iOS) oppure collegati alla piattaforma utilizzando un browser;
  • Effettua l'accesso o crea un nuovo account;
  • Trova il contenuto da segnalare;
  • Tocca i tre puntini;
  • Scegli "Segnala";
  • Segui le istruzioni;
  • Invia la segnalazione.

Come segnalare un qualsiasi post su Instagram utilizzando l'applicazione ufficiale: la voce "Segnala"

Come segnalare un qualsiasi post su Instagram utilizzando l'applicazione ufficiale: la voce "Segnala" (da smartphone).

Per segnalare un video su TikTok, invece:

  • Scarica TikTok, il social network, da uno store virtuale (come App Store e Google Play Store);
  • Accedi o iscriviti;
  • Vai al video da segnalare;
  • Tieni un dito premuto sul contenuto;
  • Effettua un tap su "Segnala";
  • Segui le istruzioni e invia la segnalazione.

Come segnalare un video su TikTok, il popolare social network: il pulsante "Segnala"

Come segnalare un video su TikTok, il popolare social network: il pulsante "Segnala" (su smartphone Android).

Querela e provvedimento d'urgenza

Entro tre mesi dalla conoscenza del fatto illecito o dall'evento, è possibile sporgere querela (è anche possibile fare una denuncia online). Questo atto declaratorio consente a una persona offesa di richiedere all'autorità giudiziaria di procedere penalmente nei confronti dell'autore del reato.

In alcuni casi è possibile richiedere un provvedimento d'urgenza, ovvero una misura cautelare per tutelare un diritto in assenza di un provvedimento cautelare tipico. Ti consigliamo di valutare il tuo caso specifico consultando il tuo legale.

Mostra i commenti