Cosa sono e come abilitare i messaggi RCS

Alessandro Nodari
Alessandro Nodari
Cosa sono e come abilitare i messaggi RCS

Gli SMS sono la colonna portante della telefonia mobile, ma dalla loro nascita sono passati trent'anni e forse è ora di passare otre. Ecco perché da qualche tempo Google sta facendo un gran baccano intorno ai messaggi RCS, alimentando anche un'aspra polemica con Apple.

Ma cosa sono e come abilitare i messaggi RCS? Andiamo a scoprirlo, oltre a capire perché sono necessari per inviare in alta qualità le nostre foto e video, e per sfruttare tante altre funzioni come le conferme di recapito, lettura e la crittografia end-to-end. 

Che senso hanno, c'è già WhatsApp, penserete. Vero, ma i messaggi RCS non sono una piattaforma privata, bensì uno standard che può essere sfruttato da qualsiasi app, che sia Messaggi di Google, Messaggi di Samsung e persino, se solo la mela lo volesse, Messaggi di Apple (spoiler: non vuole).

Andiamo a scoprire tutti questi aspetti, ma non prima di ricordarvi il nostro approfondimento su come personalizzare i messaggi per rifiutare la chiamata su Android.

Indice

Cosa sono i messaggi RCS

Tutti conoscono gli SMS (Short Messaging Service). Lanciati nel lontano 1992, consentivano ai dispositivi mobili di scambiare brevi messaggi di testo e hanno fatto la storia della telefonia. Ma ormai hanno fatto il loro corso, e infatti la gente usa per la maggior parte le app di messaggistica. 

Questo consente di scambiarsi emoji, testi maggiori di 160 caratteri, immagini e video in alta definizione, e molto altro, il tutto protetto da crittografia. Nondimeno, gli SMS continuano a essere molto popolari, in gran parte perché non richiedono che l'utente con cui comunichiamo sia iscritto alla nostra stessa piattaforma. 

Ma c'è un'alternativa. A un certo punto, ci si è posti il problema di come far evolvere gli SMS in un sistema di comunicazione più moderno, che consentisse di sfruttare la maggior larghezza di banda delle connessioni mobili, e così i produttori di smartphone, gli operatori e le agenzie governative del settore dei telefoni cellulari nel 2007 hanno sviluppato il protocollo Rich Communication Services (RCS).

Per anni non se n'è più, parlato, poi nel 2018 Google ha annunciato di aver lavorato con i principali operatori di telefonia cellulare in tutto il mondo per adottarlo, con il risultato di creare un protocollo basato sul profilo universale RCS e che consente agli abbonati di diversi vettori e Paesi di comunicare tra loro.

Nel 2019, lo standard RCS è arrivato su base volontaria nella sua app Messaggi, con un servizio conforme al profilo universale e ospitato da Google anziché dall'operatore telefonico dell'utente, e se all'inizio parlava di questa funzionalità come "chat", nel 2023 ha iniziato a chiamarla con il suo nome tecnico RCS.

Gli RCS si sono evoluti fino a replicare le funzionalità di molte app di messaggistica, come la possibilità di condividere contenuti come immagini, video clip e GIF, emoji, stickers e file, e hanno aperto la possibilità di sviluppare alcune peculiarità, come inviare aggiornamenti in tempo reale sui prossimi viaggi e carte d'imbarco, e persino eventualmente consentire ai clienti di selezionare i posti delle compagnie aeree.

Mentre il protocollo RCS originale consentiva solo la crittografia client-to-server, da giugno 2021 RCS supporta la crittografia end-to-end. Ovviamente, a differenza degli SMS gli RCS vengono trasmessi tramite Internet, quindi è necessaria una connessione dati o Wi-Fi (e a differenza degli SMS non costano nulla, a parte i dati consumati). È però necessario che una SIM sia inserita nel telefono per poterli usare (quella principale per le chiamate, mentre per le altre SIM non è ancora disponibile).

Ci sono altri vantaggi. Gli RCS mostrano quando qualcuno sta digitando, permettono di ricevere conferme di lettura, mostrando quando qualcuno ha letto o ricevuto il messaggio.

A questo punto potreste chiedervi quale app vi serva per utilizzare gli RCS. Semplice, un'app di messaggistica che li supporta, e ce l'avete già a portata di dito: Messaggi di Google (in caso non sia sul vostro telefono potete installarla da qui). Anni fa c'era un grande fermento attorno alle app di messaggistica per SMS, ma a poco a poco sono scomparse, e comunque non supportano gli RCS.

Al momento le più popolari sono Messaggi di Google e Messaggi di Samsung (ma non sono certo le uniche, sul Play Store ne troverete qualche altra, e se supporta gli RCS funzionerà senza problemi). 

Messaggi di Google però è la più usata e a maggio 2023, al Google I/O, è stato annunciato che erano 800 milioni le persone in tutto il mondo che usavano gli RCS. Possiamo quindi capire perché persino Samsung nei suoi ultimi dispositivi l'ha impostata come app di messaggistica predefinita al posto della propria (così come hanno fatto OnePlus, Motorola e diversi produttori Android).

E come gli SMS funzionano senza problemi tra loro, a patto che non abbiate un iPhone. Per qualche motivo tutto suo, infatti, la casa della mela si rifiuta di adottare lo standard (di questo parleremo nell'ultimo capitolo). Gli RCS funzionano infatti solo se entrambi i partecipanti a una conversazione utilizzano il protocollo, altrimenti diventeranno SMS. 

Cosa sono e come abilitare i messaggi RCS

A sinistra, come appare un messaggio SMS o MMS. A destra, un messaggio RCS, con la data di ricezione e la conferma di lettura. Fonte: Google

Ma perché usare gli RCS e non un'app come WhatsApp allora? Perché gli RCS sono uno standard, a tutto vantaggio di privacy e sicurezza, e non dipendono da un servizio di terze parti (che come abbiamo ormai imparato usa i nostri dati per fare soldi).

Come funzionano i messaggi RCS

Adesso che abbiamo capito cosa siano gli RCS, vediamo come funzionano. A differenza degli SMS, che sono sempre inviati tramite l'operatore, gli RCS utilizzano il backend del fornitore di servizi. Ma il loro utilizzo non modificherà il recapito di SMS o MMS.

Per esempio, usando Messaggi di Google le chat RCS sono fornite dalla GrandeG, ma altrimenti potrebbero essere fornite dal vostro operatore di telefonia mobile.

Vista la sua popolarità, in questa guida vedremo come esempio per gli RCS l'app Messaggi di Google, che è dotata anche di interfaccia Web, per leggere e mandare messaggi da qualsiasi dispositivo.

Utilizzando le chat RCS fornite da Google, l'invio e la ricezione dei messaggi avvengono tramite il backend RCS di Google via internet, ma come abbiamo già spiegato i messaggi possono essere recapitati o ricevuti da utenti che utilizzano altri fornitori di servizi RCS.

Se le chat RCS sono fornite da Google, ma il servizio RCS del destinatario è fornito da un altro provider, i vostri messaggi vengono inoltrati tramite il backend RCS di Google e quindi trasferiti al backend RCS del destinatario.

Google afferma che per garantire la corretta consegna dei messaggi deve utilizzare informazioni come il vostro numero di telefono, gli identificatori del dispositivo e il numero della scheda SIM, e che questi dati potrebbero essere archiviati per circa un mese per mantenere la connessione a RCS e nei casi in cui sei temporaneamente offline.

Inoltre quando attivate le chat RCS e ogni volta che inviate un messaggio, Google controlla i vostri contatti per sapere se possono utilizzare anche le chat RCS. Questi controlli possono passare attraverso il backend RCS di Google e altri fornitori di servizi per raggiungere i contatti (in caso utilizzino altri fornitori).

Prima di vedere come attivare gli RCS, vediamo alcune loro caratteristiche, ovvero come riconoscere le conferme di invio, recapito e lettura, oltre a capire di più sulla crittografia.

Inviato

Gli RCS vi consentono di sapere se il vostro messaggio è stato inviato, e Messaggi di Google (ma in generale tutte le app compatibili con gli RCS) offre una semplice icona. 

Mentre state scrivendo, Messaggi mostra un indicatore di digitazione al vostro destinatario che mostra la vostra azione.

Per disattivarlo, toccate la vostra icona in alto a destra, poi toccate Impostazioni, toccate Chat RCS, e attivate o disattivate il pulsante di fianco a Indicatori di digitazione.

Se vicino al messaggio vedete un'icona a forma di timer, vuol dire che l'invio del messaggio è in corso. Quando questa icona diventa un cerchio con un segno di spunta (singolo), vuol dire che il messaggio è stato inviato dal mittente, ma che il destinatario non lo ha ancora ricevuto. 

Cosa sono e come abilitare i messaggi RCS

Ovviamente questo non succede in caso di invio di SMS o MMS.

Recapitato

Quando il messaggio viene recapitato, vedrete due cerchi ognuno con il segno di spunta. Questo significa che il destinatario lo ha ricevuto ma non lo ha ancora letto. 

Cosa sono e come abilitare i messaggi RCS

Letto

Infine, quando il destinatario riceve il messaggio, il mittente vedrà il doppio segno di spunta colorarsi all'interno. Messaggi segue le regole del design Material You, quindi il colore dipende da quello di sistema.

Se non vedete l'ora o i segni di spunta, toccate il messaggio inviato e appariranno sotto. C'è un punto da chiarire: se il destinatario ha disattivato le conferme di lettura, non vedrete queste icone colorate. Per farlo, da Messaggi, toccate la vostra icona in alto a destra, poi toccate Impostazioni, toccate Chat RCS, e attivate o disattivate il pulsante di fianco a Invia conferme di lettura.

Cosa sono e come abilitare i messaggi RCS

Lucchetto

Resta un'ultima questione da chiarire: il simbolo del lucchetto. Quando inviate un messaggio a una persona che ha attivato come voi le chat RCS in Messaggi, alle vostre conversazioni in chat viene applicata automaticamente la crittografia end-to-end, il che garantisce che nessuno possa leggere i contenuti scambiati fra di voi.

Questo viene indicato con l'icona di un lucchetto sotto a ogni messaggio (nel timestamp, dove c'è l'ora di ricezione o invio), e sul pulsante di Invio in basso (che compare a destra del campo di testo quando iniziate a scrivere qualcosa).

Attivare il lucchetto e quindi la crittografia non richiede nessuna azione da parte vostra, ma è possibile che sia necessario qualche istante dall'attivazione di RCS alla sua abilitazione. Se sui messaggi non sono presenti lucchetti, assicuratevi che sia voi che il vostro destinatario abbiano aggiornato Messaggi, che, se sui dispositivi sia installata l'app Servizi operatore, questa sia aggiornata, e che le chat RCS siano attive. 

Quando effettuate una conversazione RCS, la crittografia end-to-end uitilizza una chiave accessibile solo a voi e agli altri partecipanti alla conversazione. Quando chiedete loro se hanno lo stesso codice di cui disponete, potete verificare la crittografia end-to-end per le conversazioni individuali e di gruppo.

Per verificare la crittografia end-to-end, aprite l'app Messaggi, aprite una conversazione con un contatto da verificare e create un messaggio. In alto a destra, toccate i tre puntini, toccate Dettagli e toccate Verifica la crittografia

Controllate che i numeri che vedete corrispondano a quelli che vede il destinatario.

Come abilitare i messaggi RCS su Android

Adesso abbiamo capito cosa sono e come funzionano i messaggi RCS, ma come abilitarli? Ancora una volta, prendiamo come esempio l'app Messaggi di Google, quella che sarà sicuramente installata sul vostro dispositivo (o che potete scaricare gratuitamente dal Play Store). 

Il vostro operatore e dispositivo dovrebbero essere automaticamente configurati per le chat RCS, ma in caso il telefono non lo sia quando avviate l'app Messaggi vi verrà offerto di farlo attraverso la notifica Utilizza al meglio l'app Messaggi. Quando la vedete, aprite l'app Messaggi, toccate Inizia, toccate Avanti e poi toccate per mantenere l'app Messaggi sempre connessa. 

A questo punto, potete attivare le chat RCS (o controllare che lo siano, visto che dovrebbero essere attive). Avviate l'app Messaggi, toccate in alto a destra la vostra immagine di profilo, poi in basso toccate Impostazioni di Messaggi

come attivare messaggi rcs

Nella pagina che si apre, toccate Chat RCS e successivamente attivate il pulsante di fianco a Attiva le Chat RCS.

In questa pagina vedrete in alto la scritta Stato:, a cui segue una voce, che appunto identifica lo stato della funzione.

  • Connesso in verde: le chat RCS sono pronte per l'utilizzo con gli altri utenti che le hanno attivate.
  • Configurazione: l'app Messaggi sta verificando il numero di telefono. Se la verifica richiede più di qualche minuto, accanto allo stato toccate Riprova.
  • Non connesso in rosso: le chat RCS non sono momentaneamente disponibili. Verificate che il tuo dispositivo sia connesso a internet.

Google ricorda che di tanto in tanto potreste ricevere un SMS da Jibe Mobile per verificare il numero di telefono, e che se non disattivate le chat RCS in Impostazioni per interrompere l'invio e la ricezione di messaggi RCS quando rimuovete una scheda SIM dal dispositivo, le chat RCS potrebbero continuare a funzionare per un massimo di 14 giorni.

Messaggi RCS su iPhone

Fin qui tutto bene, ma probabilmente vi starete chiedendo come usare i messaggi RCS su iPhone. La risposta è che non potete, perché Apple non vuole adottare lo standard.

Il motivo? C'è iMessage, e Tim Cook (il capo di Apple) ha ribadito più volte che i suoi utenti (diciamo negli Stati Uniti, perché nel resto del mondo la storia è diversa, ma questo è un altro discorso) non l'hanno mai chiesto

Sulla faccenda Google ha lanciato una vera e propria campagna, chiamata #GetTheMessage, che richiama il colore dei messaggi che gli utenti vedono usando Messaggi di Apple. La questione negli Stati Uniti, dove iMessage è molto usato, è particolarmente rilevante, perché ha creato dei veri e propri fenomeni di ghettizzazione. Il motivo è presto detto. 

Messaggi di Apple può essere usata per ricevere sia SMS normali che messaggi tramite la piattaforma iMessage proprietaria di Apple, un po' come avviene in Messaggi di Google. Quando due utenti Apple che usano iMessage si scambiano un messaggio, questo è blu, ma se uno dei due usa un telefono Android non può utilizzare iMessage, quindi il messaggio si trasformerà in SMS e sarà identificato da una bolla verde, facilmente riconoscibile. Con ripercussioni sociali notevoli, come questo articolo del Wall Street Journal mostra (immagine sotto).

Cosa sono e come abilitare i messaggi RCS

Uno standard condiviso farebbe comodo agli utenti, che non dovrebbero affannarsi a usare piattaforme come WhatsApp per comunicare in modo moderno tra dispositivi con sistemi operativi diversi, ma Apple non vuole cedere e la risposta di Tim Cook a chi gli ha rinfacciato che non può inviare un video a sua mamma è stata: "Buy your mom an iPhone" (compra un iPhone alla tua mamma).

La questione non è chiusa, anche perché Google continua a fare pressioni, e non è detto che con l'aumentare della base utenti dei messaggi RCS alla fine Apple si convinca a fare qualche concessione.

Domande e risposte

RCS, Rich Communication Services, è uno standard per la messaggistica che consente di inviare messaggi, foto, video e altro tramite Internet, in modo più moderno, dinamico e sicuro rispetto agli SMS o agli MMS.  Se comunicate con messaggi RCS, le vostre chat sono crittografate end-to-end e potete accedere a una quantità di funzioni, come quando chattate usando WhatsApp, ma senza usare una piattaforma proprietaria, e quindi con meno rischi per la privacy.
Le chat RCS inviano i messaggi tramite Wi-Fi e dati mobili, quindi a differenza di SMS e MMS non hanno un costo in sé, oltre a quello dei dati consumati. Se ovviamente avete finito il vostro piano dati, potreste dover pagare i Giga utilizzati in più, quindi meglio usare il Wi-Fi.
Mostra i commenti