Come funziona Google Foto e come gestire la libreria personale

Non sapete come funziona Google Foto? In questa guida vi spieghiamo come gestire la libreria personale e come sincronizzare app e dispositivi mobili.
Come funziona Google Foto e come gestire la libreria personale
SmartWorld team
SmartWorld team

Avete sentito parlare di Google Foto, ma non sapete esattamente di cosa si tratta e come si usa? Magari ce l'avete anche a disposizione sul vostro dispositivo mobile, ma non l'avete mai usata o aperta per paura di fare danni. Ecco che allora avete deciso che è arrivato il momento di cercare informazioni in merito e vedere se questo strumento può effettivamente tornarvi utile. Se è così allora dovete sapere che vi trovare nel posto giusto, in quanto stiamo per spiegarvi come si usa Google Foto.

Nei prossimi paragrafi di questa guida imparerete varie cose sul tool di Google, quindi prendetevi un po' di tempo da dedicare alla lettura. Vi consigliamo di aprire l'app nel frattempo e di controllare le varie sezioni e il funzionamento man mano che vi forniamo maggiori informazioni. Che ne dite? Inoltre, scoprirete anche come gestire la libreria personale, come funziona la sincronizzazione e come stopparla se lo ritenete necessario.

Siete pronti? Allora iniziamo!

Indice

Cos'è Google Foto

Innanzitutto, prima di passare alla spiegazione sul suo funzionamento e sull'utilizzo, vediamo che cos'è. Google Foto è un'applicazione che potrete utilizzare sia sui dispositivi mobili Android che sugli iOS, che è in grado di generare in maniera automatica una copia di backup dei contenuti multimediali, foto o video, che scattate e girate sul vostro smartphone o sul vostro tablet. In questo modo, per qualsiasi problema che possiate riscontrare, come la perdita del telefono, un danno al dispositivo o la cancellazione per errore di questi, i contenuti resteranno in memoria in rete e sarà più semplice recuperarle. Inoltre, Google Foto è in grado di catalogare foto e video e ordinarle in modo tale che le possiate recuperare in modo rapido e veloce.

Oltre a questa funzione di catalogazione e backup intelligente, su questa galleria digitale vengono creati dei collage e dei video, con le funzioni di editing, in maniera automatica. Anche gli utenti stessi possono utilizzarle per lavorare ai contenuti in maniera autonoma.

L'account Google e l'app di Google Foto

Per questa app, in quanto prodotto Google, come immaginate è necessario l'utilizzo di un account Google. Se avete uno smartphone Android ne avrete già uno, in quanto è richiesto al momento della configurazione del dispositivo all'accensione. Se avete un iPhone o un iPad dovrete provvedere a crearne uno per poter utilizzare Google Foto. Passiamo ora all'applicazione. Se non ce l'avete ancora sul vostro dispositivo potrete procedere ad aprire il Play Store o l'App Store, a seconda dello smartphone che possedete, digitare il nome nella barra di ricerca e una volta individuata effettuare il download e l'installazione. Una volta ottenuta vedrete l'icona sul vostro smartphone o sul vostro tablet.

All'interno dell'app vedrete tutte le foto presenti sul vostro smartphone, di cui è stata creata una copia di sicurezza con il backup automatico.

Queste saranno elencate in ordine cronologico. Un'icona sul lato destro vi aiuterà a scorrere verso il basso più rapidamente e recuperare le foto di tanto tempo fa. In basso sullo schermo potrete visualizzare il comando per la ricerca, ma anche i file condivisi con altri utenti e la sezione Biblioteca. Quest'ultima racchiude tutti  i contenuti multimediali e li divide per categorie, o cartelle, in modo tale d facilitare la catalogazione e la ricerca da parte dell'utente. Ma facciamo un passo indietro: dopo l'installazione sarà necessario avanzare con la sincronizzazione, per potere così abilitare la copia dei contenuti del dispositivo mobile. Volete sapere come funziona nel dettaglio e come si fa? Procediamo subito.

Attivare il backup su Android

Se avete uno smartphone con sistema operativo Android allora, come dicevamo, probabilmente avrete già l'applicazione di Google Foto a disposizione. Se non è installata di default sul vostro dispositivo potete procedere a scaricarla così come spiegato nel paragrafo precedente.

Avviate l'app dopo l'installazione e, se è necessario, effettuate il login all'account Google per poterla utilizzare. Ora bisogna abilitare la funzione backup. Se non avete visto il messaggio che appare, l'avete chiuso per sbaglio o avete detto no, dovrete procedere manualmente ad attivarla.

Come fare? Fate riferimento all'icona con la vostra iniziale che vedete in alto a destra. Fateci clic su e premete l'opzione Impostazioni di Foto. Fatto ciò si aprirà un menù di impostazioni di Google Foto. Da qui dovrete attivare l'opzione Backup e sincronizzazione con un clic sulla levetta, affinché si muova su ON. Potete anche decidere su quali cartelle avverranno le operazioni di backup. Per farlo potrete fare tap su Cartelle del dispositivo sottoposte a backup e selezionare quelle che vi interessano. Altro fattore da verificare è quello relativo alla connessione.

Per non consumare Giga della vostra connessione dati volete fare in modo che la copia dei file avvenga solo quando il dispositivo mobile è collegato a un Wi-Fi. Come si fa? Fare clic sulla voce Uso della rete dati e scegliete OFF in corrispondenza di Esegui il backup delle foto utilizzando la rete dati, Effettua il backup dei video utilizzando la rete dati ed Effettua il backup mentre sei in roaming.

In questo modo il backup sarà abilitato e avverrà soltanto quando una connessione fissa sarà a vostra disposizione. I file multimediali verranno così salvati su Google Foto e saranno disponibili per voi.

Attivare il backup su iPhone

Avete un dispositivo mobile Apple, iPhone o iPad, e vorreste poter usare Google Foto? Anche in questi casi è possibile, non preoccupatevi. Come dicevamo in precedenza, se non avete un account Google dovete procedere alla sua creazione. Al termine sarà necessario scaricare e installare l'app di Google Foto direttamente dall'App Store. In questo caso l'archiviazione dei contenuti presenti sul vostro dispositivo non avverrà su iCloud, come di default, ma su quest'altro servizio di Google.

Dopo la sua installazione fate tap sull'icona di Google Foto per avviarla. Adesso dovreste visualizzare una richiesta su una finestra che appare, per permettere all'app di avere accesso alle foto e ai video sullo smartphone. Dopo aver accettato, se non l'avete ancora fatto, è il momento di procedere con login all'account Google di cui parlavamo poco fa, usando le credenziali scelte in fase di registrazione.

Ecco che a questo punto non vi resta altro che fare tap sul comando Esegui il backup, in questo modo verrà attivata la sincronizzazione.

Se è necessario farlo in un altro momento potrete procedere, quando siete pronti, con un clic sull'icona con la vostra iniziale in alto a destra e poi premere su Impostazioni di Google Foto. Il passaggio successivo prevede di muovere la levetta su ON in corrispondenza dell'opzione Backup e sincronizzazione. Cos'altro fare? Così come per gli Android, assicuratevi di non consentire il backup in assenza di una rete Wi-Fi, così eviterete di consumare i Giga della vostra connessione dati. Per farlo dovrete impostare OFF in corrispondenza delle voci Utilizza la rete dati per eseguire il backup delle foto e Utilizza la rete dati per eseguire il backup dei video.

Come disattivare Google Foto

Avete deciso di disattivare Google Foto dopo averlo provato per un po'? Se lo utilizzavate e avete capito che non fa più al caso vostro allora probabilmente avrete voglia di disattivare il servizio di backup e di eliminare l'applicazione dal vostro dispositivo mobile.

Per farlo, il procedimento è abbastanza semplice e stiamo per spiegarvelo nel dettaglio. Si tratta di passaggi simili a quelli che avete seguito per la sincronizzazione, proprio quelli che vi abbiamo spiegato nei paragrafi precedenti. Rivediamo insieme come si procede per disattivare Google Foto.

Prima di tutto prendete il dispositivo e sbloccatelo se necessario. Avviate l'app di Google Foto con un clic sulla sua icona. Fate tal sull'icona del vostro profilo, con la vostra iniziale o la vostra foto, che vedrete in alto a destra. Poi dal menù dovrete selezionare Impostazioni di Foto e premere Backup e sincronizzazione. Nella schermata che apparirà dovrete muovere su OFF la levetta in corrispondenza della voce Backup e sincronizzazione. Se volete solo interrompere la sincronizzazione di alcune cartelle, potrete premere sulla voce Cartelle del dispositivo sottoposte a backup e impostare su OFF quelle che non vi interessano più, in modo da disabilitare solo il backup di singole cartelle.

Mostra i commenti