Cos'è il MIL-STD-810?

Certificazione militare è sinonimo di maggiore resistenza e dovrebbe farci dormire sonni tranquilli: ecco cos'è il MIL-ST-810
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari
Cos'è il MIL-STD-810?

A volte quando leggiamo la scheda tecnica di un dispositivo, che sia un portatile, un telefono, un paio di auricolari o uno smartwatch, troviamo una voce curiosa: MIL-STD-810 (H o G). 

Ma cos'è il MIL-STD-810? Già il prefisso "MIL" ci mette sulla buona strada, in quanto è l'abbreviazione di "militare", il che dovrebbe garantire una robustezza superiore alla media.

E infatti questa certificazione è riservata a dispositivi particolarmente robusti e in grado di sopportare sollecitazioni estreme, che siano di temperatura, umidità o urti.

Ma non fatevi ingannare: non è necessario rinunciare all'eleganza per poter approfittare di questa caratteristica. Sono diversi infatti gli auricolari o gli smartwatch che vantano un grado di resistenza MIL-STD-810: scopriamo cosa significa, quali test implica e quali sono le sue limitazioni. 

Indice

Cos'è la certificazione MIL-STD

MIL-STD è una certificazione che significa letteralmente "standard militare", o Standard della Difesa. Istituito dopo la seconda guerra mondiale per fissare determinati requisiti e garantire l'interoperabilità tra forze militari e industrie secondarie, lo standard è un insieme di linee guida e requisiti stabiliti dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti (DoD).

L'obiettivo, semplice ma chiaro, è stabilire un punto di riferimento universale per la progettazione, la produzione e i test di attrezzature militari. Questi standard garantiscono non solo l'uniformità, ma anche l'interoperabilità e l'affidabilità in una vasta gamma di dispositivi a condizioni estreme.

Per ottenere la certificazione, è necessario che un dispositivo superi una serie di test richiesti. Una volta superati, ricevono il certificato. I passaggi attraverso cui devono essere sottoposti i vari prodotti, idealmente, sono i seguenti:

  • Progettazione e sviluppo: i prodotti o i sistemi devono essere progettati in modo tale da soddisfare le loro esigenze del settore. Ciò include componenti di progettazione e test per garantire che soddisfino gli standard.
  • Test: devono essere eseguiti test approfonditi. Questa è una parte cruciale del processo di certificazione. I prodotti vengono testati contro varie condizioni ambientali e funzionali per verificare le loro prestazioni.
  • Documentazione: deve essere fatta una documentazione completa che racconti la progettazione, i test e la conformità ai requisiti MIL-STD. Questa documentazione viene quindi presentata per la revisione da parte delle autorità di certificazione.
  • Revisione di terze parti: le organizzazioni indipendenti di terze parti intervengono, aggiungendo un ulteriore livello di convalida attraverso ulteriori test, garantendo la conformità agli standard MIL-STD.
  • Approvazione della certificazione: una volta che un prodotto o un sistema soddisfa con successo tutti i requisiti, gli viene quindi assegnata la relativa certificazione MIL-STD. Questa è una testimonianza della loro adesione ai più alti standard di qualità e affidabilità.

Questa procedura però non è così rigorosa al di fuori degli ambiti militari, perché non è richiesto che il test venga effettuato da un ente accreditato, ma può essere anche condotto dallo stesso produttore del dispositivo. Il che comporta che un dispositivo certificato MIL-STD non sia necessariamente quello che dice di essere.

Ci sono diversi tipi di certificazioni MIL-STD:

  • MIL-STD-810H (precedentemente chiamato MIL-STD-810G): questa certificazione è rivolta soprattutto ai test ambientali, con i prodotti che devono superare condizioni come temperature estreme, umidità, cadute e vibrazioni. Il bollino infatti dichiara che "Questa attrezzatura può affrontare gli ambienti più difficili". È in genere lo standard adottato da telefoni, tablet, laptop, auricolari e orologi
  • MIL-STD-461G: qui l'attenzione è alle apparecchiature elettroniche. Questo standard riduce al minimo le interferenze elettromagnetiche (EMI), assicurando che anche nel caos della guerra elettronica i dispositivi funzionino senza problemi.
  • MIL-STD-1275: questo standard stabilisce i requisiti elettrici nei veicoli. I limiti di tensione, la protezione transitoria e le specifiche sulla qualità dell'alimentazione garantiscono il funzionamento sicuro e affidabile dell'elettronica di bordo.
  • MIL-STD-1553: lo standard dedicato all'aviazione, in quanto definisce il protocollo per i collegamenti tra i vari sistemi all'interno di un aereo, garantendo lo scambio regolare di dati critici quando è più importante.

Cosa significa la certificazione MIL-STD per telefoni, portatili e altri dispositivi di uso comune

certificazione mil-std-810

Idealmente, prodotti come computer o telefoni che ottengono una certificazione MIL-STD devono rispondere una serie di esigenze.

Queste riguardano l'affidabilità, in quanto le operazioni militari richiedono attrezzature che funzionino in modo impeccabile in condizioni estreme, e l'interoperabilità, in quanto in un contesto militare sistemi diversi devono lavorare insieme senza soluzione di continuità. 

Non solo, ma devono anche essere rispettati certi parametri di sicurezza, che assicurano che le attrezzature funzionino in modo sicuro e non rappresentino rischi per il personale o le missioni, ed efficienza dei costi, in quanto anche se l'adesione ai MIL-STD potrebbe comportare costi aggiuntivi durante lo sviluppo e i test, in definitiva riduce il rischio di guasti delle apparecchiature sul campo.

Generalmente, quindi, portatili, tablet e telefoni vengono sottoposti a due tipi di certificazioni: MIL-STD-810H e MIL-STD-461G. La certificazione MIL-STD-810H, che vedremo nel capitolo successivo, indica che un prodotto ha superato rigorosi test in oltre 30 condizioni ambientali come calore, acqua, polvere e urti.

La certificazione MIL-STD-461G è invece rivolta alla compatibilità elettromagnetica (EM), andando a valutare quattro caratteristiche: emissioni irradiate, emissioni condotte, suscettività radiata e suscettività condotta.

Ma qui non trattiamo articoli militari: a noi interessano i prodotti consumer, ovvero portatili, telefoni, tablet, auricolari o orologi di uso comune e che ambiscono a garantire agli utenti una maggiore resistenza. Ecco perché la certificazione che ci interessa è la MIL-STD-810, ora arrivata alla versione H.

Cos'è il MIL-STD-810

Samsung Galaxy XCover 7 - mil-std-810h

Introdotta per la prima volta nel 1962, la certificazione MIL-STD-810 è il discendente diretto della specifica 41065 introdotta nel 1945 dall'Army Air Force (AAF). Il documento, intitolato, Equipment - General Specification for Environmental Test, era la prima specifica per fornire una metodologia formale per testare le apparecchiature in condizioni ambientali simulate.

Da quell'anno, sono stati introdotti otto aggiornamenti, che sono passati per il MIL-STD-810G, del 2008, e infine per l'attuale MIL-STD-810H, che rappresenta la sua evoluzione ed è arrivato nel 2019. 

Per questo motivo potreste avere un orologio o un telefono che vanta la certificazione MIL-STD-810G, semplicemente perché è stato acquistato prima del 2019.

Come abbiamo anticipato nel primo capitolo, la certificazione MIL-STD-810H significa che un prodotto ha superato test rigorosi incentrati sulle condizioni ambientali. Temperatura estrema, umidità, polvere e vibrazioni o urti sono alcune delle situazioni in cui i dispositivi vengono testati. 

Ecco l'elenco completo:

  • Bassa Pressione (altitudine): resistenza a rapidi cambiamenti di pressione o funzionamento in ambienti a bassa pressione.
  • Alta Temperatura: capacità di mantenere l'integrità e le prestazioni di un dispositivo ad alte temperature.
  • Bassa Temperatura: capacità di mantenere la sicurezza e l'integrità del materiale e le prestazioni durante lo stoccaggio, il funzionamento e la manipolazione alle basse temperature
  • Shock termico: capacità di un dispositivo di resistere a improvvisi cambiamenti di temperatura senza deteriorare le prestazioni o essere danneggiato fisicamente.
  • Contaminazione da liquidi: resistenza all'esposizione temporanea a fluidi contaminanti in modalità occasionale, intermittente o per periodi prolungati.
  • Radiazione solare: effetti del riscaldamento e della radiazione solare sui materiali, oltre alla fotodegradazione.
  • Pioggia: protezione da acqua, spruzzi, gocce e pioggia e capacità di mantenere le proprie prestazioni durante e dopo l'esposizione all'acqua, valutando coperture, custodie, guarnizioni, sistemi di rimozione dell'acqua e la relativa protezione
  • Umidità: resistenza al calore e in ambienti umidi.
  • Muffe: resistenza alla proliferazione di funghi, e come lo sviluppo delle fungine influisca sul dispositivo
  • Nebbia salina: efficacia delle rifiniture e dei rivestimenti protettivi valutando gli effetti del sale sulle parti fisiche ed elettroniche sul dispositivo.
  • Sabbia e Polvere: capacità di resistenza a particelle di polvere di dimensioni inferiori a 150μm (micrometri) e di funzionare e di essere conservato, senza che le prestazioni vengano compromesse, in un contesto di particelle di sabbia soffiata di 150-850μm.
  • Atmosfera esplosiva: capacità di un prodotto di essere utilizzato in ambienti esplosivi tramite due test. Il primo individua l'assenza di rischio di provocare scintille elettriche, mentre il secondo stabilisce, che, in caso di una reazione esplosiva o di combustione, la stessa rimanga contenuta all'interno del dispositivo.
  • Immersione: capacità di resistere all'immersione in acqua e continuare a funzionare durante o dopo.
  • Accelerazione: capacità del prodotto di rimanere inalterato dopo momenti d'inerzia, causati da accelerazioni, decelerazioni e altre manovre.
  • Vibrazione: capacità di resistenza alle vibrazioni durante il ciclo di vita.
  • Rumore acustico: capacità del prodotto di resistere ad ambienti ad alta densità acustica, senza che le prestazioni e l'integrità strutturale vengano deteriorate.
  • Shock: resistenza agli urti rimanendo funzionante e strutturalmente intatto.
  • Pyroshock: capacità di resistere in caso di shock esplosivo o attivato da propellente.
  • Atmosfere acide: resistenza dei rivestimenti e dei materiali protettivi di un dispositivo ad atmosfere corrosive.
  • Shock da arma da fuoco: capacità di resistenza funzionale e strutturale allo shock causato da un'esplosione da arma da fuoco.
  • Temperatura, altitudine, umidità, vibrazioni: capacità di un prodotto di rimanere funzionale in una varietà di ambienti come temperatura, altitudine, umidità, vibrazioni o altro.
  • Ghiaccio/Pioggia gelida: efficacia nel resistere al ghiaccio
  • Shock balistico: capacità di resistere quando lo scenario cambia bruscamente e improvvisamente.
  • Vibrazioni acustiche/Temperatura: un test che combina più fattori, come vibrazioni, rumore acustico e temperature
  • Congelamento/Scongelamento: capacità di un dispositivo di sopportare i cambiamenti tra liquido e solido.
  • Onda temporale Replica: indica le prestazioni di un dispositivo nel tempo, valutando la ripetizione di diverse applicazioni
  • Impatto ferroviario: capacità di resistere a un impatto ferroviario.
  • Test Multi-Exciter: il dispositivo viene collocato all'interno di uno specifico ambiente per riprodurre una situazione reale e monitorare le prestazioni.
  • Vibrazioni meccaniche delle apparecchiature di bordo (Tipo I - ambientale e Tipo II - sollecitato dall'interno): un test che si applica esclusivamente alle attrezzature per le navi e alla loro capacità di resistere alle vibrazioni.

Come vedete i test sono estremamente vari e compositi.

Non c'è differenza nel numero di test tra MIL-STD-810G e MIL-STD-810H, ma i test in quest'ultimo sono stati aggiornati con standard più recenti per una migliore precisione e affidabilità.

Ma di che dispositivi stiamo parlando? Tra i telefoni, i prodotti con certificazione MIL-STD-810 sono dispositivi come:

  • Blackview BL9000
  • Blackview BV8900 Pro
  • Blackview N6000
  • Cat S22 Flip
  • Cat S42 H Plus
  • Cat S62
  • Cat S62 Pro
  • Cat S75
  • DOOGEE Smini
  • DOOGEE S100 Pro
  • DOOGEE V30 Pro
  • DOOGEE V31 GT
  • DOOGEE V Max
  • Fairphone 5
  • Motorola ThinkPhone
  • Nokia XR21
  • Oukitel WP30 Pro
  • Samsung Galaxy Xcover7
  • Ulefone Armor 23 Ultra
  • Ulefone Armor 24
  • Ulefone Armor X13
  • Unihertz Atom XL

Tra gli smartwatch, annoveriamo i Galaxy Watch 5 Pro, Galaxy Watch 6, e 6 Classic, Galaxy Watch FE e i nuovi Galaxy Watch 7 e Galaxy Watch Ultra. Ma ci sono anche prodotti come TicWatch Pro 5 Enduro, TicWatch Pro 3 Ultra, Amazfit Active Edge, OPPO Watch X e OnePlus Watch 2.

Per quanto riguarda gli auricolari, troviamo prodotti come i Jabra Elite 8 Active.

Infine una parola sui limiti di questa certificazione. Come vedete i test a cui vengono sottoposti i dispositivi sono estremamente vari e impegnativi (vengono anche lanciati contro un treno, o comunque un test che simuli questo impatto!), ma non sono necessariamente veritieri. 

Uno smartphone o un orologio infatti non devono essere necessariamente mandati a un laboratorio di prova esterno in grado di emulare i 29 test utilizzati dai militari. Sfortunatamente, non c'è nulla che impedisca a un produttore di eseguire i test internamente e senza verifiche, in quanto non è necessario fornire prove sull'effettiva esecuzione (e superamento) dei test.

Questo significa che l'azienda può dire di aver effettuato tutti i test, ma omettendo di dire di averne effettuati solo alcuni. Questo per dire di non prendere per oro colato questa certificazione. Molto probabilmente il prodotto che la espone sarà più resistente della media dei prodotti, ma non resisterà necessariamente a un'esplosione.

Il canale degli sconti tech +50k
Tutti i migliori sconti e coupon per la tecnologia
Seguici