Le funzionalità segrete di Google Chrome che dovresti conoscere

SmartWorld team

Google Chrome è il browser più diffuso e utilizzato al mondo, sia su piattaforma mobile che desktop. Tuttavia, all’interno di Chrome si nascondono alcune peculiarità che lo hanno reso particolarmente amato da parte del grande pubblico. Nel dettaglio, sono presenti diverse impostazioni che hanno come finalità quella di fornire strumenti per personalizzare l’esperienza utente e garantire un alto livello di privacy e sicurezza. Al contempo, troviamo alcune simpatiche sorprese e funzionalità di cui molti ignorano l’esistenza.

Proprio per questi motivi, quindi, è indispensabile scoprire tutte le funzionalità segrete di Google Chrome che dovresti conoscere e di cui non potrai più fare a meno.

Caratteri, dimensioni e pagine di avvio

Uno degli aspetti più apprezzati di Google Chrome è la facilità con cui è possibile personalizzare il browser, ovvero andare a modificare le pagine di avvio, i caratteri, la dimensione del font, ma anche installare nuovi temi dal Chrome Web Store.

Per modificare la pagina di avvio è sufficiente entrare in Impostazioni e nella sezione All’avvio selezionare la voce desiderata. Chrome offre tre diverse opzioni: aprire la pagina in Nuova scheda, continuare dal punto in cui era stata interrotta la precedente sessione, oppure aprire una o più pagine specifiche.

La gestione dei caratteri e dei font semplice ed intuitiva è un ulteriore elemento peculiare di Google Chrome. L’utente può personalizzare le dimensioni e la tipologia del carattere accedendo in Impostazioni generali, sezione Aspetto e Dimensione carattere. Se i parametri non sono stati mai modificati, le impostazioni predefinite sono quelle di dimensione media.

A questo punto è possibile può scegliere se aumentare o diminuire il carattere, oltre a personalizzarlo nell’apposita sezione Personalizza caratteri. In quest’ultima l’utente può selezionare ogni singolo carattere standard, serif, sans-serif, oltre a molti altri parametri.

Per quanto riguarda i temi, Google Chrome offre centinaia di stili totalmente gratuiti da poter scaricare dalla pagina dedicata sul Chrome Web Store. Basta cliccare sul pulsante Aggiungi per installare il tema preferito e utilizzarlo quotidianamente in alternativa a quello standard.

Password, microfono e fotocamera

Sul fronte della sicurezza, Google Chrome è dotato di funzionalità avanzate non presenti in tutti i browser. In particolare, per quanto riguarda le password, Chrome integra un gestore di password che sincronizza le chiavi di accesso con il proprio account Google.

Il vantaggio di questa soluzione è quella di mettere a disposizione un meccanismo di gestione centralizzata delle password, consultabile anche all’interno del sito web dedicato, senza dover acquistare applicativi di terze parti. Non solo, in caso di furto di dati, Chrome avvisa l’utente, così da permettergli di cambiare i dati di accesso.

A livello di privacy, invece, Google Chrome integra un meccanismo avanzato per consentire o negare l’accesso dei siti web a fotocamera e microfono. Le funzioni dedicate si trovano all’interno di Impostazioni, nella scheda Privacy e sicurezza, nelle sezioni Videocamera e Microfono.

Disattivare e bloccare le notifiche

Sempre più spesso i siti web fanno ricorso all’utilizzo di notifiche interattive per catturare nuovi utenti a cui inviare contenuti appena pubblicati, così da intercettare il maggior traffico possibile. Di fatto, uno dei principali problemi per coloro che utilizzano browser moderni, come Chrome, è quello di tenere sotto controllo tutte le notifiche ed eventualmente bloccarle.

Per bloccare le notifiche sul browser di Google è necessario cliccare in alto a destra sul pulsante a forma di tre pallini, selezionare la voce Impostazioni e nella sezione Privacy e Sicurezza, fare clic su Impostazioni sito. All’interno di Notifiche sarà possibile scegliere se bloccare o consentire le notifiche, in modo complessivo o per singoli siti web selezionati da parte dell’utente.

La procedura su Android è molto simile in quanto la scheda Notifiche è all’interno di Impostazioni e poi fare tap su Impostazioni sito. Mentre per iPhone e iPad è necessario accedere in Impostazioni e poi Impostazioni contenuti. In quest’ultima scheda sarà possibile bloccare le notifiche tramite l’apposito pulsante Blocca popup.

Easter Egg su Google Chrome

Le Easter Egg sono vere e proprie sorprese inserite all’interno delle piattaforme digitali. Nate come sorta di scherzo innocuo e divertente, sono divenute una sorta di aggiunta nascosta che deve essere trovata dagli utenti.

Google Chrome ne nasconde una molto particolare: quella del T-Rex. Nel dettaglio, il T-Rex si presenta solamente quando la connessione è assente e punta a coinvolgere l’utente in una sorta di minigioco in cui il dinosauro inizierà a correre lungo il deserto. Premendo sulla barra spaziatrice ripetutamente sarà possibile far saltare il T-Rex, superando innumerevoli ostacoli e andando a stabilire il proprio record personale.

Questa Easter Egg è disponibile anche in versione mobile. In questo caso basterà premere sul touchscreen per avviare il gioco e far saltare il T-Rex. Su Android, in particolare, è sufficiente attivare la modalità aereo e avviare Chrome per iniziare a giocare.

Modalità Lite su Android

Per tutti gli utenti che possiedono uno smartphone Android è possibile accedere alla funzione di modalità Lite di Chrome. Il funzionamento è estremamente semplice: ogni volta che l’utente naviga, una parte del traffico viene quasi sempre gestita e inviata attraverso i server di Google. Con la modalità Lite, i server in questione andranno a semplificare la pagina, in modo tale da scaricare meno dati sul dispositivo. Grazie a questa funzione è possibile, pertanto, risparmiare il consumo dei Giga del proprio piano tariffario quando si è sotto copertura 4G o 5G.

Per attivare la modalità Lite su Chrome è necessario entrare in Impostazioni, cliccando sui tre pallini in alto a destra. Nella sezione Avanzate basterà toccare Modalità Lite per attivarla.

Infine, se si desidera controllare la quantità di dati risparmiata, basterà accedere all’interno della medesima sezione in cui, in basso, vi sono presenti un elenco contenente i siti visitati e la relativa quantità di dati risparmiati.