I nuovi Predator Helios 500 e 300 rischiano di essere i portatili dai quali non vorrete staccarvi per giocare! (foto e video)

Nicola Ligas

Qualche mese fa abbiamo recensito Helios 300, un portatile gaming di Acer che ci aveva lasciati molto soddisfatti. L’azienda ne ha da poco presentato una Special Edition, affiancata da un modello ancora più potente. Con queste premesse, è inutile dire che abbiamo subito voluto mettergli le mani addosso.

I nuovi Helios sposano quindi i processori Intel Core di 8a generazione, nelle versioni i9+ ed i7+, e adottano schermi con un refresh di 144Hz, come in voga ultimamente. Purtroppo le schede video non si spingono tanto in là, fermandosi al più ad una GTX 1070 (non Max-Q), ma in compenso la RAM può arrivare fino a 64 GB.

Il loro punto di forza, che poi è fondamentale in ogni laptop gaming che si rispetti, è il raffreddamento, garantito in particolare dalle ventole AeroBlade sviluppate dalla stessa Acer. Quelle non le abbiamo potute verificare, ma dalle premesse e dai precedenti, nutriamo grande fiducia in loro, perché è inutile avere tanta potenza, se poi non la raffreddi a dovere. Vi risparmiamo la classica citazione sul “controllo”, e vi lasciamo direttamente con il nostro hands-on da New York.