Green Pass obbligatorio: come riceverlo e per cosa va mostrato secondo il decreto del 22 luglio

SmartWorld team -

Dal primo giorno del mese di luglio è entrato in vigore il Green Pass europeo. Si tratta del documento rilasciato a chi ha ricevuto la prima dose di vaccino da almeno 14 giorni, da chi è guarito dal COVID oppure per chi ha effettuato un tampone con esito negativo. Un vero e proprio lasciapassare per muoversi con libertà in tutta Europa e nei Paesi dell’area Schengen, ma da quanto deciso dal governo Draghi il 22 luglio 2021 le cose cambiano. Il Green Pass diventa obbligatorio anche in Italia per poter prendere parte a determinate attività.

Green Pass Obbligatorio

Prima di tutto, il green pass sarà obbligatorio per determinate attività al chiuso e all’aperto per tutti i cittadini di età superiore ai 12 anni. Sono esentati i soggetti con idonea certificazione medica (impossibilitati ad esempio a ricevere il vaccino).

Il Green Pass dovrà essere esibito a partire dal 6 agosto al bar e al ristorante per la consumazione da seduti all’interno del locale. Se la consumazione avverrà al bancone o all’esterno non ce ne sarà bisogno. Anche i dipendenti dei luoghi di ristorazione dovranno avere il Green Pass.

Il certificato verde sarà necessario anche per partecipare a grandi eventi, per entrare a teatro, cinema e in palestra. Idem dicasi per mostre e musei. L’obbligatorietà scatterà anche per piscine, centri termali, fiere, spettacoli all’aperto, congressi e concorsi

Per il momento non è previsto l’utilizzo del pass per i mezzi pubblici. Il Governo sta comunque valutando l’introduzione di regole a riguardo, ma se ne riparlerà più avanti, a settembre. Ricapitolando, il Green Pass sarà obbligatorio per:

  • Bar – Consumazione al chiuso al tavolo
  • Centri termali e piscine
  • Cinema
  • Concorsi
  • Congressi
  • Fiere
  • Mostre e musei
  • Palestre
  • Ristorante – Consumazione al chiuso al tavolo
  • Spettacoli all’aperto
  • Teatri

Il decreto legge vero e proprio entrerà in vigore proprio dal 6 agosto 2021.

Come ottenerlo

Sono 3 nel dettaglio i punti di riferimento per ottenere il Green Pass. Il primo è l’app Io per i servizi della pubblica amministrazione. Il secondo è l’app Immuni per il tracciamento di eventuali contagi da Covid. Il terzo è il sito ufficiale dedicato. Il tutto senza dimenticare le richieste del Garante per la protezione dei dati personali. In particolare, la previsione di garanzie specifiche per il trattamento di dati, contenuti nei pass, dai quali possono essere ricavate informazioni sullo stato di salute della persona. Si tratta di un aspetto evidentemente insoddisfacente nella versione originaria del decreto legge sul Green Pass.

Per ottenere il green pass si deve aver ricevuto la prima dose di vaccino, o, alternativamente, avere un certificato di guarigione nei precedenti sei mesi, un test molecolare, antigenico o salivare con esisto negativo nelle 48 precedenti alla richiesta. Ma andiamo oltre per esaminare come ricevere il Green Pass via mail o SMS e scaricarlo in formato digitale.

Green Pass, come ricevere l’SMS sul cellulare cosa fare se non arriva

Punto di forza del Green Pass è la sua immediatezza d’uso. In buona sostanza il documento è utilizzabile dall’istante successivo in cui viene ricevuto. La disponibilità viene comunicata tramite SMS al numero di telefono lasciato momento della vaccinazione, del tampone o della guarigione. Ma cosa fare se non è stato ricevuto il messaggio di testo con le indicazioni per scaricare il proprio certificato? Ebbene, la soluzione è la richiesta di assistenza attraverso gli strumenti messi a disposizione dal governo. Il testo del messaggio, nel caso arrivi a destinazione, prevede il nome dell’utente, segnalato solo con due lettere del nome, seguito da un asterisco e con due lettere del cognome. Il codice che segue – l’AuthCode – serve per ottenere il Green Pass. Per completare l’operazione occorre disporre del numero identificativo della tessera sanitaria e la data di scadenza.

I campi da compilare per richiedere il Green Pass con Tessera Sanitaria e Auth Code.

L’alternativa è ottenere il documento tramite Spid ovvero la propria identità digitale. Sul sito del governo trovate tutte le informazioni per ottenerlo. Una volta ottenuti questi dati, bisogna cliccare sul link all’interno dell’SMS ricevuto sul cellulare per collegarsi alla pagina web relativa al Green Pass. A quel punto compilare i campi richiesti, scegliere la lingua di ricezione del documento e cliccare su Recupera certificazione.

Green Pass SMS non ricevuto

In tal caso si può richiederlo chiamando il numero 1500 o scrivendo a codice.dgc@sanita.it. In entrambi i casi va indicato il codice fiscale,  la data della vaccinazione, del tampone negativo o la data del primo tampone positivo per i guariti, e l’email a cui si vuole ricevere il codice per scaricare il pass.

Alternativamente si può fare richiesta del Green Pass in farmacia o dal medico di famiglia. Per quanto riguarda le farmacie il servizio sarebbe teoricamente gratuito, ma non è da escludersi che certi esercizi richiedano una qualche forma di pagamento. Idem per i medici di famiglia.

Infine, al momento in Italia il documento cartaceo che attesta l’avvenuta vaccinazione viene considerato alla stregua di un Green Pass (fonte Corriere.it). Fino al 12 agosto anche per i viaggi in Europa sono considerate valide le attestazioni cartacee di avvenuta vaccinazione in un paese europeo, o anche di tampone negativo e avvenuta guarigione (fonte Corriere.it).

Green Pass digitale sulla mail: come riceverlo per poi scaricarlo

L’alternativa alla ricezione dell’SMS sul cellulare è la comunicazione via posta elettronica da cui attivare la procedura per scaricare il Green Pass. Occorre però aver indicato una mail valida al momento della vaccinazione, del tampone o della guarigione.

Se l’atteso messaggio non arriva e i tempi stringono, il cittadino può rivolgersi al numero verde dedicato (800 91 24 91) attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20 o al numero di pubblica attività (1500), attivo 24 ore su 24. Oppure richiedere assistenza alla mail istituzionale (cittadini@dgc.gov.it o codice.dgc@sanita.it) creata proprio per offrire aiuto. Se la partenza è imminente, il cittadino può comunque scaricare il proprio Green Pass dall’app IO. Ma non bastano i dati della tessera sanitaria e del codice fiscale poiché per accedere all’app occorre autenticarsi attraverso la Carta d’identità elettronica o il codice Spid.

Il caso della chiusura dei 10 canali Telegram per la creazione di Green Pass falsi

In questo contesto segnaliamo il caso della vendita di falsi Green Pass. C’era infatti chi proponeva certificati di avvenuta vaccinazione con i vari Pfizer, Moderna e Astrazeneca. L’inchiesta del Nucleo speciale tutela privacy e frodi tecnologiche della Guardia di Finanza e della procura di Milano ha portato all’oscuramento di 10 canali Telegram, proprio nel giorno dell’esordio del Green Pass.

A conti fatti, la presenza di oltre 10.000 persone iscritte era il segnale della voglia di viaggiare senza alcuna precauzione. I prezzi per il Green Pass si aggiravano tra 100 e 130 euro. Nel pacchetto erano compresi falsi dati identificativi del vaccinato, Qr code, numero che contraddistingue il lotto di origine della prima e della seconda dose, consegna a domicilio.

  • Nathan

    NO!
    IL GREEN PASS E’ASSOLUTAMENTE GRATUITO IN QUALSIASI CASO…non è legale dare alcun compenso sia in farmacia che al medico di base

    • Non lo è affatto, ma ci sono varie testimonianze anche da associazioni di categoria che riportano la richiesta di cifre più o meno cospicue.

  • M_90® 🐲🥊

    una settimana e mezza fa ho fatto la seconda dose e ancora niente green pass. ho chiamato il medico di base e dice che non può fare nulla; sono andato in farmacia e idem; ho chiamato l’asl e per loro è tutto in ordine; ho chiamato in regione e niente; ; mandato mail e pec al MdS e alle mail descritte anche su e continuo a chiamare il 1500 e l’800912491 e nessuno risponde. io sono senza parole. ho tutto in ordine ma non posso fare nulla dal 5 agosto. vergogna italiana.

    • Quando ti sei fatto la seconda dose ti hanno dato un foglio o qualcosa di simile? Ha valore legale anche quello in mancanza di Green Pass.

    • ale

      vai su sito metti due dati e ti scarichi il pass.. io l’ho fatto già dopo la prima dose in un minuto…

  • Luca McLaren Lucchelli

    NO VAX NO GREEN PASS

  • Steve

    non penso che lo farò il vaccino, sono titubante, ma ho ancora 2 settimane per pensarci.