Excel, come adattare automaticamente le celle al contenuto

Per facilitare la lettura e migliorare le presentazione, la funzione AutoFit di Excel permette di adattare le celle al contenuto digitato
Excel, come adattare automaticamente le celle al contenuto
SmartWorld team
SmartWorld team

L'utilità di Excel va ben al di là dell'inserimento di numeri e dell'esecuzione di formule. Il software di Microsoft per la produttività personale consente infatti di creare utili analisi con tanto di grafici e, sebbene non sia la funzionalità per cui è stato sviluppato, anche catalogazioni più o meno complesse. Non solo numeri, dunque, ma anche parole e lettere.

Ecco quindi che dinanzi a una varietà di utilizzo di questo tipo diventa certamente fondamentale riuscire a sfruttare correttamente e velocemente le funzionalità d'uso. Pensiamo ad esempio alla possibilità di adattare automaticamente le celle al contenuto. L'utilità è presto detta. Da una parte l'utente risparmia tempo nell'ottimizzazione del layout del foglio di calcolo, dall'altra riesce a lavorare meglio per via della possibilità di avere a colpo d'occhio l'interezza dei contenuti via via digitati. Scopriamo insieme come sfruttare questa funzionalità di Microsoft Excel.

Perché adattare automaticamente le celle al contenuto di Excel

L'utilità dell'opzione di adattare automaticamente le celle al contenuto di un foglio di calcolo Excel va quindi cercata anche nella facilità di lettura a primo impatto. Questo documento è infatti organizzato in celle che, per definizione, non sono così semplici da comprendere. Anche nel caso in cui siamo soliti utilizzare questo software.

Possiamo considerare le celle di Microsoft Excel come le unità minime in cui inserire le informazioni. Contengono numeri, lettere e parole in base alle scelte dell'utente, ma inserendo troppe informazioni all'interno di una cella il risultato è sempre lo stesso. Anzi, il doppio risultato. Il contenuto leggibile sarà solo quello che lo spazio predefinito è in grado di ospitare.

Dall'altra il contenuto in eccesso andrà a coprire una o più celle adiacenti. La conseguenza non può che essere l'impossibilità di leggere il documento così come l'inutilità di stamparlo. Come risolvere questo disagio digitale? Adattando le dimensioni di righe e colonne per creare delle celle adatte ai contenuti inseriti al loro interno. Ecco come fare.

Due modi per la perfetta leggibilità del contenuto nella cella di Excel

Come premesso, ci sono due modi per adattare automaticamente le celle al contenuto di Excel. La prima è certamente quella più "faticosa" ovvero quella che comporta tutte le volte un passaggio in più ed è la procedura manuale.

La seconda è invece l'adattamento automatizzato. Con questa seconda opzione non occorre modificare a mano ogni singola riga e colonna per ottenere il risultato desiderato ovvero la perfetta leggibilità del contenuto inserito nella cella. Il sistema che regola il funzionamento di Excel riesce ad adattare in maniera quasi automatica altezza e larghezza di righe e colonne in base al contenuto delle celle.

La funzione di riferimento si chiama AutoFit.

AutoFit, la funzione di Excel per l’adattamento automatizzato

Così come ci sono diversi modi per adattare le celle al contenuto, l'utente ha a disposizione più strade per richiamare l'utilizzo dell'AutoFit:

  • con i comandi presenti nel menu multifunzione di Excel;
  • con le scorciatoie da tastiera;
  • con un doppio clic in un punto specifico dello schermo.

Punto in comune delle tre soluzioni di richiamo di AutoFit è la velocità di esecuzione. La scelta andrebbe legata alla modalità di lavoro e alle abitudini d'uso. Per intenderci, chi usa molto la tastiera può preferire la combinazione di tasti. Gli altri possono utilizzare il menu multifunzione di Excel o un comodo doppio clic in un punto specifico del foglio di lavoro. A ogni modo, non è possibile utilizzare AutoFit per ogni tipologia di cella. occorre usare la funzione giusta in base al tipo di celle gestito.

Come attivare AutoFit in Excel per sistemare le celle in automatico

La strada più veloce per attivare l'AutoFit di Microsoft Excel è con il doppio clic del mouse.

Se la colonna da adattare è la A, basta portare il mouse sulla linea verticale tra A e la B per far cambiare forma al puntatore. Il procedimento è lo stesso per le righe. Bisogna verificare che il puntatore sia una linea verticale con due frecce opposte ai lati e premere due volte il tasto sinistro del mouse. L'adattamento della larghezza della colonna di sinistra al testo presente nella cella più grande avverrà in automatico. Dopodiché possiamo ottenere lo stesso risultato direttamente da tastiera con due scorciatoie.

In prima battuta, selezionare l'intera colonna da adattare e premere la combinazione di tasti Alt + h. Quindi premere HF per aprire il menu Formato. Qui scegliere A per adattare le righe e T per adattare le colonne. Infine, anche il mouse permette di eseguire lo stesso procedimento. Dal menu malfunzione della pagina Home fare clic su Formato all'interno della voce Celle e poi scegliere se fare clic su Adatta altezza righe o su Adatta larghezza colonne.

Se non è possibile utilizzare l'AutoFit bisogna forzare il testo a capo. Selezionare tutte le celle con Ctrl + a e, dal menu Home, gare clic su Formato e poi su Formato celle.

Ricordiamo come sia possibile anche usare la scorciatoia Ctrl + 1 per aprire la finestra. In quella che si apre selezionare la scheda Allineamento, cercare la categoria Controllo testo e mettere il segno di spunta di fianco a Testo a capo. A questo punto fare clic su OK per completare il procedimento.

Mostra i commenti