Tutti i modi per bloccare un iPhone smarrito

Tutti i modi per bloccare un iPhone smarrito
SmartWorld team
SmartWorld team

Diciamola tutta, smarrire il proprio iPhone (o comunque il proprio smartphone) rappresenta una piccola tragedia da affrontare. Di mezzo non c'è solo l'impatto economico per la perdita di un prodotto di valore. Ma anche quella sensazione di poter essere violati nella sfera della privacy. Perché smarrito può significare anche rubato e dunque mettere nelle mani di un sconosciuto messaggi, foto e documenti personali.

Non è quindi un caso che la multinazionale di Cupertino abbia messo a punto più di una soluzione per bloccare un iPhone smarrito. E magari rientrarne in possesso. In qualche modo si tratta anche di un deterrente per i malintenzionati, tenendo conto che l'iPhone bloccato (ma anche l'iPad o altri device Apple) diventa inutilizzabile senza conoscerne il codice di sblocco. Scopriamo allora quali sono le procedure oggi possibili per bloccare l'iPhone da remoto.

Come bloccare un iPhone smarrito con iCloud

Tra i servizi dell'account Apple c'è l'accesso di accedere ai servizi cloud, come quello di geolocalizzazione dei dispositivi. Succede perché l'iPhone è collegato a un account Apple a cui accedere via browser da PC o attraverso un altro device della mela morsicata. Più precisamente, occorre collegarsi all'indirizzo dedicato e inserire nome utente e password. Il passaggio successivo sarebbe la digitazione del codice di verifica. Utilizziamo il condizionale proprio perché viene inviato sul proprio iPhone. Ma essendo smarrito o comunque non in proprio possesso, non è visualizzabile. Apple permette però di accedere alla funzione Trova iPhone.

Da qui si viene indirizzati a una pagina con la visualizzazione di una mappa geografica in cui localizzare i propri dispositivi Apple, riconoscibili da pallini verdi. Cliccando su quello scelto si apre la finestra di controllo. Qui sono indicati alcuni dati utili come il tempo dall'ultimo contatto e la batteria residua. Ma sono soprattutto proposte 3 possibilità: Fai suonare, Modalità smarrito e Inizializza iPhone. Scegliendo Modalità smarrito è così possibile comunicare con la persona che ha in mano o ritrova l'iPhone. Non solo, ma attivando questa modalità vengono in automatico sospese le carte di pagamento e i servizi associati.

Il servizio Dov’è per bloccare l’iPhone smarrito

Al termine della procedura che abbiamo appena esaminato, l'iPhone smarrito resta protetto dal medesimo codice di sblocco utilizzato per l'accesso. La logica è semplice da comprendere: perché prevedere un blocco ulteriore se lo smartphone resta comunque inutilizzabile senza il codice? Anche il funzionamento dell'app Dov'è, già installata sul device della mela morsicata, non si discosta dall'operazione di blocco con iCloud. La principale differenza pratica è l'indispensabilità di un altro dispositivo iOS. Se lo smartphone è associato a un altro account Apple è necessario prima disconnetterlo e poi collegarlo dallo stesso account configurato sull'iPhone smarrito.

La procedura si consuma con pochi tap sul display. Basta infatti accedere alle Impostazioni e premere sul nome utente in alto nella schermata. Dopodiché, successivamente all'apertura della scheda, scorrere verso il basso fino a individuare la voce Esci. A questo punto l'utente può accedere di nuovo con un account Apple diverso. Quindi aprendo l'app Dov'è dovrebbe riuscire a visualizzare la posizione del dispositivo.

iPhone smarrito, l’importanza della denuncia alle forze dell’ordine

Il punto fondamentale da non perdere di vista è che l'iPhone è un oggetto (di valore) come tutti gli altri. Detto in altri termini, nel caso di furto o di smarrimento, il proprietario conserva il pieno di diritto di presentare una denuncia. Da una parte è consigliabile farlo per dovere civico. Dall'altra nella speranza che possa essere trovato. Già, perché nonostante il collegamento diretto tramite iCloud sia prezioso per ricostruire la posizione dell'iPhone con una buona approssimazione, non è affatto detto che sia utile ai fini del recupero da parte delle forze dell'ordine.

In ogni caso, dal punto di vista pratico, la denuncia va trasmessa a un comando dei Carabinieri o della Polizia di Stato. Il proprietario dello smartphone a firma Apple deve presentarsi con un documento di riconoscimento ed essere quanto più preciso e circostanziato possibile nella ricostruzione dei fatti. In buona sostanza deve descrivere le modalità e le circostanze del furto o dello smarrimento involontario del device. Allo stesso tempo è buona norma indicare anche il numero di serie stampato come codice a barre sulla scatola originale o riportato nella fattura di acquisto. In questo modo non ci saranno incertezze sulla reale proprietà dell'iPhone.

Commenta