Novità Chrome OS: due nuovi Chromebook, tablet in arrivo e app Adobe ottimizzate (foto)

Cosimo Alfredo Pina

Tante novità in arrivo per l’universo Chrome OS, sia lato hardware che lato software. Partiamo dalle più concrete, ovvero due nuovi convertibili: Acer Chromebook Spin 11 e Asus Chromebook Flip C213. Il primo è fondamentalmente una versione convertibile del Chromebook 11 N7 visto ad inizio mese.

La resistenza ai maltrattamenti resta, ma in più la cerniera permette di ribaltare lo schermo, che tra l’altro può essere usato con stylus Wacom, e c’è una cosiddetta World View Camera che può essere usata come microscopio.

Anche il Chromebook Flip C213 è un convertibile con angoli gommati e un design modulare, così che i componenti eventualmente danneggiati possano essere facilmente sostituiti. Queste funzioni, che risultano un po’ bizzarre per l’utente medio, hanno molto senso visto che entrambi i portatili si indirizzano al settore educazione (per ora però solo negli USA).

I dispositivi Chrome OS riscuotono infatti un gran successo tra i banchi, ma Google punta ad un successo più trasversale. Forse proprio per questo ha dichiarato che sta collaborando con i produttori per la realizzazione di tablet e tablet 2-in-1 basati sul suo sistema operativo desktop.

LEGGI ANCHE: Tutti i Chromebook del 2017 saranno compatibili con le app Android

La cosa spiegherebbe ancor più la scelta di portare le app e giochi Android su Chrome OS. Un segnale forte in questa direzione ci arriva anche con la scelta di Adobe, che ha lanciato un programma beta per le sue app Anroid dedicato proprio a versioni ottimizzate per Chrome OS. Di seguito i link alle varie app della suite mobile Adobe:

Google aveva già dichiarato che tutti i Chromebook del 2017 e successivi sarebbero stati compatibili con le app Android e ora questo ricco round di novità. A quanto pare a Mountain View iniziano a fare sul serio su questo sistema operativo che sempre più, sebbene per ora solo in certi settori, si sta affermando come un vero e proprio rivale per Windows, macOS e Linux.

Via: The VergeFonte: Android Police